Trama

Marion è un'intellettuale newyorkese sposata con un celebre medico e sta finendo il suo nuovo libro. Si trova in piena crisi d'identità. Un giorno si accorge che attraverso una parete può seguire i colloqui in corso nell'attiguo studio di uno psicanalista. Finisce per identificarsi con una delle pazienti, Hope, e attraverso di lei si ritrova a fare i conti con se stessa.

Note

Film del filone serio e solenne di Woody Allen. Riflessione sull'esistenza come un necessario e continuo compromesso tra noi e il mondo, sorretto sempre da un' insopprimibile speranza. Bergmaniano.

Commenti (11) vedi tutti

  • Il film più bergmaniano di Allen.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • Una donna di cinquant'anni compie un doloroso ma proficuo bilancio esistenziale.

    leggi la recensione completa di Baliverna
  • Woody Allen non poteva che perdere il confronto con Ingram Bergman, tentando di emularlo: anche se l’intenzione sembra più che altro quella di un omaggio fine a se stesso, a un cinema forse inarrivabile. Il risultato in sé è un film non perfetto ma comunque valido. Voto 6,5/10.

    commento di alexio350
  • Una scrittrice assiste di nascosto alle confessioni di una donna in gravidanza; rivive la sua giovinezza, le rinuncie e si scopre arida e poco amata. Serioso e poco credibile il film è parzialmente salvato dalle buone interpretazioni.

    commento di michel
  • "E mi domandavo se un ricordo è qualcosa che hai ancora e non piuttosto qualcosa che hai perduto." Questa è la frase che chiude il film, opera bergmaniana di un grandissimo Allen, forse il miglior scrittore cinematografico sulle donne: Settembre, Un'altra donna, Anna e le sue sorelle, Alice, Blue Jasmine. E non solo. Voto 8.

    commento di michemar
  • Un film magico. Anche grazie alla colonna sonora (soprattutto Bach), al montaggio e all’ autunnale New York splendidamente fotografata dal bergmaniano Sven Nykvist - a conferma del terzo omaggio al grande regista - dopo ‘Interiors’ e ‘Settembre’. Ma stavolta l’allievo ha superato il maestro...

    leggi la recensione completa di marco bi
  • In effetti, è proprio bello.

    commento di wundt
  • Lucido, coinvolgente, diretto. Ma non è Bergman

    commento di fornarolo
  • Preferisco, senza bisogno di paragone, il Woody Allen comico al Woody Allen serio. Questo film mi è piaciuto poco, nonostante le buone intenzioni e il professionismo dell'intera operazione. Troppo verboso.

    commento di sasso67
  • voto 8

    commento di alice89
  • "Un'altra donna": per me un altro Allen, nel senso che è il primo film non commedia di Allen che ho visto. Ma anche senza l'ironia tagliente del grande Woody, un grande film, molto profondo e ricco di spunti di riflessione. Ottima la protagonista.

    commento di valien88
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

marco bi di marco bi
9 stelle

“Un ricordo è una cosa che possiedi o è una cosa che hai perduto?”     Denso e intenso, profondo, senza compiacimenti. Tra i 44 lavori di Woody Allen - uno dei pochi registi che ha diretto ottimi film sia comici che drammatici - questo è uno dei migliori.   Marion (la carismatica, bravissima ma poco sfruttata, Gena Rowlands), vive a New York,… leggi tutto

16 recensioni positive

Recensioni
Recensioni
2018
2018

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
8 stelle

Una donna di mezz'età, sposata ad un medico, mentre tenta di finire un libro ascolta le conversazioni di uno studio di psicanalisi affianco al suo appartamento ed intraprende un percorso esistenziale... Un Allen maturo e qui assai lontano dalle commedie abituali realizza il suo film più bergmaniano. E' un percorso interiore di una donna non felice che fa un bilancio della…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

Baliverna di Baliverna
10 stelle

Proprio bella questa che è sostanzialmente l'analisi della vita privata di una cinquantenne di successo, la cui esistenza è apparentemente ordinata e standardizzata, ma che in realtà nasconde tante ombre e sofferenze. Allen - qui nei suoi anni migliori - seziona la protagonista e i personaggi di contorno come col bisturi, e ce ne fa vedere il carattere e i sentimenti. In…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2017
2017
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2016
2016
Trasmesso il 17 dicembre 2016 su Rai Movie
Trasmesso il 14 dicembre 2016 su Rai Movie
Trasmesso il 18 novembre 2016 su Rai Movie
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Trasmesso il 2 aprile 2016 su Rai Movie
Trasmesso il 20 marzo 2016 su Rai Movie
Trasmesso l'8 marzo 2016 su Rai Movie
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

giorgiobarbarotta di giorgiobarbarotta
9 stelle

Puro piacere per gli occhi e per la mente. Un evidentissimo esempio di come padroneggiare al meglio la materia cinematografica. Narrazione chiara, apparentemente dimessa e lineare, in realtà un abile e complesso gioco di specchi, ricco di digressioni, parentesi, flashback. Confidenziale, intimista, inquietante, tanto sussurrato quanto potente nell'evocare angosce, spettri e segreti della…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
Trasmesso il 13 gennaio 2016 su Rai Movie
Trasmesso il 10 gennaio 2016 su Rai Movie

Recensione

UgoCatone di UgoCatone
5 stelle

E' il primo film che vedo di Allen e l'impressione che ne ho riportato non è stata gratificante in quanto la storia è banale e senza emozioni e perfino la Roland viene mortificata da un ruolo assolutamente piatto. Sarà un mio difetto ma sono insensibile al "genio" almeno per quello che riguarda questo film.

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 9 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito