Espandi menu
cerca
Cover Boy. L'ultima rivoluzione

Regia di Carmine Amoroso vedi scheda film

Recensioni

L'autore

FilmTv Rivista

FilmTv Rivista

Iscritto dal 9 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 221
  • Post 80
  • Recensioni 6292
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Cover Boy. L'ultima rivoluzione

di FilmTv Rivista
8 stelle

Vita agra di Ioan e Michele, uno romeno l’altro romano, almeno d’adozione. Uno scappato dalla miseria nera, l’altro emigrato dall’Abruzzo per fare le pulizie alla stazione Termini. Storia di esistenze con il contratto a termine, di sogni e bisogni, di ordinaria precarietà, anche degli affetti. Sempre più di straordinaria attualità. «Se non hai qualcuno che ti aiuta sei straniero in patria» è la morale. Commedia dallo sguardo gay, pochissimo gaia ma lieve nel tocco. Girata in digitale alta definizione da Carmine Amoroso, tornato al cinema dopo Come mi vuoi, tanti anni fa, regista a cui piace accarezzare con l’obiettivo i corpi dei suoi protagonisti. Che al mare fanno il bagno nudi e i giochi nell’acqua. Poi Ioan incontra una fotografa che lo porta a Milano, gli regala l’illusione della svolta ma anche lo trasforma in un’icona dello scandalo: è il marketing, bellezza. Il film ha girato i festival di mezzo mondo prima di trovare una meritata distribuzione in sala. Lo stile è quasi da docufiction, anche se lontano dai drammi neorealisti, con un prologo sulla rivoluzione post-comunista forse superfluo. Partecipazione amichevole di Luciana Littizzetto, affittacamere zitella acidella che sognava di fare l’attrice.

 

Recensione pubblicata su FilmTV numero 13 del 2008

Autore: Andrea Giorgi

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati