Espandi menu
cerca
Grissom Gang. Niente orchidee per Miss Blandish

Regia di Robert Aldrich vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alfatocoferolo

alfatocoferolo

Iscritto dal 20 marzo 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 93
  • Post 16
  • Recensioni 1848
  • Playlist 58
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Grissom Gang. Niente orchidee per Miss Blandish

di alfatocoferolo
7 stelle

Dal capolavoro di J. H. Chase, Aldrich tira fuori un film teso e intenso che getta un occhio sull'America del proibizionismo e degli anni di piombo.

Dopo aver letto il bellissimo noir di James H. Chase, mi aspettavo sicuramente qualcosa di diverso a partire dalle prime battute. La Barbara Blandish di Chase è una ragazza dai capelli rossi e la pelle vellutata, bella da ferire gli occhi, qui abbiamo una sciatta e per nulla bellissima Kim Darby, scadente anche come attrice. Difficile che la realtà possa essere all'altezza di certe aspettative ma di certo con Samantha Eggar tutto sarebbe stato più facile. Tolta questa parentesi semiseria, il film di Aldrich si attesta su buoni livelli, prendendo le distanze dal lavoro letterario in più occasioni, il tutto per sviluppare un progetto a se stante, meno versato sul piano del thriller e più su quello sociale e umano, con la protagonista che sviluppa in maniera marcata una sorta di sindrome di Stoccolma per il suo carceriere che, di fatto, è anche l'unico appiglio che la tiene in vita. La tensione è buona, gli attori - fatta salva la protagonista - tutti bravi con in testa sicuramente Scott Wilson che interpreta il personaggio più complesso e Tony Musante, un Viggo Mortensen ante litteram che reinventa in maniera abbastanza efficace il personaggio di Eddie Hagan. Buon prodotto, sicuramente sottovalutato.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati