Espandi menu
cerca
Femmine folli

Regia di Erich von Stroheim vedi scheda film

Recensioni

L'autore

steno79

steno79

Iscritto dal 7 gennaio 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 209
  • Post 20
  • Recensioni 1348
  • Playlist 106
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Femmine folli

di steno79
9 stelle

Dopo "Greed" direi che questo "Femmine folli" si piazza al secondo posto nella filmografia del regista Erich von Stroheim, per me in ex-aequo con l'altrettanto bello "Sinfonia nuziale". Si tratta di un melò con venature grottesche ambientato a Montecarlo dove Stroheim ci racconta come suo solito una vicenda su aristocratici decaduti, su corruzione e inganno come costanti tematiche di un universo visto in una luce malinconica, da "Viale del tramonto" ante litteram. La versione restaurata oggi vedibile dura 143 minuti su Dvd, e suppongo che qualcosa sia stato reintegrato rispetto alle versioni che erano disponibili in precedenza. Stroheim aveva un tocco molto personale, caustico al punto giusto (il paragone con Billy Wilder che lo chiamò nel 1950 a interpretare il regista Max von Mayerling non è certo casuale), ma riesce a conferire spessore ai personaggi come il conte Karamzin o la moglie dell'ambasciatore americano, non eccede in sarcasmo, concede perfino spazio all'emozione in alcuni passaggi più accorati. Alcune scene come il temporale notturno con la fuga di Karamzin e della giovane americana o il salvataggio da parte dei pompieri sono girate molto bene da un punto di vista tecnico e colpiscono ancora, a tanti anni di distanza. È un film girato con larghi mezzi che, per una volta, fu un grande successo anche al botteghino. È da rimpiangere che Stroheim abbia chiuso la sua carriera registica nel giro di pochi anni, a causa di insanabili contrasti con i produttori che anticipano quelli futuri di Orson Welles, perché la stoffa era più che buona, la narrazione scorre senza intoppi, il film ha anche un'attenzione alle psicologie soprattutto femminili che lo rende moderno e in anticipo sui tempi. Fra gli attori oltre allo stesso Stroheim si apprezzano Miss DuPont come suo impossibile oggetto del desiderio e Dale Fuller nella parte di una governante che impazzisce per gelosia causando una tragedia. 

Voto 9/10

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati