Espandi menu
cerca
Il grande racket

Regia di Enzo G. Castellari vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mmciak

mmciak

Iscritto dal 3 settembre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 55
  • Post 9
  • Recensioni 2301
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il grande racket

di mmciak
8 stelle

 "Il grande racket" diretto nel 1976
da Enzo G. Castellari,devo dire che l'ho
trovato un piccolo gioiellino.

La storia si svolge a Roma,dove l'ispettore
Nico Palmieri,indaga su un grande racket
che c'è in città,e non sa come accusarli
e ha trovare prove contro di loro.

Ma non sa che questo costerà migliaia
di vite umane con risvolti inaspettati
su tutti i fronti.

Il Film si colloca nel "Poliziottesco"
o "Poliziesco all'Italiana",dove 
Enzo G. Castellari,era un grande esponente,
e qui si vede che ci sapeva fare con la
macchina da presa e alle sparatorie,
e riesce a coinvolgerti per l'intrigo
della vicenda,anche se alla fine c'è
sempre lo stesso motivo,cioè la vendetta.

Come tematiche il Film,è sulla stessa
linea del "Cittadino si ribella",
realizzato due anni prima,ma anticipa
"Il giustiziere della notte" come idea
di fondo,e riesce ad andare in profondità
e scavare nella vita dei primari e
comprimari miscelando il filone con
il "Thriller-Noir" e il "Western urbano",
e non andando sul sottile nelle scene di violenza
su tutti,compresa una violenza carnale,
a una giovane figlia di un commerciante,
che dopo il fattaccio diventa matto.

Il regista non si risparmia la solita
bacchettata alle istituzioni e alla polizia,
dove i commercianti non sono protetti e
devono sempre arrangiarsi per conto loro,
ma quando scatta la denuncia,
scattano le cattivissime rappresaglie.

Il "marchio di fabbrica" del regista
è anche un montaggio che utilizza molto
il rallenty e di costruire una vicenda
che va dal verosimile all'inverosimile
fino all'estremo,che poi era la sua
particolarità più frequente e di
ritmare l'azione in un modo perfetto,
coinvolgendoti alla vicenda.

Infatti a mio parere risulta la storia
del campione del "tiro a piattello",
che mentre è in attesa del treno collabora
in una sparatoria con i poliziotti.

Da segnalare la direzione degli Attori,
soprattutto Fabio Testi,che si trova
all'inizio a far rispettare la legge,
forse con metodi cattivi,per poi trasgredirla
in un modo così palese e violenta per fare
giustizia da se.

Nel Cast figurano:

Renzo Palmer-Vincent Gardenia-Orso Maria Guerrini-
Glauco Onorato-Marcella Michelangeli e oshua Sinclair.

In conclusione un buon Film,
dove finisce con una sparatoria
piena di sangue,degna di Sam Peckipah,
e dove c'è un pessimismo e una cattiveria
di fondo,che ti stritola in tutto il seguire del
Film fino a esplodere.  

Il mio voto: 7.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati