Espandi menu
cerca
Cella 211

Regia di Daniel Monzón vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Kurtisonic

Kurtisonic

Iscritto dal 7 agosto 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 87
  • Post 2
  • Recensioni 424
  • Playlist 4
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Cella 211

di Kurtisonic
6 stelle

Un film di genere per non essere vittima dei meccanismi che lo decifrano e che si ripetono, deve tirare fuori dal cilindro qualcosa che non era stato ancora messo in gioco. Cella 211 si basa su di una buona intuizione, poco prima di una rivolta all'interno di un carcere, un nuovo secondino rimane chiuso in una cella e viene scambiato per un detenuto. Il film è potente, ha un ritmo frenetico e coinvolgente. Peccato che nonostante la storia funzioni, la sceneggiatura si macchia di notevoli incongruenze che fanno scemare presto il buon impatto visivo. Nel mezzo della rivolta il secondino infiltrato per forza, Juan,viene preso troppo facilmente in considerazione dagli altri detenuti,la sua storia personale influisce troppo sulla vicenda complessiva, la trasforma in psicodramma collettivo mancando totalmente di credibilità. Come per esempio l'intervento mediatore del poliziotto più crudele e violento,scontata la sua fine viene completamente dimenticato da chi lo aveva incaricato e viene mandato un nuovo interlocutore senza sapere prima cosa è successo al precedente. Il capo della rivolta, Malamadre, è un pò troppo contraddittorio, crudele assassino e premuroso compagno che ascolta e dispensa saggi consigli...Film che vuole essere di denuncia sulla vita carceraria e sulla spietatezza del potere che alla fine condanna e assolve tutti allo stesso modo.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati