Espandi menu
cerca
Hellboy II. The Golden Army

Regia di Guillermo Del Toro vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Immorale

Immorale

Iscritto dal 10 agosto 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 123
  • Post 39
  • Recensioni 383
  • Playlist 20
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Hellboy II. The Golden Army

di Immorale
8 stelle

Una nuova minaccia richiede l’intervento di Hellboy: Nuada, principe di un regno dimenticato da millenni, intende risvegliare l’invincibile esercito dorato e conquistare la terra.


Sequel dell’introduttivo film del 2004, questo lavoro di Del Toro provvede a sviluppare maggiormente il retroterra supereroistico del cialtronesco diavolone senza corna. Lo troviamo, quindi, alle prese con problemi di convivenza con la sua “fiammeggiante” compagna e impegnato in continui litigi con i suoi capi. Il personaggio, d’altronde, assolutamente originale nel panorama fumettistico dal quale proviene, nasce alternativo rispetto all’idea comune di eroe che tutti abbiamo in mente. Meno ipocrita, quindi (tutti i tizi in calzamaglia sono in realtà egocentrici e pieni di sé dietro una maschera proba di facciata), ma comunque bisognoso di accettazione e visibilità. Questo semplicistico assunto risulta, probabilmente, l’unico difetto di un film in tutti gli altri aspetti molto spettacolare. Riconduce la trama “extra azione” ad una ripetizione di cliché già visti e situazioni abusate, riproposte in sterile salsa di striminziti predicozzi sull’accettazione del diverso e sul farsi carico delle proprie responsabilità; ma per fortuna sua e nostra, al netto di questa debolezza di scrittura, il talento di Guillermo Del Toro risiede altrove e cioè nella sua  capacità di creare paesaggi e personaggi visivamente accattivanti nella loro estetica goticheggiante, in un eccelso senso del ritmo e dell’azione, nel dosare con sapienza gli esuberanti effetti speciali e nel centrifugare il tutto con buoni in­serti umoristici. Capacità queste che fungono da valore aggiunto all’ottima caratterizzazione del personaggio data da uno spumeggiante Ron Perlman, impeccabilmente simpatico nei fracassoni panni del protagonista, ottimo incassatore (di pugni e freddure) e capace egli stesso di rifilare tanto botte da orbi quanto battutacce da impenitente diavolaccio.
 

Sulla trama

Discreta.

Su Guillermo Del Toro

Buona.

Su Ron Perlman

Ottimo.

Su Selma Blair

Graziosa.

Su Doug Jones

Squamato.

Su Luke Goss

Albino.

Su Jeffrey Tambor

Simpatico.

Su Anna Walton

Tragica.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati