Espandi menu
cerca
Avatar

Regia di James Cameron vedi scheda film

Recensioni

L'autore

supadany

supadany

Iscritto dal 26 ottobre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 396
  • Post 189
  • Recensioni 5784
  • Playlist 118
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Avatar

di supadany
8 stelle

VOTO : 7,5.

Dopo aver letto svariate opinioni, mi sembrava di aver visto almeno tre film diversi, adesso, dopo averlo visto (ed aver aspettato tre giorni per scriverne due righe, un pò per riordinare le idee, un pò per smaltire la sbornia, o meglio dire leggero fastidio, causato dal 3D), posso dire che lo considero un buonissimo film che mescola azione (parecchia), avventura (praticamente dall'inizio alla fine) e fantascienza (senza entrare troppo nei meandri della teoria), anche se non tutto funziona alla perfezione.

Partendo dalle note positive, inutile non soffermarsi sugli effetti speciali, semplicemente spettacolari e credo che "Avatar" non possa essere considerato il futuro del cinema, semplicemente perchè certi scenari non li rivedremo per un bel pò (come minimo fino a "Lo Hobbit", ma dubito).

Raramente mi è capitato di sentirmi letteralmente assorbito da un mondo, ma al cinema sembra quasi di averla già vissuta personalmente l'esperienza su Pandora, un nuovo pianeta (che per certi versi ricorda la terra preistorica), obiettivo bellicoso di rozzi ed avidi umani (tanti film hanno visto gli alieni invadere il nostro pianeta, rappresentando la nostra paura verso l'ignoto, ma questa volta siamo noi gli alieni e ci riconosciamo benissimo), mentre i Na''vi vivono in armonia con le creature della fauna e della flora, in simbiosi perfetta con la loro amata terra.

Oltre al "nuovo" mondo anche le scene d'azione mettono in seria difficoltà i mezzi tecnologici odierni, a volte un pò esasperate (giusto per fare vedere che i soldi sono stati spesi davvero bene), ma si è visto di peggio e spesso risultano funzionali alla storia e non buttati lì così per fare, almeno nella prima parte, poi ovviamente il fianle è la classica battaglia "tecnologica" che supera ogni lmite imposto fino ad oggi.

Passando alla storia, l'ho trovata una buona storia per essere legata ad un blockbuster, con una bella, semplice quanto volete ma i messaggi più forti (cioè quelli che possono essere recepiti anche dai meno attenti) sono quelli diretti e non nascosti (anche se soddisfa di più scoprirseli da se), morale naturalistica (tanto mai attuale visto che la natura si sta ribellando contro di noi per come la stiamo (mal)trattando e nel film è lei a dare la svolta alla battaglia finale) e contro il sistema guerrafondaio (non per niente i militari sono per lo più caratterizzati come dei rozzi idioti).

Poi ci sono anche delle note piuttosto negative, legate soprattutto al fatto che Cameron è uscito un pò dal suo confine prediletto (ovvero il "semplice", quanto da me adorato, kolossal) con questo film, che lega (o vorrebbe farlo a seconda dei punti di vista) alla tecnica ed abilità effettistica, ma anche all'estetica della rappresentazione cinematografica (estetica visiva con immagini di rara bellezza ambientale) una storia di natura universale, fatta di amore e sentimento.

Insomma mi è parso che la storia avesse connotazioni molto forti che non sono state affrontate con il desiderio di emozionare colpendo al cuore, in più qualche dialogo è abbastanza raccapricciante, anche se in questo caso i peggiori sono messi in bocca a personaggi che si caratterizzano, oltre per quanto sono, anche e soprattutto per quanto dicono.

Tornando alle cose che avrei voluto vedere ampliate, e non solo abbozzate, mi sarei aspettato di volare insieme a Sully di fronte al suo primo impatto con il suo avatar e quindi con le sue nuove gambe, invece le scene dedicategli non emozionano più di tanto.

Poi la storia con la nativa non è certo memorabile (soprattutto prima del finale che invece mi è parso efficace), e non sono sempre approfondite le motivazioni dei comportamenti (i tempi cinematografici incombono, ma si sarebbero potuti spendere un pò di minuti per cercare di rendere più reale l'entrata del marine nella tribù e nel cuore della femmina), per quanto quello che conta sia il contorno ed il succo del discorso.

Infine capitolo a parte per il discorso 3D, tecnica che secondo me induce a sviare l'attenzione, qui almeno ad un certo punto mi è girata un pò la testa (cioè insomma la trovo un'ottima cosa se applicata per regalare profondità ad alcune scene rilevanti, meno coinvolgente se diviene assoluta protagonista della scena).

Risultato complessivo molto buono con riserva per quando lo potrò rivedere in Blue-ray in 2D e pensarci un pò di più (al cinema non sono sempre molto concentrato dall'inizio alla fine), per adesso rimane un grande film di intrattenimento (in questo assolutamente il migliore degli ultimi tempi per me) che avrebbe potuto (voluto?) essere qualcosa di più, ma non vi riesce completamente.

Su James Cameron

VOTO : 7,5.
Dal punto di vista della spettacolarità niente da dire, conferma di essere il numero uno indiscusso, anche se qui prova a volare più in alto che in altri suoi film e non ci riesce completamente.

Su Sam Worthington

VOTO : 6,5.
Tutto sommato non male, anche se non viene certo richiesta una grande recitazione.

Su Zoë Saldana

VOTO : N.G.
Va bene tutto, mami pare impossibile darle un voto.

Su Sigourney Weaver

VOTO : 6/7.
Un piacere rivederla in un film del genere, anche se il tempo scorre inesorabile, risulta sempre attinente al contesto.

Su Giovanni Ribisi

VOTO : 6.
Era molto promettente, qui sufficiente senza nulla più.

Su Michelle Rodriguez

VOTO : 6.
C'è, ma ci potrebbe essere chiunque al suo posto, anche se per la decisione in un paio di scene mi ricorda la Vasquez di !Aliens".

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati