Trama

Giocondo e Serpente sono due sfigati romani: si conoscono in carcere, e una volta fuori rimangono amici al punto da dormire insieme. L'arrivo della moglie di uno o dell'amante dell'altro suscita in loro momenti di paura...

Note

Un'opera tenerissima sulla paura delle donne, non tanto bella quanto onesta. Come piaceva a Citti.

Commenti (3) vedi tutti

  • “Complimenti al coraggio di Amendola nei panni dello spogliarellista... Serpente!” Storia di solidarietà tra carcerati e improbabile amicizia fra il borghese Giacomo e lo spogliarellista Serpente che continua anche quando i due tornano in libertà e cercano di reinserirsi nella società ma le loro donne glielo impediscono. Tutto troppo semplice.

    commento di marco bi
  • Non è male, ma la storia è un po' forzata. Avrei preferito semmai un risvolto omosessuale della storia perché come presentata non ha molta credibilità.

    commento di sillaba
  • Forse il punto più basso di S. Citti, che maldestramente crede di dire chissà che cosa, con stile totalmente sciatto, squallide cadute volgari, situazioni ridicole, attori inadeguati (tranne la spontanea L. Betti). 3

    commento di kotrab
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

Baliverna di Baliverna
4 stelle

Caro Citti, non mi puoi venire a dire che, visto che le donne sono una peggio dell'altra, è meglio coccolarsi tra uomini. E poi secondo me questa non è affatto amicizia virile (come quella bellissima dei film di Hawks, Melville, Becker...) ma un qualcosa di sbrodolato con l'omosessualità. Paura della donna, indifferenza verso di essa, stiamo tanto bene tra uomini, ci teniamo… leggi tutto

4 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

ed wood di ed wood
6 stelle

Un po' volgarotto e semplicistico, nella sua trasparente vena misogina. Manca la profondità di altre opere citti-ane, le trovate umoristiche sono rade e prevedibili. Però c'è sempre qualcosa che rende godibile e simpatico il film: la marginalità dei personaggi, l'accento ligure di Giocondo, l'arroganza spudorata della moglie nera, l'imporponibilità di Amendola… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

OGM di OGM
8 stelle

Lo stile grottesco in versione kitsch-burina è egregiamente introdotto dall'inquadratura iniziale: un primissimo piano su una scodella di pasta alla carbonara, in un tripudio di contrasti cromatici. Quello di Sergio Citti è un realismo popolaresco, fantasioso e sopra le righe, che trasfigura la grossolanità tramite la nobile arte del teatro. La caricatura e l'autoironia si… leggi tutto

3 recensioni positive

2015
2015

Recensione

mm40 di mm40
2 stelle

Una volta usciti dal carcere, Serpente e Giocondo si ritrovano in ristrettezze e vanno a vivere insieme. Come criminali non fanno paura a nessuno, come uomini sono addirittura succubi delle rispettive ex. Che, appena si ripresentano nelle loro vite, non fanno che sconvolgere il già precario equilibrio dai due raggiunto.   Fratella e sorello è l'ultima regia di Sergio Citti,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2012
2012
Trasmesso il 26 luglio 2012 su Rai Movie
2011
2011

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
8 stelle

Citti ha stile, personalità e tratti di genialità e questo film lo dimostra in pieno. Non è tanto quel che racconta ma il come lo fa; il teatrino improvvisato in carcere, la voce di Rosario Fiorello che emula un radiobollettino carcerario con tanto di pubblicità (il personaggio sarà poi ripreso nella gustosa imitazione dell'avvocato Taormina), le risate sguaiate che fanno da sottofondo a…

leggi tutto
Recensione
2010
2010

Recensione

sasso67 di sasso67
2 stelle

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------«È stato Giocondo ad evirarmi. E ne sono felice. Il mio amico, tagliandomi il pene, mi ha liberato da un grosso peso. Adesso mi sento molto più leggero». Il film di Citti non è…

leggi tutto
Recensione

Recensione

ed wood di ed wood
6 stelle

Un po' volgarotto e semplicistico, nella sua trasparente vena misogina. Manca la profondità di altre opere citti-ane, le trovate umoristiche sono rade e prevedibili. Però c'è sempre qualcosa che rende godibile e simpatico il film: la marginalità dei personaggi, l'accento ligure di Giocondo, l'arroganza spudorata della moglie nera, l'imporponibilità di Amendola…

leggi tutto
Recensione
2009
2009

Recensione

Baliverna di Baliverna
4 stelle

Caro Citti, non mi puoi venire a dire che, visto che le donne sono una peggio dell'altra, è meglio coccolarsi tra uomini. E poi secondo me questa non è affatto amicizia virile (come quella bellissima dei film di Hawks, Melville, Becker...) ma un qualcosa di sbrodolato con l'omosessualità. Paura della donna, indifferenza verso di essa, stiamo tanto bene tra uomini, ci teniamo…

leggi tutto
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

Lo stile grottesco in versione kitsch-burina è egregiamente introdotto dall'inquadratura iniziale: un primissimo piano su una scodella di pasta alla carbonara, in un tripudio di contrasti cromatici. Quello di Sergio Citti è un realismo popolaresco, fantasioso e sopra le righe, che trasfigura la grossolanità tramite la nobile arte del teatro. La caricatura e l'autoironia si…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

chribio1 di chribio1
2 stelle

il film in questione ogni tanto fa anche sorridere (vedere lo "spettacolo d'intrattenimento" con Claudio Amendola e soci e altre amenita' varie),ma nel contesto e' anche assai sprovveduto e infantile nonostante qualche slancio di tematica attuale (la falsa-tentata violenza alla ragazza di colore). Dimenticavo:del film mi ricordo molto bene la presenza di Maria Monse' sempre simpatica e…

leggi tutto
Recensione

Film sul carcere

Redazione di Redazione

Un altro luogo che identifica un "sottogenere" ma che ha animato, e non certo solo come location, anche tanto cinema non necessariamente di "guardie e ladri": cinema sociale, soprattutto, ma anche qualche commedia e…

leggi tutto
Playlist
2007
2007

Recensione

joe cavana di joe cavana
6 stelle

Piccolo e originale film, sull'amicizia tra uomini ben interpretato e con scene e dialoghi molto divertenti (si veda il processo a Ravello in carcere, e poi quello ad Amendola e Ravello). Film per un riposante pomeriggio. Voto: 6.

leggi tutto
Recensione

Recensione

emmepi8 di emmepi8
8 stelle

Il punto di raccordo fra Pasolini e Citti è il tocco diverso, la maniera differente di prendere un racconto, anche se il terreno è lo stesso. Con Citti viene fuori un'ironia serena ed ipotetica, la tragedia viene scansata, senza però offuscarla. Le sue storie sono sempre godibili e con dei spunti originali, che hanno fatto di questo autore una cosa a sè. Molti attori hanno dato la loro…

leggi tutto
Recensione

Recensione

full metal ale di full metal ale
6 stelle

Attanagliato da una deprimente distribuzione nazionale, boicottato sul piccolo schermo e finalmente "visto" nel contenitore notturno di Enrico Ghezzi. Il piccolo film di Sergio Citti è una di quelle opere sgangherate e sincere quanto basta per renderle attraenti e simpatiche. La bellezza e la compattezza non abitano qui ed è Citti stesso a non reclamarle, attaccato come è a quel mondo…

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito