Trama

Dopo aver litigato con la suocera, Rebecca lascia l'hotel in cui sta e sale su un taxi. È così che incontra Hanna, una donna che cambierà la sua vita...

Note

Alla fiera dell'Est, per due soldi, un agnellino mio padre comprò... Ma non era un topolino? Ebbene no, la versione originale di questo tradizionale ebraico poi arrangiato, come sappiamo, da Branduardi dice così, e c'è anche un lupo. Chiaro che i significati vadano dal "sacrificale" biblico a quello della lotta per la sopravvivenza. Impossibile per gli autori di laggiù, si chiamino Amos Gitai, Elia Suleiman o Amos Oz, raccontare qualunque cosa, anche la più semplice storia d'amore, senza incappare nella drammaticità del contesto: una guerra infinita, una rabbia paradossalmente senza Dio, una violenza (anche verbale) che è il solo mezzo di comunicazione. Tra donne, in questo caso.
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

ed wood di ed wood
8 stelle

"Free zone" la zona franca del cinema di Gitai. E' il non-luogo in cui albergano, provvisoriamente, tutti i suoi temi e le sue immagini. E' la precaria dimora di inquietudini e conflitti. Raramente nel cinema contemporaneo viene dato così tanto risalto alla tecnica della sovraimpressione: due flashback, uno per Rebecca e uno per Hanna, irrompono nel road-movie per tentare di spiegarci… leggi tutto

4 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Maciknight di Maciknight
6 stelle

Altro film sopravvalutato dalla critica. Ottima l’interpretazione delle protagoniste, tutte donne, ed il modo insolito di inquadrare il contesto, più da teatro e da documentario, come la scena iniziale lunghissima con il pianto adolescenziale della Natalie Portman con il sottofondo musicale della filastrocca che noi conosciamo (con qualche variante) grazie all’arrangiamento di… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

2015
2015
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

giorgiobarbarotta di giorgiobarbarotta
8 stelle

Incorniciato in capo e coda da due canzoni significative, simboliche e dal forte piglio politico, il film di Amos Gitai si caratterizza per l'originalità, la forza e l'efficace semplicità di un cinema fatto di persone, azioni, gesti, situazioni apparentemente comuni. Piccole cose circondate sullo sfondo da scenari importanti, complicati, drammatici. Disarmante nel suo incedere…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Un dialogo (im)possibile?

Tex61 di Tex61

L'ultimo docu-film di A. Gitai su Rabin (che non ho visto ma che ho seguito nelle recensioni) mi da lo spunto per proporre questa playlist sulle pellicole che hanno riguardato questa parte di mondo senza pace. Non…

leggi tutto

Recensione

Maciknight di Maciknight
6 stelle

Altro film sopravvalutato dalla critica. Ottima l’interpretazione delle protagoniste, tutte donne, ed il modo insolito di inquadrare il contesto, più da teatro e da documentario, come la scena iniziale lunghissima con il pianto adolescenziale della Natalie Portman con il sottofondo musicale della filastrocca che noi conosciamo (con qualche variante) grazie all’arrangiamento di…

leggi tutto
Recensione
2014
2014
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

"Free zone" la zona franca del cinema di Gitai. E' il non-luogo in cui albergano, provvisoriamente, tutti i suoi temi e le sue immagini. E' la precaria dimora di inquietudini e conflitti. Raramente nel cinema contemporaneo viene dato così tanto risalto alla tecnica della sovraimpressione: due flashback, uno per Rebecca e uno per Hanna, irrompono nel road-movie per tentare di spiegarci…

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti

Recensione

chribio1 di chribio1
6 stelle

Film un po' difficile da seguire : si parte con la canzone come gia' detto da altri di Branduardi (anche se non e' sua ma e' un Tradizionale) con "La Fiera dell'Est" si arriva alla parte migliore (secondo me) quella con i vari posti di blocco e poi tra pensieri vari (sogni,ricordi e altro) si passa nei Territori difficili di quelle zone abbastanza aride oppure anche piu' popolate ma comunque non…

leggi tutto
Recensione
2013
2013
Trasmesso il 7 settembre 2013 su Rai Movie
2012
2012
2009
2009
2008
2008
2006
2006

Recensione

LReno di LReno
8 stelle

Inizio drammatico; anche se - devo ammetterlo - nel sentire la versione ebraica de "La fiera dell'Est" poi ripresa da Branduardi mi veniva troppo da ridere, nonostante la tensione della scena..."L'agnello! L'agnello!"...ma non era un topolino? E poi il gatto si mangia l'agnello? Vivo? Intero? Mah... Comunque...inizio drammatico con la Portman che guarda fuori dal finestrino e piange...un pianto…

leggi tutto
Recensione

Recensione

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
8 stelle

Alla fiera dell’Est, per due soldi, un agnellino mio padre comprò... Ma non era un topolino? Ebbene no, la versione originale di questo tradizionale ebraico poi arrangiato, come sappiamo, da Branduardi dice così, e c’è anche un lupo. Chiaro che i significati vadano dal “sacrificale” biblico a quello della lotta per la sopravvivenza. Impossibile per gli autori di laggiù, si chiamino…

leggi tutto
Recensione
LOCANDINA
Foto
Uscito nelle sale italiane l'8 maggio 2006
2005
2005
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito