Espandi menu
cerca
Batman Begins

Regia di Christopher Nolan vedi scheda film

Recensioni

L'autore

rickdeckard

rickdeckard

Iscritto dal 13 giugno 2018 Vai al suo profilo
  • Seguaci 1
  • Post -
  • Recensioni 102
  • Playlist 2
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Batman Begins

di rickdeckard
7 stelle

Reduce del successo di Memento ed ingaggiato dalla Warner Bros. per rinvigorire la saga di Batman, Christopher Nolan si approccia al progetto con un stile innovativo ed affascinante, ottimamente rispecchiato nella cupa fotografia e nella decadente scenografia. Il regista, inoltre, realizza un film che ha il merito di aver riesumato il personaggio Cavaliere Oscuro con un notevole approfondimento delle sue origini e con un’introspezione psicologica mai superficiale del suo tormento interiore. L’essenza della prima parte di film risiede, infatti, nella dualità dell’anima del protagonista, costantemente in bilico tra luce ed oscurità, che si traduce in un’interessante riflessione sul rapporto tra giustizia e vendetta, quest’ultima come semplice fonte di soddisfazione personale, oltre che sul confine tra Bene e Male, intesi come due entità contrapposte ma allo stesso tempo capaci di influenzarsi e contaminarsi a vicenda. Nella seconda parte, invece, le riflessioni quasi filosofiche sfociano in una serie di sconvolgimenti narrativi e di rocambolesche scene d’azione che, nonostante si facciano apprezzare per il virtuosismo della cinepresa, per il ritmo sostenuto e per l’incalzante colonna sonora, risultano a tratti eccessive e poco probabili, rendendo la pellicola leggermente prolissa. Nel cast alquanto ricco ma non sempre brillante spiccano sicuramente Michael Caine, per il tocco di irresistibile ironia che conferisce al personaggio, e Liam Neeson, notevole per come rende l’evoluzione del suo carismatico antagonista. La protagonista femminile, invece, appare poco convincente, sia come personaggio che come attrice. In conclusione, un esperimento difficile e molto rischioso che, pur con alcuni difetti e con un’impostazione abbastanza convenzionale, risulta non solo riuscito, ma si configura come un intrattenimento di qualità, interessante e mai banale, caratteristica ormai piuttosto rara nel cinema contemporaneo. Menzione speciale per il compianto Rutger Hauer.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati