Espandi menu
cerca
Heimat - La festa dei vivi e dei morti

Regia di Edgar Reitz vedi scheda film

Recensioni

L'autore

sasso67

sasso67

Iscritto dal 6 dicembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 90
  • Post 64
  • Recensioni 4478
  • Playlist 42
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Heimat - La festa dei vivi e dei morti

di sasso67
10 stelle

Si dispiega la grandezza di Heimat, a partire dall'emozionante illustrazione dell'albero genealogico delle famiglie Simon, Wiegand e Glasisch. Anche con i suoi difetti (l'interminabile "festa" nella quale i morti osservano i vivi), Reitz mette in mostra l'anima tedesca sotto nuova forma rispetto al passato. E crea, punti fermi della narrazione e della grande famiglia protagonista della saga, due figure femminili - Katharina (Gertrud Bredel) e Maria (Marita Breuer) - tra le più memorabili della storia del cinema. «È la possibilità della composizione di una sorta di epica del quotidiano ad affascinare Reitz, il quale vuole, attraverso questo grande affresco, restituire tutta la dignità che compete a quella dimensione privata dell' "essere tedesco", sempre sacrificata ed annullata a fronte dell'immagine pubblica riconosciuta alla Germania e alla sua gente» (Adriano Piccardi, Cineforum)

Cosa cambierei

N.B. Le cinque stellette sono per l'intera serie, poiché, nel complesso, l'ultimo episodio non è certo il migliore di quel grande evento cinematografico che resta Heimat.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati