Espandi menu
cerca
Dogtooth

Regia di Yorgos Lanthimos vedi scheda film

Commenti brevi
  • Rivedere finalmente sul grande schermo Dogtooth che avevo già incrociato (ed apprezzato) sulla rete col titolo originale Kynodonts, è stata un'emozione inenarrabile... mi ha permesso di sviscerare ancora meglio i complessi significati del suo contenuto e di ammirare ancor di più la comnpattezza empatica dell'inconfondibile stile del regista.

    commento di spopola
  • Un'opera incestuosa da non perdere.

    leggi la recensione completa di ezio
  • Chiusi in una prigione, tre ragazzi ignorano di essere chiusi in una prigione perché non sanno il significato della parola “prigione” e non conoscono l’esatto significato di molte altre parole. L’unico linguaggio che conoscono è quello impartito dal padre e dalla madre connivente.

    leggi la recensione completa di Marcello del Campo
  • Tutti possono avere la propria distopia fatta in casa. Quando il grande fratello era giovane e ingenuo era un padre dittatoriale che non aveva ancora imparato a prendere burocratiche distanze da suoi sudditi-fratellini.

    leggi la recensione completa di SillyWalter
  • Un film che nei suoi eccessi non eccede mai nel voler portare a termine la propria opera di straniamento e lo fa perfettamente, un pugno nello stomaco come pochi soprattutto perché non si parla di un evento ma di una quotidianità.

    leggi la recensione completa di cazzeggiatore del millennio
  • Fedele ma feroce. Come un cane selvatico che si è lasciato addestrare. Che riconosce il padrone, e gioca con lui, fino a che qualcosa, nel suo corpo di animale, non risveglia un'ancestrale nostalgia del mondo.

    leggi la recensione completa di OGM
  • Questo film mi ha inquietato. Ovviamente non conosco nessuna famiglia che ha esattamente questo approccio educativo verso le proprie creaturine. Ma alla fine sei costretto ad ammettere che le famiglie sono sempre dei luoghi criminali.

    commento di Terabyte