Espandi menu
cerca
Il padre di mio figlio

Regia di Cheryl Dunye vedi scheda film

Recensioni

L'autore

FilmTv Rivista

FilmTv Rivista

Iscritto dal 9 luglio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 226
  • Post 80
  • Recensioni 6292
  • Playlist 6
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il padre di mio figlio

di FilmTv Rivista
6 stelle

La Miramax si affida a Eddie Griffin (che, oltre a recitare, ha partecipato alla stesura del copione), a Anthony Anderson e al “sopranos” Michael Imperioli per strutturare una commediola simpatica che fa il verso a Tre uomini e una culla di Coline Serreau, già rifatto a Hollywood con Tom Selleck. Insomma: le idee latitano e nell’anno del film che svelerà i retroscena del creatore di Peter Pan (Finding Neverland), la sindrome consequenziale è di stanza nella villetta del vecchio zio brontolone che accetta come ospiti il nipote e i suoi due amici del cuore. I tre, che abbiamo conosciuto nel divertente incipit a cartoni animati, non hanno una gran voglia di crescere, ma in men che non si dica lasciano incinte le loro rispettive compagne. Cambio di rotta: nati i pargoletti, i sogni vanno accantonati, gli impegni mondani ridotti e il tempo per lo scazzeggio inesorabilmente ridimensionato. La pellicola si lascia guardare, con un paio di sequenze che strappano persino alcune risate (la parodia di Rocky, il severo suocero cinese di uno dei nostri che si svela ex teppistello). Anche se il finale è di quelli da sconforto generalizzato, visto che negli Stati Uniti se non riesci a diventare (un) qualcuno, non sei nessuno. Morale difficile da digerire, sempre e comunque. Soprattutto dai futuri adulti, qui attoniti bambini.

 

Recensione pubblicata su FilmTV numero 34 del 2004

Autore: Aldo Fittante

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati