Espandi menu
cerca
Ogni cosa è illuminata

Regia di Liev Schreiber vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 153
  • Post 16
  • Recensioni 10412
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Ogni cosa è illuminata

di mm40
8 stelle

L'importanza della memoria (che non va trasfigurata in preponderanza o sostituita da quella malattia detta nostalgia) attraverso un viaggio, nello spazio e nel tempo, nell'umanità e nei sentimenti, negli oggetti e nel loro ruolo nella nostra vita. Talvolta Schreiber calca un po' la mano sul patetico (il casualissimo collezionismo sconfina in quella malattia, in quel disagio di cui sopra), ma quello che ha in mente è ben definito: la 'luce del passato' che illumina ogni cosa ha un valore innanzitutto di monito verso sè stessi e di guida attraverso il buio dell'ignoranza, dell'oblio, dell'occultamento più o meno volontario di ciò che il passato è stato e tuttora è. Bella fotografia, belle caratterizzazioni, dialoghi che riescono quasi sempre a rimanere lucidi nonostante la brezza filosofeggiante che aleggia. Fastidioso neo, la perniciosa colonna sonora folk-zingaro-esteuropea che in questi anni tanto fa chic.

Sulla trama

Uno studente americano va in Ucraina, alla ricerca delle radici della propria famiglia. Il nazismo però ha cancellato (quasi) ogni traccia della comunità ebraica dove suo nonno viveva.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati