Espandi menu
cerca
Falstaff

Regia di Orson Welles vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 132
  • Post 16
  • Recensioni 8989
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Falstaff

di mm40
6 stelle

Uno dei pochi film che Orson Welles è riuscito a portare a termine e come sempre - per le sue opere - un progetto nato con mille idee ed altrettante difficoltà, realizzato fra inghippi di vario tipo, soprattutto economici (Falstaff è figlio di una piuttosto inedita prodzione svizzero-spagnola). Il regista si ritaglia la parte del protagonista, ma non è solo un vezzo narcisistico (o appunto una necessaria, grossa limitazione nelle spese): questo personaggio è fin troppo simile a Welles stesso, è fondamentalmente un uomo pieno di passione che prende la vita come un divertimento, ma in cambio ottiene quasi solo rifiuti, maldicenze, cattiverie. Fra gli altri interpreti anche Jeanne Moreau, John Gielgud (futuro Oscar 1982 come miglior attore non protagonista in Arturo), Margaret Rutherford (diventata celebre nei panni di Miss Marple), Marina Vlady, Fernando Rey e pure il nostro Walter Chiari, ma gli ultimi due in particine minuscole. Tratto da una lunga serie di opere di Shakespeare (Enrico IV, Enrico V, Enrico VI, Riccardo II e Le allegre comari di Windsor) e sceneggiato dal regista con Raphael Olinshed, Falstaff ebbe origine nella mente di Welles già negli anni '30 ai tempi dei lavori radiofonici. 7/10.

Sulla trama

Crapulone e contaballe, il corpulento Falstaff è l'amico di sbornie e battaglie del figlio del re Enrico IV. Quando però l'erede sale al trono come Enrico V, Falstaff si vede disconosciuto.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati