Trama

Le clienti di un centro di bellezza vengono uccise con un rituale agghiacciante: dapprima paralizzate con uno spillone, poi sventrate. Incaricato dell'indagine è un poliziotto che prende il caso alla leggera, finché non è sua moglie a rischiare la pelle...

Note

Giallo argentiano di una certa eleganza, con un ottimo inizio (il primo delitto, quello di Barbara Bouchet, è da antologia) e uno svolgimento più convenzionale. Cavara tenta comunque di rendere interessante l'ispettore interpretato da Giannini, e il cast femminile è davvero notevole. Splendido il titolo "zoologico"; colonna sonora (non di routine) di Ennio Morricone.

Commenti (3) vedi tutti

  • Uno dei titoli più fedeli alla filosofia argentiana, qui rispettata anche per contenuti e confezione. Assieme a Mio caro assassino è tra i più ricordati del filone "giallo all'italiana".

    leggi la recensione completa di undying
  • Pila di morti a Roma: s'aggira un maniaco che prima paralizza le sue vittime con un ago, poi le pugnala al ventre. Indaga l'ispettore Tellini (Giancarlo Giannini). Noiosetto, regia senza nerbo, brividi che fanno cilecca.

    commento di movieman
  • la bella bouchet e il finale a sorpresa non bastano a salvare questo giallaccio.

    commento di wang yu
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

undying di undying
6 stelle

Maria (Barbara Bouchet) subisce un'aggressione violenta, viene paralizzata con uno spillone conficcato nel collo, quindi sventrata in stato di coscienza. Il marito Paolo  (Silvano Tranquilli) è il primo sospettato perchè a conoscenza del fatto che la moglie è  ninfomane. Mentre il commissario Tellini (Giancarlo Giannini) -demotivato, distratto dalla bella moglie… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

Sinceramente credevo peggio prima di apprestarmi alla visone ma poi dopo il primo omicidio decisamente ben girato mi sono rapidamente ricreduto e ho cominciato a guardarlo con altro occhio,un po'piu'interessato.In effetti non è male,piu'che al primo Dario Argento forse anche per motivi di data guarda piu'all'opera del maestro del brivido Mario Bava ma senza essere pedissequamente derivativi.A… leggi tutto

4 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

Sulla scia del successo di Dario Argento (L'uccello dalle piume di cristallo, 1970, e Il gatto a nove code, 1971), anche Cavara prova a dirigere un giallo-thriller con tinte morboso-sessuali e con un titolo che comprenda in sè un animale. Purtroppo La tarantola dal ventre nero è un film moscio, sia nel ritmo che nella recitazione: e questo nonostante un cast di buon livello, il che… leggi tutto

3 recensioni negative

2017
2017

Recensione

undying di undying
6 stelle

Maria (Barbara Bouchet) subisce un'aggressione violenta, viene paralizzata con uno spillone conficcato nel collo, quindi sventrata in stato di coscienza. Il marito Paolo  (Silvano Tranquilli) è il primo sospettato perchè a conoscenza del fatto che la moglie è  ninfomane. Mentre il commissario Tellini (Giancarlo Giannini) -demotivato, distratto dalla bella moglie…

leggi tutto
2015
2015
2014
2014

Recensione

TheWarOfEcho di TheWarOfEcho
4 stelle

Una misteriosa serie di omicidi è seguita dal commissario Tellini, le cui piste portano ad uno centro estetico. Uno dei tanti prodotti che seguono, sia nel titolo che nelle tematiche, la scia del successo de "L'uccello dalle piume di cristallo" di Dario Argento ma senza riuscire ad eguagliare l'ispiratore. Di sequenze ricordabili c'è solo il primo omicidio e il resto è dimenticabile, colpo di…

leggi tutto
Recensione
2012
2012

Recensione

ezio di ezio
8 stelle

Film giallo anni settanta con il solito titolo bellissimo,titoli di testa tutti sullo splendido corpo della Bouchet e trama che si segue volentieri fino alla fine con un'incerto commissario, interpretato da Giannini.Questo genere di film hanno fatto la storia del cinema bis nostrano e si rivedono sempre volentieri.

leggi tutto
Recensione
2011
2011

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Sulla scia del successo di Dario Argento (L'uccello dalle piume di cristallo, 1970, e Il gatto a nove code, 1971), anche Cavara prova a dirigere un giallo-thriller con tinte morboso-sessuali e con un titolo che comprenda in sè un animale. Purtroppo La tarantola dal ventre nero è un film moscio, sia nel ritmo che nella recitazione: e questo nonostante un cast di buon livello, il che…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2009
2009

Cecità

Redazione di Redazione

Non vedenti, a volte anche invisibili. Una moltitudine come in Cecità, il film di Mereilles tratto dal lavoro del premio nobel Saramago, o solitari e disperati come la protagonista di Dancer in the Dark, una…

leggi tutto
Playlist
2008
2008

Recensione

giurista81 di giurista81
4 stelle

Qualche spunto interessante (carina l’idea dell’assassino che adotta lo stesso modus operandi con il quale un determinato tipo di vespa uccide la tarantola) e una regia che ricorre in abbondanza a soggettive e primi piani non sono sufficienti a dar vita a un prodotto convincente. La sceneggiatura è priva di quell’impronta capace di coinvolgere l’attenzione dello spettatore. Vuoi…

leggi tutto
Recensione

Recensione

will kane di will kane
6 stelle

Tra i numerosi tentativi di imitare il cinema delittuoso ed erogatore di brividi del primissimo Argento, con tanto di titolo "zoofilo" compreso, questo di Paolo Cavara è tra i più apprezzati e stimati dagli appassionati del genere thriller: il commissario Giannini indaga su omicidi compiuti facendo cadaveri in un beauty-center utilizzando la tecnica del ragno del titolo, quindi sventrando dopo…

leggi tutto
Recensione

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

Sinceramente credevo peggio prima di apprestarmi alla visone ma poi dopo il primo omicidio decisamente ben girato mi sono rapidamente ricreduto e ho cominciato a guardarlo con altro occhio,un po'piu'interessato.In effetti non è male,piu'che al primo Dario Argento forse anche per motivi di data guarda piu'all'opera del maestro del brivido Mario Bava ma senza essere pedissequamente derivativi.A…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

kotrab di kotrab
8 stelle

Uno dei gialli di derivazione argentiana meglio riusciti: i temi sono risaputi e si può indovinare l'assassino con una certa semplicità, nonostante i tentativi di portare lo spettatore fuori pista. Questi i difetti di sceneggiatura. I pregi stanno invece nella regia di Cavara che all'efficacia e alla professionalità non ha paura di aggiungere (mi pare) una tendenza alla lentezza, peraltro non…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2007
2007

Recensione

nicola81 di nicola81
8 stelle

Giallo dall’evidente matrice argentiana con almeno un omicidio (il primo) a dir poco entusiasmante per gli appassionati del genere. Cavara dirige con notevole eleganza e crea dei personaggi interessanti, ma la sceneggiatura di Lucile Laks (il soggetto è del produttore Marcello Danon) non è di quelle che brillano per inventiva. Nel cast figura anche Stefania sandrelli nei panni della moglie…

leggi tutto
Recensione

Recensione

gattopongo di gattopongo
6 stelle

Meticolosa imitazione Argentiana, forse tra le più riuscite,con un discreto senso dei luoghi, qualche iniezione di erotismo,una suspence abbastanza calibrata e un buon cast. Nessuna novita sul fronte (il filone è sempre quello a partire dal titolo) ma tutto sommato il film scorre benino e l'accompagnamento musicale di Morricone mette una certa nostalgia per un cinema che non si fa più.

leggi tutto
Recensione
2006
2006
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito