Espandi menu
cerca
La canarina assassinata

Regia di Daniele Cascella vedi scheda film

Recensioni

L'autore

FilmTv Rivista

FilmTv Rivista

Iscritto dal 9 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 222
  • Post 80
  • Recensioni 6292
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su La canarina assassinata

di FilmTv Rivista
6 stelle

Tema sentito quello delle difficoltà produttive del cinema nostrano. Almeno dagli addetti ai lavori, a cui l’opera prima di Daniele Cascella potrebbe piacere. Cinema sul cinema, nel cinema e per il cinema. Gioco di parole che si realizza attraverso una mise en abîme (spettacolo nello spettacolo) che sceglie di tingere un noir intimista di ironia e di thriller. Tanti (forse troppi) gli ingredienti, per raccontare le disavventure di un regista italiano desideroso di realizzare il proprio film. Struttura complessa, nonostante la trama possa apparire ripetitiva, tutta o quasi posta in opera in interni. Il disvelamento è progressivo, e i colpi di teatro costruiscono ben tre livelli metacinematografici. Curiose le analogie con Il nostro messia di Claudio Serughetti, sebbene meno riuscito. Medesimo sguardo a Pasolini, stessa vena onirica. Remo Remotti è il Dio del Cinema, figura astratta in una sala vuota che prende il nome di Paradiso Deserto. Un piccolo omaggio, realizzato con pochissimi mezzi, discontinuo a tratti, ma sorretto da un ottimo impianto sonoro. Opera prima che fa ben sperare, ma il dubbio - che il pubblico ordinario, lontano dai disagi del settore, possa apprezzarla - resta.

 

Recensione pubblicata su FilmTV numero 42 del 2008

Autore: Cristina Borsatti

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati