Trama

Mentre sta tornando in città col padre gangster, Grace finisce in un paese, Manderlay, dove i neri sono schiavizzati dai bianchi come da copione. La ragazza, sensibile come può essere chi ha appena sterminato una comunità invocando l'occhio per occhio, chiama a raccolta la teppaglia del padre e a suon di mitra inculca ai paesani d'ogni colore la democrazia. Sarà, l'affrancamento forzato, vera libertà?

Note

_Manderlay_ è declamatorio, schematico, provocatorio, denso, moralista, scorretto, scomodo come sempre von Trier. Il suo talento è fuori discussione, il fatto che il suo cinema sia ancora necessario molto meno.

Commenti (8) vedi tutti

  • Von Trier, frantuma e rimpasta punti di vista opposti ignorando regole e principi. Sordo al rispetto delle convenzioni, instilla dubbi e sospetti, semina tracce e azzarda conclusioni. Sorretto da uno stile scabro e personale, cerca di disturbare e di sorprendere esercitandosi a freddo sui temi del tradimento, della dipendenza e del masochismo.

    leggi la recensione completa di spopola
  • 7

    commento di Max76
  • Manderlay non stupisce e non coinvolge assolutamente. È una dura impresa arrivare alla fine di questa pellicola, a cui mancano originalità, spessore e pathos, e lo dice uno che ha adorato il suo predecessore "Dogville".

    commento di ultrapaz
  • Bello, bellissimo, sincero e graffiante.

    commento di elgrimo
  • VOTO : 6- Film confezionato in maniera elegante, seguendo la linea tracciata in "Dogville" che finisce per non essere altro che una convenzionale lezione di retorica.

    commento di supadany
  • cinema ancora necessario. la howard non è la kidman, e questo si sente.. ma lars è sempre lars.

    commento di redrum80
  • Aspetto con ansia l'opinione del seminarista; poi se ne riparla.

    commento di zio_ulcera
  • Dopo "Dogville" lo attendo con ansia! Von Trier farà ancora una volta centro.

    commento di gabriargento
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
8 stelle

...e Grace approdò a Manderlay, seconda tappa del viaggio nella cattiva coscienza di questa America imprevedibile e assurda. Il teorema messo a punto con millimetrica precisione da Lars Von Trier è ancora una volta privo di alternative e senza speranza, non lascia spazio agli accomodamenti e alle illusioni e rappresenta, ideologicamente parlando, un implacabile, quanto motivato atto di accusa… leggi tutto

16 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

slim spaccabecco di slim spaccabecco
6 stelle

Qual'è il messaggio che si vuole passare? La schiavitù genera una società migliore o no? Il film sembra dirci che quando si cerca di migliorare le cose spesso i protagonisti rimpiangono quello che era prima, ma alla fine, vedendo passare scene di vita reale negli Stati Uniti si capisce che la civiltà di cui Von Trier ci parla è quella statunitense, che… leggi tutto

8 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

sasso67 di sasso67
4 stelle

Mandato ormai a farsi benedire il Dogma e tutti i suoi postulati, Von Trier riprende la sua "pantomima" (in senso buono) sull'America, da dove l'aveva lasciata ai tempi di di Dogville. Ma oramai è sfumato l'effetto novità della scenografia che definire minimalista è già un eufemismo, non ci sono più i grandi attori del film precedente (soprattutto Nicole Kidman… leggi tutto

4 recensioni negative

2018
2018
2016
2016
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Trasmesso il 29 aprile 2016 su Rai Movie
2012
2012
Trasmesso il 3 gennaio 2012 su Rai Movie
2011
2011
Trasmesso il 15 dicembre 2011 su Rai Movie
Trasmesso il 21 novembre 2011 su Rai Movie
Trasmesso il 12 novembre 2011 su Rai Movie

Recensione

slim spaccabecco di slim spaccabecco
6 stelle

Qual'è il messaggio che si vuole passare? La schiavitù genera una società migliore o no? Il film sembra dirci che quando si cerca di migliorare le cose spesso i protagonisti rimpiangono quello che era prima, ma alla fine, vedendo passare scene di vita reale negli Stati Uniti si capisce che la civiltà di cui Von Trier ci parla è quella statunitense, che…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2010
2010

Recensione

sasso67 di sasso67
4 stelle

Mandato ormai a farsi benedire il Dogma e tutti i suoi postulati, Von Trier riprende la sua "pantomima" (in senso buono) sull'America, da dove l'aveva lasciata ai tempi di di Dogville. Ma oramai è sfumato l'effetto novità della scenografia che definire minimalista è già un eufemismo, non ci sono più i grandi attori del film precedente (soprattutto Nicole Kidman…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2009
2009

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Von Trier riprende da dove aveva interrotto il discorso di Dogville, ma questa volta la sua tesi riguarda l'organizzazione politica della società (americana, ma non solo). Ancora scenografia scarne quando non inesistenti, un buon cast e dialoghi spesso didascalici, a rafforzare la idee che stanno alla base di tutta l'opera. La dimostrazione della potenza dell'affabulazione teatrale (prima…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2008
2008

Recensione

argento_83 di argento_83
8 stelle

certamente non è dogville, ma è anche vero che in questo capitolo manca sua maesta nicole kidman. è quasi impossibile vedere il cappotto con collo di pelliccia con una ragazza diversa dentro. grace è e può solo essere la kidman. ogni secondo del film pensavo a come sarebbe dovuto essere se la trilogia avesse continuato ad avere lei come protagonista. il film mi è piaciuto abbastanza, ma…

leggi tutto
2007
2007

Recensione

howl di howl
6 stelle

8 nuovi kapitoli x questo 2o atto d "America: terra dell'opportunità",kon kui Lars von Trier diventa krudele kantore della naturale sottomissione al Male; tra kartine e segni di gesso, l'America,nn dei sogni ma degli inkubi, viene rikostruita x dispiacere kon voce off e l'inutile katarsi di una donna delusa. Manka la folgorante sorpresa del 1o atto,resta la kostanza stilistika e «amorale» d…

leggi tutto
Recensione

Recensione

michii di michii
8 stelle

Fallimento concettuale? Ma il compito era improbo: rifiutare la norma della forma davanti all'inautentico della narrazione. E poi il diverbero maschile sui luoghi comuni di Grace, la democrazia sradicata dal suolo occidentale ed espropriata nel sottosuolo della negritudine. Von Trier manca d'illuminismo e fonde la sua retorica teatrale-immaginifica nell'oscurità della piantagione. Anche il…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2006
2006

Recensione

Vegeta85 di Vegeta85
6 stelle

Se a livello formale le provocazioni di Von Trier ormai non stupiscono più nessuno e rischiano di annoiare (in questo caso l'assenza di scenografie e oggetti di scena, già sperimentata nel film precedente, va bene giusto per fare da spunto per la pubblicità della Scavolini), contenuti e morale sono altisonanti. La questione razziale: Von Trier, danese a cui piace però lavorare con star…

leggi tutto
Recensione

Cinema 2005- Annata molto buona.

michii di michii

Burton (2), Marshall, Jackson, Silberling, Park, Spielberg, Von Trier. Poi ci sono la Kidman (The interpreter), Haneke (Cachè), Million dollar baby di Eastwood che meriterebbe il primo post, se non il "posto zero"…

leggi tutto
Playlist

Recensione

anniehall di anniehall
6 stelle

verità ovvie dette con tono fra il compiaciuto e il didattico, tutto il film è pervaso da un'atmosfera moralista, morbosa, stucchevole... col passare dei minuti mi è sembrato sempre più un film inutile, come se il cinema "fusionale" avesse già esaurito ciò che poteva dare (o forse è un'impressione data dal fatto che si tratta di film legati tra loro?)... Von Trier per la prima volta mi ha…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

Aquilant di Aquilant
8 stelle

Prosegue in “Manderlay”, ma con meno birra in corpo, il salvifico viaggio di Grace nel paese di Bengodi trasformato in ricettacolo per reietti, per la serie “Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sull’America ma non avete mai osato chiedere”, generosamente offerto al pubblico da un Lars von Trier deciso a passare in rassegna per l’occasione tutti i colori del nero, ma la cui…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito