Espandi menu
cerca
Underworld. La ribellione dei Lycans

Regia di Patrick Tatopoulos vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bradipo68

bradipo68

Iscritto dal 1 settembre 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 263
  • Post 30
  • Recensioni 4749
  • Playlist 174
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Underworld. La ribellione dei Lycans

di bradipo68
6 stelle

Francamente i primi due film di questa saga notturna sulla sempiterna lotta tra licantropi e vampiri non mi avevano appassionato.O meglio l'unico motivo di appassionarsi erano le fattezze angeliche della bellissima Beckinsale.Quindi non covavo eccessive speranze di vedere un prodotto accettabile,anzi avevo proprio il timore di vedere una porcata visto che in questo prequel non c'era neanche la Beckinsale.E invece...sono stato smentito.Chiaramente nulla per cui stracciarsi le vesti o urlare al miracolo ma questo film ha una sua rozza piacevolezza.Diciamo che è un horror con generose concessioni al genere fantasy e al genere avventuroso che sembra imbastito sullo script di una tragedia shakespeariana:tale sembra dall'amore scandaloso tra il Lycan e la figlia del re dei Vampiri e dal rapporto tra padre e figlia.E proprio per l'effetto straniante di questo aspetto teatraleggiante(in fondo le buie stanze del castello potrebbero essere degli ottimi sfondi teatrali) che il film in questione mi sembra decisamente il più interessante tra i tre della saga.In fondo la lotta tra i Vampiri e i Lycans sembra una lotta di classe che sfugge il manicheismo della lotta tra Bene e Male.Pure se Romeo è un Lycan e Giulietta è una figlia del re Succhiasangue sembrano ambedue emanazioni dirette del male(anche se il Lycan sembra avere il potere di "controllare "la propria mostruosità)e quello che scaturisce dalla lotta tra le loro fazioni non sembra altro che una rivolta della plebe(i quattrozampe mannari) all'aristocrazia(dai canini aguzzi).Il regista,già supervisore di effetti speciali,dirige un film che più di una volta ha più le sembianze del videogame pensato forse per un pubblico abituato non a una vicenda organicamente narrata ma a una successione di quadri da completare.Come negli altri capitoli il colore preponderante è il blu elettrico che interrompe il dominio di una notte colore nero tenebra....

Su Patrick Tatopoulos

dirige il film con un occhio e mezzo ai videogames

Su Michael Sheen

muscolato,sorprende che reciti in produzioni più serie...

Su Rhona Mitra

ha un suo fascino ma il paragone con la Beckinsale è impietoso

Su Bill Nighy

fa sempre la sua figura

Su Steven Mackintosh

ok

Su Tania Nolan

funziona

Su Craig Parker

trascurabile

Su Kevin Grevioux

bene nella parte

Su Jared Turner

ok

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati