Espandi menu
cerca
Il fuorilegge

Regia di Frank Tuttle vedi scheda film

Recensioni

L'autore

claudio1959

claudio1959

Iscritto dall'8 settembre 2013 Vai al suo profilo
  • Seguaci 48
  • Post -
  • Recensioni 678
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su Il fuorilegge

di claudio1959
8 stelle

Robert Preston, Alan Ladd, Veronica Lake

Il fuorilegge (1942): Robert Preston, Alan Ladd, Veronica Lake

Alan Ladd, Veronica Lake

Il fuorilegge (1942): Alan Ladd, Veronica Lake

Alan Ladd, Veronica Lake

Il fuorilegge (1942): Alan Ladd, Veronica Lake

Philip Raven(Alan Ladd) di mestiere fa il killer professionista, dopo l’ultimo omicidio, un uomo e la sua segretaria, in possesso di formule chimiche, molto importanti, viene tradito da Willard Gates(Laird Cregar)il faccendiere dell’anonimo committente. Individuato e ricercato dalla polizia, perché ha tentato di usare una banconota segnata, ottenuta in pagamento per il duplice delitto commesso in un negozio di abbigliamento femminile comincia la sua vendetta. Durante la fuga in treno si imbatte in una ragazza Ellen Graham(Veronica Lake) che è ironia della sorte la fidanzata del poliziotto che gli sta dando la caccia Michael Crane(Robert Preston) ed e’ l’oggetto delle attenzioni sessuali del faccendiere, film sceneggiato da un suo romanzo da Graham Greene”Una pistola in vendita” Il fuorilegge (This Gun for Hire) funziona alla perfezione in modo magnifico. Alan Ladd e’ al contrario del romanzo il killer dalla faccia d’angelo, con una deformazione al braccio, per violenza domestica subita da adolescente da parte della zia. Il primo grande ruolo per Ladd, benché Robert Preston e Veronica Lake sono i nomi principali, nei titoli di testa e lui viene presentato con la formula introducing, addirittura dopo i comprimari, il vero ed assoluto protagonista della storia e’ lui. In questo film la coppia Ladd/Lake funziona talmente bene, che i due girarono in pochi anni quattro film insieme, tutti grandi successi, il più bello “La chiave di vetro” di Stuart Heisler, Il fuorilegge è un noir potente, con scene d’azione e dialoghi pungenti, secchi e raffinati. Frank Tuttle il regista autore di una pregevole carriera gira il suo film più bello e di successo, Raven viene descritto in modo spietato e crudo, lui agisce così, per il trauma infantile subito, si sente giusto, in un mondo ingiusto. Direttore della fotografia John Seitz( La fiamma del peccato-Viale del tramonto). Pregevole la partecipazione al film di Veronica Lake, nel ruolo di una illusionista, donna dal carattere forte e bellissima, un’indomita lottatrice, l’unica a far risaltare, la parte migliore del freddo Raven, rimane fedele al suo fidanzato poliziotto, ma nella drammatica scena finale si intuisce che nutre per Raven, molto più che una semplice amicizia. Dedica finale al bravo caratterista Laird Cregar, l’untuoso ciccione nel ruolo di faccendiere, morto nel 1944 per un attacco di cuore a soli 31 anni, sono storie di vita, che si allacciano al cinema.....per sempre e ad eterna memoria.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati