Trama

Scioccata dalla foga mistica, eccessiva e  cieca della novizia Hadewijch, la madre superiore decide di escluderla dal convento e di metterla alla porta e Hadewijch ritorna ad essere Céline, giovane parigina figlia di un diplomatico. Ma la sua passione per Dio, la sua rabbia e il suo incontro con Yassine e Nassir la portano, tra grazia  e follia,  ad intraprendere un percorso estremamente rischioso.

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

lorebalda di lorebalda
9 stelle

  Verso una mistica delle immagini Il cinema è un vero e proprio mistero per il regista filosofo Bruno Dumont: è un mezzo poetico capace di legare fra loro le immagini più diverse; è l'esperienza dell'unità profonda di tutte le cose. Il cinema è un'arte spirituale: durante la visione, lo spettatore accede a una dimensione nuova, poetica ed… leggi tutto

15 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

ezio di ezio
6 stelle

Il fervente mistico della novizia Celine (Sokolowski) e' cosi forte da indurre la madre superiora a rimandarla all'agiata famiglia .Ma l'incontro con l'arabo Yassine ( Salime) e con il fratello di quest'ultimo ,porta la ragazza ad avvicinarsi al fondamentalismo islamico ,fino a compiere un attentato (che pero' poteve essere spiegato meglio).Dumont (anche sceneggiatore) mette a confronto due… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

Una ragazza viene espulsa da un convento per il suo fanatismo cristiano; torna così a vivere a Parigi dal padre, Ministro del Governo francese. Lasciata a sé stessa, la giovane fa amicizia con dei coetanei musulmani, finendo in un giro di terroristi bombaroli. Se la morale di questo film, il quinto di Bruno Dumont, riguarda tutti i fanatismi religiosi e – si presume… leggi tutto

1 recensioni negative

2020
2020

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Una ragazza viene espulsa da un convento per il suo fanatismo cristiano; torna così a vivere a Parigi dal padre, Ministro del Governo francese. Lasciata a sé stessa, la giovane fa amicizia con dei coetanei musulmani, finendo in un giro di terroristi bombaroli. Se la morale di questo film, il quinto di Bruno Dumont, riguarda tutti i fanatismi religiosi e – si presume…

leggi tutto
2019
2019
2018
2018
2016
2016

Recensione

Kurtisonic di Kurtisonic
9 stelle

«Ah, sì, non sentire altro che il cuore nel cuore, con un solo cuore e un solo dolce amore; avere una fruizione deliziosa dell’amore pieno; e sapere, al di sopra d'ogni dubbio, che si è integrati nell’unità dell’Amore» (dalle Lettere spirituali di Hadewjich di Anversa). Definire lo stile e il linguaggio del cinema di Bruno Dumont fino ad…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

ezio di ezio
6 stelle

Il fervente mistico della novizia Celine (Sokolowski) e' cosi forte da indurre la madre superiora a rimandarla all'agiata famiglia .Ma l'incontro con l'arabo Yassine ( Salime) e con il fratello di quest'ultimo ,porta la ragazza ad avvicinarsi al fondamentalismo islamico ,fino a compiere un attentato (che pero' poteve essere spiegato meglio).Dumont (anche sceneggiatore) mette a confronto due…

leggi tutto
2014
2014
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

Argotico di Argotico
10 stelle

Dumont a chiosa dell’ultima inquadratura del suo film: È il ritorno dell’amore nell’umanità. È la morte di Dio. Dio ha condotto Céline dritta contro un muro. Per me, lei muore alla fine: ma, per caso, passa un uomo, e la salva. Gli si può forse obiettare qualcosa? Il regista francese mette in scena una ricerca di Dio fatta di rinunce, automortificazioni, impazienza e infine…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

giuvax di giuvax
10 stelle

Impossibile non notare la prima immensa violenta differenza tra questo film e i precedenti di Dumont. La carne. Quella carne che nei quattro film precedenti veniva esibita, esposta, dimenticata, martoriata, esplorata con scientifica minuzia e dunque totalmente svuotata di significato, se non quello di mostrarsi incapace di essere vettore di qualcosa, qui arriva prepotente, da subito, dalla prima…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti

Recensione

EightAndHalf di EightAndHalf
8 stelle

Ciò che si ama, e l'atto stesso di amare, sono invisibili agli occhi. Possono percepirsi dai tentennamenti, dalle esitazioni del reale, dalla conseguenzialità armonica o disarmonica delle immagini, ma divengono tangibili solo nella misura in cui siamo in grado di sbirciare nelle intersezioni di ciò che osserviamo, intersezioni che costituiscono in realtà il tessuto stesso della nostra…

leggi tutto

Recensione

lorebalda di lorebalda
9 stelle

  Verso una mistica delle immagini Il cinema è un vero e proprio mistero per il regista filosofo Bruno Dumont: è un mezzo poetico capace di legare fra loro le immagini più diverse; è l'esperienza dell'unità profonda di tutte le cose. Il cinema è un'arte spirituale: durante la visione, lo spettatore accede a una dimensione nuova, poetica ed…

leggi tutto
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2013
2013

Recensione

billythekid68 di billythekid68
10 stelle

Conosco il nome di Bruno Dumont dal suo bell'esordio che mi colpì molto (non solo perché amo sia Dreyer che Bresson); mi parve meno riuscito il film che guardava un po' troppo all'Antonioni di Z. P. (Twentynine Palms). Purtroppo, non sono riuscito a vedere gli altri suoi lavori. Questo Hadewijch (il terzo che riesco avventurosamente a beccare) è bellissimo, con una protagonista non…

leggi tutto

Recensione

Badu D Shinya Lynch di Badu D Shinya Lynch
10 stelle

Innamorarsi di Dio Hadewijch è un film che trascende ogni tipo di intellettualismo analitico. E' un'opera che, come Hors Satan, dovrebbe essere assorbita con il cuore e con la pancia, non con la mente. Una pellicola filosoficamente spirituale, che abbraccia il paradosso cosmico della "natura divina" : ossia la natura come verità ultima, come manifestazione religiosamente liberatoria ; una…

leggi tutto
2012
2012

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Hadewijch (Julie Sokolowski) è una novizia che viene invitata dalla madre superiora (Brigitte Mayeux-Clerget) ad interrompere la sua permanenza al monastero perché l’intransigenza estrema del suo percorso di fede mal si adatta al rispetto ordinario delle regole dell’ordine. Una volta fuori, Hadewjich ridiventa Cèline, figlia di un diplomatico francese…

leggi tutto
2011
2011

Recensione

alan smithee di alan smithee
8 stelle

Sempre duro e spiazzante, ma anche uno dei migliori, coraggiosi e non convenzionali registi che la Francia possa vantare, Bruno Dumont torna a far parlare di se' dopo l'esordio folgorante de La vie de Jusus, dopo i clamori e lo sgomento suscitati da L'Humanité, dopo lo scandalo di Twenty-nine palms; ora con Hadewijch si parla di fede, di un sentimento totalizzante che colpisce, lascia storditi,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 12 utenti

Recensione

luca826 di luca826
8 stelle

VOTO 7/8 RIGOROSO (Tv 03 Giugno 2011) Film centrato sulla percezione della fede, la percezione di Dio, non la sua presenza, ma la sua assenza, l'invisibilità alla base del suo essere genera lo sconforto in Céline, perchè il fervore religioso, l'amore assoluto nei confronti di Cristo aumenta proporzionalmente con la mancanza di risposte, dalle istituzioni, il convento, dai…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito