Espandi menu
cerca
L'amico americano

Regia di Wim Wenders vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bradipo68

bradipo68

Iscritto dal 1 settembre 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 263
  • Post 30
  • Recensioni 4749
  • Playlist 174
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su L'amico americano

di bradipo68
8 stelle

passato il periodo europeo di Wenders con questo film si comincia ad avvicinare al cinema americano dal suo personalissimo punto di vista.Prende un romanzo della Highsmith(che non gradi'l'allestimento wendersiano)e lo carica di tutta una serie di suggestioni personali estranee al romanzo da cui il film è originato.C'è un grandissimo confronto tra la scuola europea di recitazione(Ganz)e quella americana(Hopper),c'è un gruppetto di grandi registi(Fuller ,Ray,Eustache)che si presta a recitare personaggi sull'orlo del delirio con ammirevole immedesimazione e soprattutto c'è una relazione empatica indefinibile che si viene a instaurare tra l'introverso corniciaio amburghese e il poco limpido mercante d'arte americano .Si vede che a Wenders interessa poco il lato thrilling della storia,gli interessa mettere in scena due protagonisti assolutamente diversi:quanto piu'introverso uno è estroverso l'altro,quanto è piu'impacciato l'uno nelle missioni che gli sono state date da completare,tanto è piu'sbrigativo e brillante l'altro,capace sempre di trovare la soluzione giusta,quanto è piu'legato alla sua famiglia l'uno(in fondo visto che ha pochissimo da vivere accetta di diventare killer per avere la futura agiatezza della moglie e del figlio) tanto è piu'ostinatamente solo l'altro.E poi Wenders getta uno sguardo inquieto e inquietante sulle citta'che i suoi personaggi percorrono:citta'fredde con case color pastello o lugubri ammassi di cemento senza colore,all'apparenza quasi disabitate,inospitali un degno contraltare alle meschinita'dei personaggi messi in scena,si aspetta una possibile redenzione ad ogni sfumar d'inquadratura invece niente e la tragedia attesa è li' a venire....

Su Nicholas Ray

cameo che impressiona

Su Lisa Kreuzer

non male

Su Dennis Hopper

magnetico

Su Bruno Ganz

ottimo

Su Wim Wenders

il film che sancisce il suo avvicinamento a lidi piu'commerciali

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati