I fantasmi del cappellaio

Trama

Commenti (3) vedi tutti

  • Cast perfetto. Un crescendo di follia che mette i brividi interpretato da Michel Serrault, uxoricida e strangolatore impenitente. Aznavour nei panni del sarto armeno è una felice scoperta. E' proprio il caso di dire.."Chapeau!"

    commento di almodovariana
  • Un duetto di attori,diretto in modo magistrale dal maestro Chabrol....per chi ama il giallo...e le solitudini.

    leggi la recensione completa di ezio
  • intrigante ma noiosino, finale scontato. Ho visto di meglio. Come dire…manca di sale?

    commento di bluefalcon
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

ezio di ezio
8 stelle

In una piccola cittadina piovosa della provincia francese,il sarto Kachoudas  (Aznavour) si domanda perche' la moglie del cappellaio Labbe' (Serrault) ,che abita di fronte ,sia sempre cosi' immobile dietro le tende,infatti e' un manichino,perche' la donna e' stata uccisa.A partire da un romanzo di George Simenon e sceneggiato dallo stesso regista,restera' per sempre uno dei massimi… leggi tutto

4 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

sasso67 di sasso67
6 stelle

Chabrol mi piace poco e questo film non fa eccezione, anche se si trattava di mettere in scena un romanzo di Simenon che, apparentemente, si addiceva parecchio alle corde del regista francese. Stilisticamente, mi sembra, siamo dalle parti del "Tagliagole", ma con una vena meno misteriosa e, se possibile, ancora più cupa. Laddove "Il tagliagole" dava adito al dubbio del "giallo", qui ci si… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

Pur essendo questo uno dei suoi migliori lavori di quel momento, per Chabrol gli anni '80 furono un periodo in costante declino artistico; basti pensare al fatto che nel solo 1982 licenziò altri due film (Danza macabra e Le affinità elettive), più un corto (M. le maudit), tutti per la televisione, per capire quanto il regista si affannasse nel lavoro e quanto poco probabilmente fosse… leggi tutto

1 recensioni negative

2018
2018

Addio a Charles Aznavour

hupp2000 di hupp2000

1° ottobre 2018. Scompare, alla rispettabile età di 94 anni, Charles Aznavour, autore-compositore-cantante, attore e sceneggiatore francese di origini armene. Per il riconoscimento internazionale …

leggi tutto
2016
2016
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
locandina
Foto
locandina
Foto

Recensione

munnyedwards di munnyedwards
7 stelle

  Tutto sembra immutato nella vita di un piccolo paese francese, la pioggia è una costante ormai ben armonizzata nell’insieme ordinario e multiforme, le persone, i luoghi, l’iter quotidiano sempre uguale a se stesso, un microcosmo di variegata umanità che appare quasi fuori dal mondo. Persino la presenza di un pericoloso serial killer sembra turbare non piu di…

leggi tutto

Recensione

ezio di ezio
8 stelle

In una piccola cittadina piovosa della provincia francese,il sarto Kachoudas  (Aznavour) si domanda perche' la moglie del cappellaio Labbe' (Serrault) ,che abita di fronte ,sia sempre cosi' immobile dietro le tende,infatti e' un manichino,perche' la donna e' stata uccisa.A partire da un romanzo di George Simenon e sceneggiato dallo stesso regista,restera' per sempre uno dei massimi…

leggi tutto
2014
2014

Recensione

TheWarOfEcho di TheWarOfEcho
8 stelle

Un cappellaio di mezz’età vive una tranquillissima vita in una piccola cittadina francese, lavora nel suo negozio col suo giovane aiutante e gioca a carte ogni pomeriggio coi suoi amici. In realtà nasconde più di quello che si possa immaginare. Chabrol porta sul grande schermo il romanzo di Simenon e lo fa in maniera ottimale, dirigendo bene una storia e una narrazione che, vista la…

leggi tutto
2011
2011

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Pur essendo questo uno dei suoi migliori lavori di quel momento, per Chabrol gli anni '80 furono un periodo in costante declino artistico; basti pensare al fatto che nel solo 1982 licenziò altri due film (Danza macabra e Le affinità elettive), più un corto (M. le maudit), tutti per la televisione, per capire quanto il regista si affannasse nel lavoro e quanto poco probabilmente fosse…

leggi tutto
Recensione
2010
2010

E' morto Claude Chabrol

steno79 di steno79

(ANSA) - PARIGI, 12 SET - E' morto questa mattina a Parigi Claude Chabrol, protagonista della Novelle Vague con Truffaut e Godard. Chabrol, che aveva compiuto 80 anni il 24 giugno e realizzato oltre 60 film per il…

leggi tutto
2009
2009

Recensione

sasso67 di sasso67
6 stelle

Chabrol mi piace poco e questo film non fa eccezione, anche se si trattava di mettere in scena un romanzo di Simenon che, apparentemente, si addiceva parecchio alle corde del regista francese. Stilisticamente, mi sembra, siamo dalle parti del "Tagliagole", ma con una vena meno misteriosa e, se possibile, ancora più cupa. Laddove "Il tagliagole" dava adito al dubbio del "giallo", qui ci si…

leggi tutto
Recensione
2007
2007

Recensione

hupp2000 di hupp2000
8 stelle

Voto 10. Simenon-Chabrol-Serrault: era lecito attendersi una perla cinematografica e questo film lo è. Come spesso accade, Chabrol ci trasporta nella provincia francese, questa volta in una cittadina della Bretagna. Un rispettabile cappelliere, Léon Labbé (Michel Serrault), ha ucciso la propria moglie e, un po’ come Norman Bates in “Psycho”, vive accanto ad un fantoccio di pezza…

leggi tutto
Recensione
Utile per 10 utenti

Le disgrazie non vengono mai da sole

LorCio di LorCio

Dal momento che le disgrazie non vengono mai da sole, apprendiamo che, ieri, è morto anche uno degli attori più rappresentativi della Francia: è scomparso, infatti, anche Michel Serrault. 79 anni, malato da tempo,…

leggi tutto
Playlist
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito