Trama

Ray e Ken sono due contract killer, assassini su commissione freddi e spietati, costretti dal loro boss a rifugiarsi nella tranquilla città d'arte fiamminga dopo che l'ultima loro missione, l'omicidio di un prete è andata storta per colpa di Ray, provocando la morte di un bambino. E mentre in Ray cresce il senso di colpa, Ken si distrae visitando la città, i suoi monumenti e i suoi musei, in attesa di direttive dall'alto. Nel frattempo si inseriscono progressivamente in uno strano flusso di incontri abbastanza surreali: turisti e locali, prostitute e una troupe cinematografica che gira in città. Fino a che arriva l'ordine del boss, destinato a cambiare ancora l'ordine delle cose.

Note

La classica storia che all’inizio ti respinge, poi ti prende piano piano e ti aggancia senza appello. La sceneggiatura trasuda il rigore di una lunga frequentazione col teatro, ad alto tasso di ironia e con la musica sobria di Carter Burwell. Si cita Orson Welles e Carlito’s Way, si respira aria di Scorsese discutendo di salvezza e legittimità del suicidio. Con la naturalezza e la meditata intelligenza di un’ottima opera prima.

Commenti (27) vedi tutti

  • Penoso.Un spot pubblicitario su Bruges mentre la sceneggiatura fa acqua da tutte le parti. Il mix tra commedia alla francese e noir non funziona mai. E le smorfie di Colin Farrell per adattarsi a un ruolo non suo lo rendono ridicolo.

    commento di Clochard
  • "In Bruges" sacrifica il non senso della vita sull'altare della farsa seppellendolo sotto alla spessa coltre d'idiozia che la nemesi dell'autoredenzione vomita fuori dall'autoanalisi demenziale a chiosa d'opera: il “significato”, la “morale”, per l'appunto, della tragedia ridicola.

    leggi la recensione completa di mck
  • Una consapevolezza esistenziale di dolente gravità.

    leggi la recensione completa di IlGranCinematografo
  • Indotta, dalla visione di I tre manifesti a Ebbing Missouri, a verificare le mie conclusioni attraverso la ri-visitazione di questo film del 2008.

    leggi la recensione completa di laulilla
  • Dialoghi molto divertenti per quasi tutto il film! solamente il finale mi è parso "troppo scontato"

    commento di petepec
  • Mix perfettamente riuscito di dramma, black comedy e thriller. L'opera prima di Martin McDonagh rimane uno dei migliori esordi degli ultimi anni.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • In Bruges dura 1h e 47 minuti ma il tempo sembra volare con questo film, grazie ai dialoghi esilaranti,ad un ottimo cast tra cui spicca Colin Farrell(consiglio di vedere il film in lingua originale ),e ad un ritmo fantastico.

    leggi la recensione completa di DjangoFreeman
  • Gustosa black comedy con punte "metafisiche"; la faccia da schiaffi di Farrell è impagabile. Non mancano scene "splatter". Bello il setting, la scena del campanile (hitchockiana), bravissimi tutti gli attori, ritmo serratissimo.

    commento di almodovariana
  • i due protagonisti fanno di tutto per essere antipatici,il loro linguaggiio fa schifo come tutto il film…

    commento di wang yu
  • VOTO: 7/10. Incredibilmente mi è piaciuto.

    commento di prelelle
  • bellissimo

    commento di manuelascali
  • Un bel film, che deve molto a Pinter. Molto interessanti l'analisi dei personaggi principali e l'ambientazione.

    commento di fornarolo
  • Bello… da gustare fino alla fine, o quasi. Il finale proprio non mi è piaciuto. Peccato.

    commento di sillaba
  • Un buon film, zeppo di dialoghi irresistibili e con buone caratterizzazioni(ottimo brendan gleeson). Incredibilmente cinico il finale.

    commento di sbrillo
  • Bello bello!Mi è piaciuto davvero tanto.Commedia un pò grottesca con momenti davvero esilaranti,ma anche più cupi e drammatici.Ambientazione stupenda, "un fottuto paese delle favole".Ottimo lavoro da parte del cast.

    commento di SaintlySinner
  • Bellissimo, per il paesaggio, per la differenza tra i 2 protagonisti, e comunque x l'atmosfera che si respira in tutto il film. da vedere!

    commento di paolofm
  • Discretto thriller sorreto meglio dagli attori più che dalla sceneggiatura o dal regista.

    commento di IGLI
  • Decisamente un film riuscitissimo con alcune scene esilaranti e altre dall'altissimo contenuto drammatico, il tutto in un crescendo che cattura piano piano lo spettatore. Voto 7,5

    commento di jeffwine
  • Una piccolo film riuscitissimo e a tratti spassoso, ricco di contenuto e ben realizzato, e ha dalla sua un cast in grande forma che regala dei bei momenti.

    commento di mosca
  • Voto 7,5!

    commento di Mr Blonde
  • Ottimo film, girato con "sapida" eleganza, non liquidabile affatto, ma liquido, del liquore migliore.

    commento di Johnny Depp
  • Splendido gioiellino. Dialoghi brillanti, attori perfetti e una Bruges davvero bella. Anche la trama alla fine risulta interessante, ma in fondo è quasi secondaria. Assolutamente da vedere. Una delle sorprese dell' anno.

    commento di Mulligan71
  • Film inconsueto ambientato in una Bruges tanto bella quanto malinconica, posto ideale per una storia strampalata e surreale, grottesca come i quadri di Bosch che però lo sono molto molto di più. Bravi gli attori.

    commento di pace
  • l'elogio alla stupidità. Un film brutto pieno di citazioni di film che vorrebbe imitare invano. pessimamente recitato.Oltretutto è pure noioso!

    commento di maybe
  • Un 'noir' originale e spassoso, ben fatto, dialoghi ottimi, attori molto convincenti, storia semplice ma d'effetto. Da non perdere.

    commento di NCC1701
  • Il filmetto è gradevole, grottesco con humor intelligente e sufficiente, erotismo tutto mediocre ma lo salva tutto la bella musica e le scene d'impegno, di tensione …

    commento di Utente
  • magnifico thriller, noir, black comedy! Emozionante e avvincente, ricco di tante sfacettature e spunti di pensiero. Peccato che le logiche distributive (chissa' perche') lo abbiano fatto uscire a meta' maggio. DA VEDERE ASSOLUTAMENTE!!!

    commento di catsandbears
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Immorale di Immorale
8 stelle

La protagonista principale del film è Bruges, sognante e fiabesca cittadina delle Fiandre adagiata fra i suoi canali e le sue memorie medioevali, circondata dalla foschia e dalle nebbie del suo clima autunnale. Perchè Bruges è una città autunnale, non c'è migliore stagione per visitarla, in quel periodo dà il meglio di sé ed è pronta ad… leggi tutto

59 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

miawallace di miawallace
6 stelle

E' un film strano questo In Bruges. Strano perchè da subito non è chiaro quale sia il registro che McDonagh voglia usare. A momenti sembra di stare dalle parti di Lock & Stock e The Snatch per lo humor nero e le battute scambiate dai protagonisti, poi improvvisamente le scene si fanno fortemente drammatiche, e scompare qualsivoglia componente umoristica. Non sempre però… leggi tutto

11 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Kurtisonic di Kurtisonic
4 stelle

L’ambizione di questo film è di partire con le variazioni sul tema, (il titolo italiano In Bruges, la coscienza dell’assassino non è uno stravolgimento) con inserimento di contenuti e di registri narrativi differenti per arrivare a costruire un film di genere, diciamo una commedia noir. Il regista Mc Donagh opta per la scelta contraria a quella che convenzionalmente nel cinema di un certo… leggi tutto

7 recensioni negative

2019
2019
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2018
2018
Trasmesso l'11 dicembre 2018 su Rai Movie
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Trasmesso il 9 novembre 2018 su Rai Movie
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

mck di mck
7 stelle

  Cosa fare a Bruges quando sei morto.   “In Bruges”, il lavoro d'esordio (per quanto riguarda il campo cinematografico, avendo il regista e commediografo già nel curriculum due trilogie e altre opere teatrali) nel lungo (dopo il corto “Six Shooter” e prima di “Seven Psychopaths” e “Three Billboards Outside Ebbing,…

leggi tutto

Recensione

omero sala di omero sala
8 stelle

          Bruges è una bellissima città medioevale delle Fiandre, nel Belgio fiammingo, proclamata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2000 e capitale europea della cultura nel 2002: un incantevole luogo turistico ricco di storia, con piazze e canali, angoli fiabeschi e misteriosi, chiese e palazzi, musei e torri…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

IlGranCinematografo di IlGranCinematografo
8 stelle

  Un senso di colpa più pesante di un macigno tortura la coscienza dell'assassino alle prime armi Colin Farrell, avvicinato al mestiere dal sicario professionista Brendan Gleeson: ha ucciso un bambino per errore. Si sveglia piangendo ed è convinto di doversi punire col suicidio, ma il collega gli spiega che ammazzarsi a propria volta darebbe soltanto ragione all'innata…

leggi tutto
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 9 voti
vedi tutti

Recensione

laulilla di laulilla
9 stelle

In Bruges-La coscienza dell’assassino, presentato nelle nostre sale nel maggio del 2008, ebbe un notevole successo di pubblico: costituiva per gli spettatori del cinema il primo incontro con Martin McDonagh, l’inglese di origini irlandesi affermato soprattutto come regista teatrale, molto apprezzato nel Regno Unito e in altri paesi anglofoni. Alla sua uscita, questa sua pellicola…

leggi tutto
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2017
2017
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
2016
2016
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

andry10k di andry10k
8 stelle

Martin McDonagh esordisce con un film molto più complicato di quanto si potesse pensare. Per quanto sia un elegantissimo noir con tratti di grottesco dalla trama semplice e risvolti anche prevedibili, ha scatenato in me tantissime emozioni contrastanti creandomi più di una volta un senso di straniamento non indifferente.     La storia si presenterebbe con un perfetto…

leggi tutto

Recensione

Ferro 3 di Ferro 3
8 stelle

Cosa ha portato l'esordiente Martin McDonagh a scegliere la medioevale e poco conosciuta Bruges come location/ambientazione dell'omonimo film? Sicuramente la sua bellezza. Gioiello gotico stracolmo di svettanti torri campanarie, imponenti chiese che toccano il cielo, fiumiciattoli placidi, parchi incantati, Bruges diventa la vera star della prima opera di McDonagh, luogo d'esilio per due…

leggi tutto
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito