Espandi menu
cerca
The Green, Green Grass of Home

Regia di Hou Hsiao-hsien vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 283
  • Post 188
  • Recensioni 5109
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su The Green, Green Grass of Home

di alan smithee
7 stelle

RAIPLAY - FUORI ORARIO

In un villaggio contadino l'amata e ancor giovane maestra deve trasferirsi per il fatto che suo marito ha trovato lavoro in un cementificio di un altro paese. Al suo posto viene inviato il fratello di costei, che, non avendo una dimora in loco, viene destinato a trovar rifugio tra le quinte di un teatro di paese aperto solo per il Carnevale locale.

Il giovane ha un approccio con gli alunni volto a renderli partecipi delle lezioni che lo stesso impartisce alla scolaresca, e nel vivere in quel contesto locale agreste e campagnolo, il maestro si farà parte anche si sensibilizzare gli scolari al rispetto e alla salvaguardia dell'ambiente circostante, con particolare riferimento alla custodia delle acque e della fauna ittica, minacciata da metodi di pesca formalmente vietati ma posti in essere ugualmente senza criterio.

Si innamorerà di una collega, dovendo per questo respingere le avances sin manesche di una ammiratrice molesta e risoluta, e diventerà parte integrante di un mondo per lui nuovo, ma meritevole di rispetto e di un approccio che parta dal rispetto della tradizione che li ha condotti con dignità sino a confrontarsi con una concezione di vita più moderna che prevede forme di istruzione che si uniformino a tutta la popolazione.

Nei panni del protagonista ritroviamo, in questo terzo film di How Hsiao-hsien, il celebre cantante pop Kenny Bee, che qui rinuncia quasi completamente agli intervalli canori per dar vita ad un personaggio più complesso e sfaccettato, all'interno di un film in cui si alternano abilmente momenti di giovialità a tematiche ad alto valore etico e ecologico-sociale.

Ne scaturisce un film poetico e pieno di afflato verso un mondo che stenta ad adeguarsi ai ritmi della modernità, ma che viene analizzato il più possibile nell'autenticità del suo rapporto simbiotico con una madre natura che non si svilisce a puro manicheo sfondo scenografico o a sbiadita e posticcia connotazione geografica.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati