Trama

Un produttore cinematografico, noto per la sua spregiudicatezza e per la sua mancanza di scrupoli, trova “fortunosamente” una location a buon mercato per un film da far dirigere a un regista non più giovane ma dalla coscienza immacolata: una splendida villa immersa in un parco del viterbese. Quando il produttore, insieme ad alcuni attori e al regista, si trasferisce nella villa per la preparazione del film, incontra la proprietaria, Anna, una donna sofisticata, non più giovanissima ma ancora molto bella, che vive sola nella villa in compagnia del suo enigmatico maggiordomo, Raffaele. La finzione del mondo del cinema riverbera negli atteggiamenti e nei rapporti dei suoi protagonisti rivelando senza pietà la sua incresciosa bassezza. Ma la “vita vera”, quella che dovrebbe essere rappresentata da Anna e da Raffaele, si rivelerà non meno finta di quella cinematografica: gli ospiti “cinematografari” non sono lì per caso. Dietro la loro presenza c’è una vendetta in attesa di essere compiuta, e che si compirà, certo, a scapito della vittima designata.

Note

Cinema sul cinema, nel cinema e per il cinema. Gioco di parole che si realizza attraverso una mise en abîme che sceglie di tingere un noir intimista di ironia e di thriller. Tanti (forse troppi) gli ingredienti, disvelamento progressivo, e colpi di teatro che costruiscono ben tre livelli metacinematografici. Opera prima che fa ben sperare, ma il dubbio - che il pubblico ordinario, lontano dai disagi del settore, possa apprezzarla - resta.
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

sasso67 di sasso67
4 stelle

Filmetto con qualche pretesa, che, almeno all'inizio, sembra avere ambizioni di apologo surreale, ma si perde in troppi insipidi cascami della commedia all'italiana. A un certo punto, non si capisce più dove finisca la povertà di mezzi e dove inizi quella di idee. Decenti, comunque, sono gli interpreti, a cominciare da Paolo De Vita (il maggiordomo) e Caterina Vertova (la signora). leggi tutto

2 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
6 stelle

Tema sentito quello delle difficoltà produttive del cinema nostrano. Almeno dagli addetti ai lavori, a cui l’opera prima di Daniele Cascella potrebbe piacere. Cinema sul cinema, nel cinema e per il cinema. Gioco di parole che si realizza attraverso una mise en abîme (spettacolo nello spettacolo) che sceglie di tingere un noir intimista di ironia e di thriller. Tanti (forse troppi) gli… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

LorCio di LorCio
7 stelle

Ad oggi, novembre 2008, i migliori film italiani di questo inizio di stagione rischiano di essere due opere prime, per di più commedie. Uno è il Pranzo di ferragosto che ha sbancato inaspettatamente al botteghino, l’altro è questo La canarina assassinata. Non è un film impeccabile, ma riguardo Cascella, De Gregori potrebbe dire: “il ragazzo si farà… leggi tutto

1 recensioni positive

2015
2015

Recensione

sasso67 di sasso67
4 stelle

Filmetto con qualche pretesa, che, almeno all'inizio, sembra avere ambizioni di apologo surreale, ma si perde in troppi insipidi cascami della commedia all'italiana. A un certo punto, non si capisce più dove finisca la povertà di mezzi e dove inizi quella di idee. Decenti, comunque, sono gli interpreti, a cominciare da Paolo De Vita (il maggiordomo) e Caterina Vertova (la signora).

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2011
2011

Recensione

barabbovich di barabbovich
4 stelle

La villa nel viterbese di una vedova in bolletta (Vertova) è il set nel quale si dovrebbe girare l'opera seconda di un regista giovane e idealista (Oliva). Il produttore (Armando) non ha una lira, il protagonista principale (De Virgilio) pensa soltanto al sesso e tra le maestranze c'è chi si innamora e chi si diverte. Ci scappa anche il morto. Il colpevole non sarà mica…

leggi tutto
Recensione

Metacinema

Redazione di Redazione

Cinema cannibale, che si nutre di se stesso. Cinema che racconta il cinema, che mostra il cinema, che mostra il farsi del cinema. Storie contenute dentro a storie che parlano di storie  che si riferiscono a storie....…

leggi tutto
2009
2009
2008
2008

Recensione

LorCio di LorCio
7 stelle

Ad oggi, novembre 2008, i migliori film italiani di questo inizio di stagione rischiano di essere due opere prime, per di più commedie. Uno è il Pranzo di ferragosto che ha sbancato inaspettatamente al botteghino, l’altro è questo La canarina assassinata. Non è un film impeccabile, ma riguardo Cascella, De Gregori potrebbe dire: “il ragazzo si farà…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
6 stelle

Tema sentito quello delle difficoltà produttive del cinema nostrano. Almeno dagli addetti ai lavori, a cui l’opera prima di Daniele Cascella potrebbe piacere. Cinema sul cinema, nel cinema e per il cinema. Gioco di parole che si realizza attraverso una mise en abîme (spettacolo nello spettacolo) che sceglie di tingere un noir intimista di ironia e di thriller. Tanti (forse troppi) gli…

leggi tutto
Recensione
Uscito nelle sale italiane il 22 settembre 2008
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito