Mystery Train

Trama

Un trittico di vicende ambientate a Memphis, nel Tennessee, durante un arco temporale di 24 ore e tutte convergono verso l'Hotel Arcade, dove si ode il boato di uno sparo. Nel primo episodio, _Lontano da Yokohama_, una coppia di giovani giapponesi visita i luoghi del Rock, soprattutto quelli legati alla memoria di Presley; in _Un fantasma_ una giovane vedova italiana viaggia col marito in una bara e viene visitata dallo spettro della rock star; infine, in _Perduti nello spazio_, tre ubriaconi compiono una rapina e ci scappa un morto.

Note

Il tocco ironico e minimalista di Jarmusch salva l'intreccio a incastro dall'esercizio di sceneggiatura.

Commenti (2) vedi tutti

  • Tre storie parallele in un modesto albergo di Memphis,che Jarmusch descrive con raffinata ironia, con qualche momento magico o surreale che si vanificano all'alba.

    leggi la recensione completa di bufera
  • Rilassante film di Jim Jarmusch con un ottima fotografia e belle musiche. Bravi gli interpreti e in special modo Joe Strummer. Voto 7+

    commento di jeffwine
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

bufera di bufera
6 stelle

MYSTERY TRAIN Dopo Permanent vacation, Stranger Than paradise e Daunbailò, Jim Jarmush prosegue sula linea dei racconti  in varie parti dell’America, dove si avvale del suo sguardo penetrante e surreale, nel caratterizzare personaggi e dettagli con sottile ironia, che rasenta a tratti il grottesco. Nasce così MYSTERY TRAIN – MARTEDI’ NOTTE A MEMPHIS (1989)… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

Texano98 di Texano98
9 stelle

I film di Jarmusch non sono mai stati congeniali ai tempi del cinema americano canonico, non per altro egli stesso è sempre stato identificato come il regista statunitense con lo stile più europeo, per la sua intimità, per i suoi silenzi, per le sue sfumature. Jarmusch non è mai stato a suo agio fra vistosi movimenti di camera e storie… leggi tutto

3 recensioni positive

Il meglio del 2017
2017

Recensione

bufera di bufera
6 stelle

MYSTERY TRAIN Dopo Permanent vacation, Stranger Than paradise e Daunbailò, Jim Jarmush prosegue sula linea dei racconti  in varie parti dell’America, dove si avvale del suo sguardo penetrante e surreale, nel caratterizzare personaggi e dettagli con sottile ironia, che rasenta a tratti il grottesco. Nasce così MYSTERY TRAIN – MARTEDI’ NOTTE A MEMPHIS (1989)…

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

Texano98 di Texano98
9 stelle

I film di Jarmusch non sono mai stati congeniali ai tempi del cinema americano canonico, non per altro egli stesso è sempre stato identificato come il regista statunitense con lo stile più europeo, per la sua intimità, per i suoi silenzi, per le sue sfumature. Jarmusch non è mai stato a suo agio fra vistosi movimenti di camera e storie…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2011
2011

Recensione

marcopolo30 di marcopolo30
7 stelle

Il quarto lungometraggio di Jim Jarmusch, a tre anni di distanza dal mini-cult “Daunbailò”, è certamente un buon Jarmusch, che senza rinunciare a uno stile lento e a tutta la poesia che ha dentro riesce comunque a metter su uno spettacolo dove l'azione -seppur sempre minimalista- non manca. E lo fa mostrandoci quell'America a lui tanto cara fatta di edifici abbandonati…

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

Alvin Straight di Alvin Straight
10 stelle

E' così poetico, essenziale e originale il cinema di Jarmusch. Tre storie, tre episodi, un hotel, un colpo di pistola. E' surreale e reale al tempo stesso. E' un film di pennellate fluide, minimaliste, non di dettagli precisi, come i tocchi impressionisti di un quadro di Monet. Voto: 10

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Treni

Redazione di Redazione

Da quando hanno iniziato a fischiare le loro "blue notes" nelle praterie americane, i treni si sono impressi nell'immaginario di Hollywood e del mondo intero. Difficile che il loro binari non corressero paralleli a…

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2002
2002
Il meglio del 1989
1989
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito