Espandi menu
cerca
Robots

Regia di Chris Wedge vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Paul Hackett

Paul Hackett

Iscritto dal 2 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 70
  • Post -
  • Recensioni 1569
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Robots

di Paul Hackett
6 stelle

Il giovane e geniale robot inventore Rodney si trasferisce nella metropoli dove inizialmente non riesce a coronare il suo sogno di conoscere il grande industriale Bigweld ma, circondatosi di una variopinta cerchia di amici, si dedica alla riparazione dei modelli di robot ormai fuori produzione e altrimenti destinati alla fonderia, a causa della politica affaristica di Ratchet, nuovo presidente delle industrie Bigweld, eterodiretto dalla crudele madre Gasket. Lo scontro tra Rodney e Ratchet diventa così ben presto inevitabile. Simpatico film d'animazione digitale, diretto dal regista dell'Era Glaciale, pieno d'inventiva e trovate divertenti, che può essere "letto" su diversi piani: un omaggio, soprattutto per l'estetica vintage dei robot, alla vecchia e cara fantascienza classica degli anni 50 del secolo scorso, una satira dell'eccessiva importanza attribuita all'estetica nella nostra società, una critica dell'obsolescenza programmata per le apparecchiature tecnologiche che impone a noi tutti continui upgrade a scadenze regolari. "Robots" sarebbe una pellicola da quattro stelle piene, se non fosse per una sceneggiatura fin troppo lineare e prevedibile ed una certa indecisione sul target di pubblico da assumere come riferimento (troppo complesso per i bimbi, troppo elementare per gli adulti). A otto anni dalla sua uscita, inoltre, il film di Chris Wedge comincia a pagare qualche limite tecnologico (ahia... l'obsolescenza programmata!), essendo evidente il gap con le pellicole d'animazione più recenti. L'ultimo difetto riguarda, infine, proprio l'edizione italiana, penalizzata dalla scelta scellerata di affidare il doppiaggio del protagonista, oltre ogni buon senso, all'inadeguata voce di Francesco Facchinetti (o, se preferite, Dj Francesco): in originale il cinema d'animazione americano utilizza attori di vaglia (in questo caso Ewan McGregor), in Italia ogni volta si scelgono insignificanti personaggi televisivi... a questo punto molto meglio i doppiatori professionisti. Nell'insieme tre Stelle, ma il film merita decisamente la visione.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati