Espandi menu
cerca
Duplicity

Regia di Tony Gilroy vedi scheda film

Recensioni

L'autore

supadany

supadany

Iscritto dal 26 ottobre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 394
  • Post 189
  • Recensioni 5775
  • Playlist 118
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Duplicity

di supadany
6 stelle

Pellicola a tinte giallo-rosa girata con un certo mestiere da Tony Gilroy, ma, dopo il suo esordio con il bel "Michael Clayton" e con un cast, qui a sua disposizione, di alto livello, era lecito aspettarsi qualcosa di meglio.

La storia alterna il presente, con un intrigo (con tanto di spie, furti, inganni e sospetti) tra due multinazionali per assicurarsi tramite un nuovo misterioso prodotto la "stima" del mercato e degli azionisti, ed il passato, dove viene per lo più ricostruito il rapporto tra i due protagonisti e così anche spiegate alcune situazioni del presente altrimenti assai poco limpide.

L'intreccio, dalla trama ingarbugliata, è gestito abbastanza bene ed il finale, per quanto non sorprendente a livelli incredibili, da una certa soddisfazione (anche perchè Paul Giamatti, e soprattutto Tom Wilkinson,  nei panni dei due capitalisti nemici, spadroneggiano da par loro).

Insomma, vige costantemente la regola delle tre carte, dove tutto è possibile e, soprattutto, raramente ciò che sembra all'apparenza risulta poi in definitiva anche esserlo per davvero.

In questo è anche una buona, per quanto volutamente leggera, rappresentazione della giungla del mondo degli affari, dove ciò che conta è solo arrivare per primi all'obiettivo e non importa come lo si sia perseguito.

Quello che non convince del tutto è però il rapporto tra Julia Roberts e Clive Owen (non che loro siano deludenti, ma semplicemente non sono stati sfruttati al meglio) che non conferisce particolare efficacia alla storia, anzi spesso finisce per tagliare il ritmo, anche perchè i rimandi sono troppo frequenti, ed a volte anche ripetitivi, e continui (e pensare che i loro personaggi dovevano essere il punto di forza).

In sintesi un film assolutamente godibile ed a tratti interessante, redatto con un discreto senso scenico ed una maestria tecnica superiore alla media, ma i fattori di partenza facevano presagire a risultati ben migliori.

Nel complesso più che sufficiente.

 

Tony Gilroy

Gestisce con una certa abilità l'intreccio spionistico, ma si perde parzialmente in troppi rimandi sulla storia di coppia tra i due protagonisti, finendo col perdere un pò di ritmo.

Julia Roberts

Abbastanza convincente, ma mi sarei aspettato di più.

In ogni caso meglio del compagno di viaggio.

 

Clive Owen

Sufficiente, ma il suo personaggio non è il massimo della vita e lo stesso qundi per la sua prova.

Paul Giamatti

Quando i toni si scaldano riesce a trasmettere la giuste venature del carattere del suo personaggio.

Tom Wilkinson

Buonissima prova, il personaggio caustico che interpreta, ne esalta le doti attoriali (nel finale è quasi da pelle d'oca).

Istrionico.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati