Espandi menu
cerca
Finché c'è guerra c'è speranza

Regia di Alberto Sordi vedi scheda film

Recensioni

L'autore

maso

maso

Iscritto dall'11 giugno 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 175
  • Post 3
  • Recensioni 792
  • Playlist 184
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Finché c'è guerra c'è speranza

di maso
6 stelle

 

Uno dei migliori Sordi attore e regista, non tanto per il film in se che non si ricorda certo per particolari vezzi tecnici o battute esilaranti ma piuttosto per il messaggio graffiante e amaro sull'emergente Italia del consumismo.

Il signor Chiocca fa il mercante d'armi in giro per il globo smerciando la maggior parte dei suoi prodotti ad aguzzini e dittatori nei paesi del terzo mondo ma non si può etichettare come un mostro arrivista perchè in realtà è solo schiavo delle pressioni e dei ricatti morali del suo marchio di rappresentanza e soprattutto dell'orrenda bellissima moglie che come i tre viziatissimi figli è insopportabile, sperperatrice, ambiziosa, quanto altro di peggio si può aggiungere?

Ovvio: non gli scuce mezza coscia neanche dopo il ritorno da un lungo viaggio ma in compenso perde al gioco, non fa un cazzo dalla mattina alla sera, è stanca ed annoiata, insomma ho trovato questo personaggio perfettamente descritto nel suo orrendo agire, in ogni sua manifestazione, come quando indignata volta le spalle al marito perchè non si può permettere di comprare una villa tipo Arcore con un giradino grande come il campo di San Siro.

Gli affari di Chiocca e l'abbondante esposizione di armamenti, carri armati e caccia aerei ci fa giustamente riflettere su come la guerra sia atroce nei paesi del terzo mondo già così straziati dalla povertà ma questo lunghissimo preambolo è finalizzato a criticare soprattutto la nostra società nell'ultima parte del film quando il protagonista torna a casa e trova il disprezzo della sua famiglia alla quale risponde in maniera finalmente tagliente, la battuta finale di Sordi risvegliato dalla cameriera vale la visione del film che si chiude in maniera feroce e nauseante sulla sua famiglia felice di essere felice grazie ai mali del mondo dei quali non se ne frega assolutamente.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati