Trama

Rino e Cristiano Zena sono padre e figlio e sono una famiglia perché la madre se n'è andata e loro vivono soli. Cristiano potrebbe essere un adolescente come tanti, ma è Rino a non essere un padre come gli altri: disoccupato, emarginato, violento, alcolista, tenuto sotto controllo dall'assistenza sociale che minaccia di revocargli la custodia del figlio. Rino, tuttavia, ama Cristiano e si dedica a lui con tenerezza ed è con vero affetto che lo educa alla violenza e al culto della forza.

Note

Salvatores tiene insieme il tutto con un linguaggio asciutto e nervoso e una andatura piuttosto muscolare. Le scelte attoriali sono meno felici del solito (Germano gigioneggia, Timi è una presenza suggestiva ma dal tono teatrale, il giovane Alvaro Caleca dà il meglio a partire dalla tragedia e Fabio De Luigi non è irresistibile nei panni di un improbabile assistente sociale). Qua e là il copione avrebbe avuto bisogno di qualche rifinitura in più. Ma si esce dal film con la sensazione di aver passato del tempo con un cinema dotato di una energia, come dire, animale.

Commenti (9) vedi tutti

  • Trasposizione non fedelissima dell'omonimo, eccellente romanzo di Ammaniti. Preso come oggetto a se stante resta però un film di squisita fattura ingiustamente bistrattato dalla critica.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • Semplicemente eccezionale!

    commento di ferdinando menconi
  • Attori fuori ruolo (incredibile ma vero..) e una regia che non riece mai a rendere cinematografico il soggetto tratto dal libro di Ammanniti già di per sè poco adattabile al grande schermo.

    commento di Pugno
  • Salvatores ha fatto di molto meglio e qui sinceramente era proprio meglio il libro di Ammaniti a differenza di "Io non ho paura". Cmq sempre meglio di qualsiasi prodotto medio italiano e Filippo Timi convince.

    commento di Stuntman Miglio
  • Il film mi è piaciuto abbastanza… rspecchia una delle tante realtà che si vivono in italia al giorno d'oggi.A mio avviso diretto molto bene…Tanti Saluti ^_^NewFilmology

    commento di newfilmology
  • A me non è piaciuto per nulla,non mi ha trasmesso nessuna emozione.Nemmeno lontanamente paragonabile a Io non ho paura.

    commento di primavera63
  • Poco riuscito, non sa dove andare. Timi sprecato.

    commento di Ewan
  • Film difficile , ma in parte riuscito di Salvatores che per la seconda volta è alle prese con un libro . In questo caso però ci sono più limiti e ne risente anche la sceneggiatura. Comunque un lavoro interessante

    commento di herbie
  • Un salutare pugno nello stomaco, con molte sbavature ma da prendere o lasciare.

    commento di satura
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

alexio350 di alexio350
6 stelle

In alcuni sobborghi sperduti nel nulla, Rino (Filippo Timi) è un padre disoccupato, incline alla violenza e con un figlio a carico (Alvaro Caleca). Intorno a loro gira Quattroformaggi (Elio Germano), il matto del villaggio, apparentemente innocuo ma in realtà pronto a commettere un efferato crimine.   Salvadores prende un romanzo di Ammaniti per questo film che parla (come… leggi tutto

16 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

supadany di supadany
8 stelle

VOTO : 6/7. Imperfetto, ma decisamente coraggioso, questo lavoro di Salvatores, lontano in tutto e per tutto anni luce da quanto la gente voglia vedere e sentire (ed aggiungerei soprattutto a Natale quando il film è uscito al cinema). Rabbia ed emarginazione sociale in un contesto, zona di cave nel ricco nord est, che ne amplifica la portata, personaggi sopra le righe (filo nazisti,… leggi tutto

25 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

sasso67 di sasso67
2 stelle

Non so cosa pensi Salvatores di questo suo film, ma dubito che ne sia rimasto intimamente soddisfatto. Secondo me è uno dei lavori meno riusciti, secondo forse al solo Amnèsia, del regista di Mediterraneo. Si nota una qualche continuità con l'altro film ammanitiano di Salvatores, Io non ho paura (che comunque è infinitamente più riuscito) per le tematiche, come l'infanzia difficile e una… leggi tutto

12 recensioni negative

2017
2017

Recensione

berkaal di berkaal
6 stelle

Dove si dimostra che un padre alcolizzato, violento, razzista e nazista non è il peggiore dei padri possibili. Dove si dimostra che un amico sensibile, timorato di Dio, amante degli animali e dei presepi può essere il peggiore degli amici possibili. Protagonista è il freddo e grigio nord est italiano, la sua sporcizia, la sua miseria, fuori e dentro, la sua disperazione. Una…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

alexio350 di alexio350
6 stelle

In alcuni sobborghi sperduti nel nulla, Rino (Filippo Timi) è un padre disoccupato, incline alla violenza e con un figlio a carico (Alvaro Caleca). Intorno a loro gira Quattroformaggi (Elio Germano), il matto del villaggio, apparentemente innocuo ma in realtà pronto a commettere un efferato crimine.   Salvadores prende un romanzo di Ammaniti per questo film che parla (come…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
2015
2015
Trasmesso il 24 ottobre 2015 su Rai Movie
Filippo Timi, Alvaro Caleca
Foto

Recensione

Utente rimosso (LGiulia) di Utente rimosso (LGiulia)
7 stelle

Film sicuramente fuori dagli schemi, "Come Dio comanda", mette in scena una realtà dura, forte e schiacciante, che fa piacere vedere ancora esistente al cinema.  Molto toccante e centrale nel film, è il rapporto fra padre e figlio: un rapporto che non viene spesso analizzato e, anzi, il più delle volte viene dato insulsamente per scontato.  Di per sé la…

leggi tutto

The Dark Side

GIANNISV66 di GIANNISV66

"When you seal my fate, sorrow turns to hate If I can see a light shining Is this borrowed time maybe a final time That I can see a light shining?"   (I see your face from Draconian Times, Paradise…

leggi tutto

Recensione

barabbovich di barabbovich
2 stelle

In una notte di pioggia, nella provincia friulana un borderline disadattato e visionario (Germano) insegue una ragazza in motorino (Leo), tenta un amplesso in mezzo a un bosco e in un "impeto amoroso" la uccide. Sconvolto, chiama Rino (Timi), l'unico amico che ha, un altro disadattato con esoftalmo, razzistissimo e filonazista che vive in una stamberga col figlio quattordicenne (Caleca),…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti
2014
2014
Trasmesso il 17 dicembre 2014 su Rai Movie
Trasmesso il 9 dicembre 2014 su Rai Movie
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2013
2013

Recensione

ezio di ezio
8 stelle

Dramma che viene dal basso,dagli emarginati dai folli con il cervello inzuppato di idee filonaziste e di ambienti ai limiti della societa' civile aiutato da un Friuli piovoso,plumbeo,tetro.Timi e Germano che recitano ai limiti della follia e Fabio De Luigi in versione drammatica,distante anni luce dalla commediaccia dei suoi ultimi lavori.Un gran bel film....per me tra buono e ottimo.

leggi tutto
Recensione

Recensione

uccio di uccio
6 stelle

Oltre a essere un film diretto da Gabriele Salvatores, Come Dio comanda è anche l'ultimo libro di Niccolò Ammaniti che ho letto. Devo dire che fino a quel momento la prosa di Ammaniti mi aveva sempre intrigato; proprio con questo romanzo la sua formula (spesso simile di libro in libro) aveva iniziato a mostrare la corda e il risultato non mi era sembrato del tutto soddisfacente. Lo stesso…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Trasmesso il 5 marzo 2013 su Rai Movie
2012
2012

Padri e figli (maschi)

Redazione di Redazione

Relazione primaria, assoluta: parlare del rapporto, nel cinema come ovunque, tra il padre e il figlio maschio (o i figli se più di uno) significa aprire un elenco sterminato. Abbiamo atteso a lungo prima di affrontare…

leggi tutto
Playlist

Recensione

sasso67 di sasso67
2 stelle

Non so cosa pensi Salvatores di questo suo film, ma dubito che ne sia rimasto intimamente soddisfatto. Secondo me è uno dei lavori meno riusciti, secondo forse al solo Amnèsia, del regista di Mediterraneo. Si nota una qualche continuità con l'altro film ammanitiano di Salvatores, Io non ho paura (che comunque è infinitamente più riuscito) per le tematiche, come l'infanzia difficile e una…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

marcopolo30 di marcopolo30
8 stelle

Un film che meriterebbe due giudizi ben distinti: da un lato, trattandosi della trasposizione di un'opera letteraria, la fedeltà al testo originale lascia molto a desiderare. Certo non poteva essere altrimenti visto che -contrariamente a “Io non ho paura”- questo libro di Ammaniti presenta tale quantità di situazioni e personaggi da non permetterne una buona resa in…

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito