Espandi menu
cerca
Fuga per la vittoria

Regia di John Huston vedi scheda film

Recensioni

L'autore

GIMON 82

GIMON 82

Iscritto dal 7 marzo 2012 Vai al suo profilo
  • Seguaci 108
  • Post -
  • Recensioni 458
  • Playlist 23
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Fuga per la vittoria

di GIMON 82
10 stelle

Tra due film(oni) come "La grande fuga" e "Quella sporca dozzina," il film di Huston è a  meta strada nella forma e in parte nei contenuti dell'epica della fuga o dello sdoganamento di soldati canaglie e ribelli."Fuga per la vittoria" è pero' intriso di epica sportiva,un elemento solido che affonda le tematiche e parla a noi a livello storico.I film di Sturges e Aldrich erano poemoni di fuga e ribellione contro i crucchi nazisti e non solo,sopratutto in Aldrich era sottolineata la vis del soldato emarginato e reietto usato come carne da cannone e senza riscatto sociale.Huston invece no,assorbe la lezione dello sport leale e talentuoso come "unica" via di fuga dalla follia della guerra,l'ennesimo campo di prigionia diviene campo d'allenamento di un gruppo di ex calciatori ora soldati alleati,un gruppo di "spompati" e denutriti,ai quali non manca pero' la voglia di farcela,di vivere,la grinta e il talento.Sylvester Stallone (il portiere!!!) ,Pele',Michael Caine,Bobby Moore,Osvaldo Ardiles(sembra Di Maria del Real!) Paul Van Himst,attori e calciatori insieme nella sfida contro la Wermacht uncinata,un idea del crucco Magg. Von Steinberg (Von Sydow) calciofilo convinto,unico leale tra le croci uncinate.Il sapore dell'epica sportiva vive in questo film del vecchio Huston,nella magniloquenza dei passaggi,dove il campo d'allenamento non è piu' luogo di prigionia ma punto di fusione di speranza e talento.Huston riesce ad alchimizzare il valore e la nobilta' dello sport unito al dolore della storia,quello della guerra,di cui lo yankee Stallone rappresenta la grinta,il dolore, la solitudine e la voglia di fuggire lontano.Quindi nel quadro della speranza entra la nobile arte calcistica,deterrente o trait d'union tra nemici per ideologie o politiche,ma universale nel parlare con la tecnica e il talento dei piedi."Fuga per la vittoria" è un film d'emozioni e pelle d'oca,non un semplice film sul calcio o un omaggio allo sport,ma la metafora dell'oltre la storia dell'odio sociale e politico,gli aguzzini nazisti non sono pero' quelli alla "Achtung" o "Deutchland uber alles!!!" visti in altri film,con l'arroganza e  la boria teutonica di cui sono contraddistinti,il "nazista" di questo film è il magg.Von Steinberg personaggio buono e leale,un calciofilo nell'animo,uno di quelli che si emoziona è applaude al sublime gesto tecnico del "negro" Pele'.Il suo applauso è un enorme schiaffo morale all'ideologia retorica e funesta di marca crucca.Il talento calcistico di Pele' e la grinta di Stallone sono il marchio di fabbrica di un popolo che vuole uscire dalle macerie della guerra e di ogni sofferenza e si esprime nell'urlo "victoire" per poi strabordare nell'invasione di campo piu' bella di tutti i tempi.Huston ci fa stroppiciare gli occhi e rabbrividire il corpo d'emozione nei gesti cristallini di Valdo Ardiles con la bicicletta o la rovesciata di Pelè a cui dedica piu' d'un ralenty nel farcela gustare,nell'osservare la reazione di Von Steinberg e di un intero stadio,un gesto sublime che unisce popoli e applausi,senza piu' reticenze di tipo razziale o politiche,il calcio unisce tutti aldila' dei credo ideologici."Fuga per la vittoria" è una perla registica ed una manna dal cielo per ogni calciofilo che si rispetti,da vedere e stravedere per lo scintillio tecnico di Pelè o Ardiles o semplicemente per la curiosita' nel vedere recitare attori come Caine o Stallone con le stelle del calcio,Huston è riuscito nell'impresa di far coabitare due mondi (il cinema e il calcio) apparentemente cosi' diversi eppur cosi' vicini nell'arte  di vincere o esultare per il mondo intero........

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati