Trama

Commenti (3) vedi tutti

  • Di sicuro un ritratto inusuale e mordace sull'aristocrazia, però alcune dinamiche potevano essere affinate meglio. Comunque sferzante.

    commento di Stefano L
  • Voto 7. [02.01.2013]

    commento di PP
  • Uno dei Fassbinder migliori che tratta forti tematiche con assoluta naturalezza, con stile impietoso, freddo nella forma e bruciante nell'anima, essenziale nelle linee costruttive dell'immagine, ironico, lapidario, sconsolato. 9

    commento di kotrab
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

PompiereFI di PompiereFI
10 stelle

Ultimato entro la fine del ’74 e proiettato in anteprima alla Quinzaine di Cannes il 30 Maggio del 1975, “Il diritto del più forte” narra le vicende di Franz Biberkopf (Fox, per gli amici), un omosessuale che lavora in un Luna Park come “testa parlante”, rappresentante un’attrazione bizzarra nella quale la testa, staccatasi dal resto del corpo,… leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Baliverna di Baliverna
6 stelle

ANTICIPAZIONE DEL FINALE - Secondo me non è tra i migliori film di Fassbinder. Lo stile è pulito e scorrevole come sempre; su questo fronte direi che non ci sono problemi. Quanto alla trama, si presentisce molto presto come andrà a finire la vicenda, e il gioco verso la fine diventa quasi troppo scontato. A me non sembra tuttavia che il regista faccia un discorso di classe,… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

diego di diego
stelle

Un eccezionale pellicola dell'autore tedesco che "riadatta" le lacrime amare in versione maschile, e lo arricchisce di personaggi e di tematiche ma anche di ironia, di spirito grottesco. Uno sguardo sul mondo omosessuale, a volte agghiacciante, a volte di compassione, altre ancora di macchiettizzazione, di stilizzazione, di simpatia o vergogna, dolore. Fassbinder non perde un colpo,… leggi tutto

3 recensioni negative

2018
2018
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

BirreciPaolo di BirreciPaolo
7 stelle

Il diritto del più forte , di Rainer Werner Fassbinder (1975) ; Durata: 123 minuti   In questa pellicola il grande regista tedesco Fassbinder raggiunge la totale maturità artistica e l'assoluta padronanza del mezzo cinema , attraverso una narrazione melodrammatica su una storia omosessuale che caratterizza molte opere della vastissima produzione del cineasta. Seguiamo la…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2017
2017
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2016
2016

Recensione

MarioC di MarioC
9 stelle

Fassbinder non ha mai avuto particolari timori, né remore, nel raccontare i rapporti di classe, le sue dinamiche inizialmente equilibrate, quindi declinanti lungo la china della sopraffazione e della affermazione del più forte. Il rapporto vittima-carnefice, debitore di una sin troppo evidente sindrome di Stoccolma, in un vuoto di senso ultimo rispetto al quale anche la…

leggi tutto
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 16 voti
vedi tutti
Nel mese di dicembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2015
2015

Recensione

Baliverna di Baliverna
6 stelle

ANTICIPAZIONE DEL FINALE - Secondo me non è tra i migliori film di Fassbinder. Lo stile è pulito e scorrevole come sempre; su questo fronte direi che non ci sono problemi. Quanto alla trama, si presentisce molto presto come andrà a finire la vicenda, e il gioco verso la fine diventa quasi troppo scontato. A me non sembra tuttavia che il regista faccia un discorso di classe,…

leggi tutto
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2014
2014
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

chribio1 di chribio1
1 stelle

Film che parte con una vicenda in un Circo qualunque in Germania poi si sposta abbastanza rapidamente con una Storia Omosex deprimente nella quale basta una sola frase (che all'incirca suona cosi' : "Chi di Noi 2 fa la ragazza ??!!") per capire l'andazzo puerile della Pellicola in visione,infatti tutto il resto fino al finale risulta spocchioso ed irritante.voto.1.

leggi tutto
Recensione

Introvabili cercasi

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista

"Mi piacerebbe tanto rivederlo, ma non esiste più in commercio..." "Ce l'avevo registrato, ma sarebbe bello se lo pubblicassero finalmente in dvd..." "L'ho visto una volta in televisione quando ero piccolo e…

leggi tutto
2013
2013

Recensione

EightAndHalf di EightAndHalf
9 stelle

Vittima e carneficie, sempre e comunque, nei rapporti sociali. La vittima è schiacciata, ma spesso si fa anche schiacciare; il carneficie schiaccia e sfrutta. Il film di Fassbinder è un apologo cinico e allucinante su un'umanità che rispetta ancora un originario "diritto del più forte", per cui la mente, la cultura e l'umanità, soprattutto, hanno perso valore, come "una parola ripetuta fin…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

kubritch di kubritch
10 stelle

La rappresentazione dell'omosessualità è solo un espediente per accentuare il fatto che il classismo, l'avidità, e lo sfruttamento del prossimo sono fenomeni strutturali della società consumistica, trascendenti la morale ufficiale. Incredibile l'attualità della trama, almeno in rapporto alla realtà italiana dove la protesta è mossa dal ricco nord-est che lamenta di non esserlo abbastanza…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2012
2012

Recensione

ethan di ethan
4 stelle

Non mi è piaciuta un granché quest'opera del prolificissimo autore bavarese: troppo simbolica la relazione, vista soprattutto come sfruttamento interclassista, tra il sempliciotto Fox - lo stesso Fassbinder - attrazione in un parco di divertimenti che si ritrova senza lavoro e il mellifluo Eugen (Peter Chatel) che, dopo averlo circuito, si fa prestare una grossa somma di denaro…

leggi tutto
Recensione

Recensione

ed wood di ed wood
9 stelle

Da cosa si capisce l'autorevolezza di un Autore? (scusate il gioco di parole). Da alcune cose...ad esempio, i veri Autori, quelli dalla personalità inconfondibile, sono capaci di fare un film con una trama prevedibilissima, riuscendo tuttavia a mantenere desta l'attenzione dello spettatore, che anzi finisce per appassionarsi ed esaltarsi a mano a mano che il film procede...E' il caso del…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito