Espandi menu
cerca
Coccodrillo

Regia di Kim Ki-duk vedi scheda film

Recensioni

L'autore

tafo

tafo

Iscritto dal 26 febbraio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 28
  • Post 1
  • Recensioni 426
  • Playlist 1
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Coccodrillo

di tafo
7 stelle

Come Maradona (1960-2020)

La violenza nel cinema del nostro era il modo per introdurci nella normalità dei suoi personaggi. Coccodrillo vive vicino al fiume, insieme ad un vecchio e ad un bambino, aspettando che qualcuno si butti in acqua, non  per salvarlo ma per recuperare i soldi che si porta con se, sfruttando anche il recupero del cadavere per ottenere qualcosa in cambio. Il nonno ed il piccolo non approvano il suo operato ma non riescono ad opporsi più di tanto succubi della brutalità dell’uomo e costretti come lui ad inventarsi qualcosa per non  morire di fame. Il nostro dispensa violenza  e la riceve nello stesso modo senza curarsene, perde i pochi soldi guadagnati disonestamente a poker. Quando salva una ragazza dalle attenzioni morbose di un coetaneo lo fa per approfittarsi di lei a sua volta con la forza non riuscendoci per l’intervento energico di un altro uomo. Le sue esigenze sessuali sono primitive e concrete, infatti quando si butta nel fiume una donna la salva ma non per pietà ma per poterne disporre a suo piacimento. La famiglia disfunzionale è al completo, padre madre figlio e nonno condividono la loro sfortuna e l’arte di arrangiarsi. Il vecchio raccoglie lattine vuote e ha una strana passione per un distributore di caffè, il bambino compra e rivende caramelle, entrambi difendono la donna dalla brutalità naturale dell’uomo che riesce si a soddisfare i suoi istinti primari ma al prezzo di ricevere tante botte. Il rapporto con l’esterno è sempre conflittuale, gli amici del poker lo fregano con una telecamera puntata sulle carte. Finisce in carcere per aver "violentato" un poliziotto omosessuale e alla fine riuscirà a vendicare l'onore ferito della sua donna. Il piccolo suo complice si distrae per comprare le caramelle perché i soldi che guadagna li deve dare tutti al coccodrillo. Dalla violenza si passa a momenti di tragi-commedia molto facilmente per approdare ai momenti di distensione poetica dove l’andamento del fiume accompagna il film nel suo corso placido e tranquillo. Il romanticismo  alla fine viene fuori, il sesso diventa amore prima che la famiglia si disgreghi. Il vecchio morirà insieme alla sua amata macchinetta e i due amanti cesseranno di respirare insieme.

 

 

 

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati