Espandi menu
cerca
I guerrieri dell'anno 2072

Regia di Lucio Fulci vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 143
  • Post 16
  • Recensioni 9570
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su I guerrieri dell'anno 2072

di mm40
2 stelle

Scritto dal regista con Elisa Briganti, Dardano Sacchetti e Cesare Frugoni, I guerrieri dell'anno 2072 è il perfetto specchio del progressivo deterioramento del cinema italiano nel corso degli anni Ottanta e quindi della parabola discendente affrontata da Fulci nei suoi ultimi anni di carriera. Un fanta-thriller-politico/polemico-action intriso di buona volontà, ma dai risultati praticamente scadenti: c'è un po' di orwelliano 1984 (curiosamente, l'anno in cui il film esce), c'è un po' di peplum 'old style' e c'è tanto pressapochismo tipico dell'italica produzione di quel periodo (caratteristica destinata a rimanere ancora per lungo tempo, va comunque rimarcato). Nel cast vengono inseriti nomi di modesta levatura, ma sufficiente resa come quelli di Claudio Cassinelli, Jared Martin, Fred Williamson, Al Cliver e dell'esordiente sul grande schermo Eleonor Gold, ovvero la poco più che ventenne Eleonora Brigliadori. Le cupe musiche di Riz Ortolani contribuiscono a creare l'atmosfera, ma certo non sono fra i migliori parti creativi dell'autore; anche il valore di fondo della critica socio-politico-mediatica appare nettamente sminuito alla luce dei modesti mezzi produttivi della pellicola; in particolare risaltano per la loro miseria gli effetti speciali (d'altronde, si sa, gli anni Ottanta furono un periodo di grande sperimentazione in quanto a nuove tecnologie elettroniche). 2,5/10.

Sulla trama

2072: la gente è incollata alle tv; fra i programmi di punta, le sfide mortali (ultratecnologiche) dei gladiatori nel Colosseo. Fra le vittime designate, però, qualcuno decide di ribellarsi.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati