Espandi menu
cerca
La prima linea

Regia di Renato De Maria vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bellahenry

bellahenry

Iscritto dal 15 aprile 2004 Vai al suo profilo
  • Seguaci 16
  • Post -
  • Recensioni 1246
  • Playlist 14
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La prima linea

di bellahenry
6 stelle

ifilm su periodi storici controversi sono sempre difficili. Parlare dell'Italia di 40 anni fa lo è ancor di più. erano anni difficili e confusi. io sono del1983 ma ho una grande passione cinematografica e non per la fine degli anni 60 e il decennio dei 70 italiani, mi capita così spesso di fare domande, impicciarmi e cercare sentimenti delle persone che li hanno vissuti. Spesso chiedo dei film, chiedo come venivano presentati, altre volte chiedo degli usi e ultimamente sempre più con insistenza chiedo le reazioni a fatti storici "difficili". "come presentò il tlegiornale la bomba al treno" "cosa si disse di Borghese" "il processo mediatico a Pasolini come era vissuto in fabbrica" "A Roma cosa sapevate di Ramelli?" e l'unico filo rosso che unisce tutto questo è la confusione, il ricordo del caos di quegli anni, la sensazione che c'era chi voleva entrare nel caos per cambiarlo e chi ne voleva star fuori..ma che comunque sempre di caos si trattava. anni difficili, anni confusi.

Tutta questa deviazione dal tema per far capire perchè trovo che fare un film simile sia difficile, in particolare se tratto dal libro scritto dalle mani che sparano in questa storia. ma non solo. anche per dire come questa confusione sia totalmente assente nel film, come l'odore della tensione, quella sporca, quella di quando ci si spara per strada senza veri motivi, sia totalmente assente.

Il film di confuso ha solo l'intreccio che tra flash back e rimandi rende meno atroci i gesti di questa banda armata rendondoli quasi numeri su una fedina penale.
Il buon cast non è suportato da una sceneggiatura degna. se l'intento non è storico, e non lo è vista l'assenza di chiarezza, si fallisce miseramente negli intenti "umani", quelli per esempio di raccontare i sentimenti dei protagonisti di farci capire le loro emozioni e le motivazioni.

Un film mal scritto che non usa le sue grande potenzialità.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati