Trama

Il diciassettenne Pierre vive con la nonna. Quando all'improvviso il padre muore Pierre è iniziato alla perversione dalla madre, Hélène, che il ragazzo adora e nella quale vede una donna pura che ha vissuto con un uomo ripugnante. Hélène gli fa conoscere Réa, la sua giovane amante che coinvolge Pierre nelle sue orge...

Note

Al cinema, l'ispirazione batailliana è nove volte su dieci garanzia sicura di kitsch. Ed è senza dubbio anche il caso di questa innocua e fiacca divagazione, girata con assoluta incertezza, sbandando tra i dialoghi e le situazioni paradossali di Bataille e inspiegabili momenti di piatto realismo. Vari i condimenti furbetti (ma neanche tanto, poi): in colonna sonora irrompe l'_Adagio_ di Barber, i personaggi fischiettano Bernard Herrmann e leggono Don DeLillo.

Commenti (5) vedi tutti

  • Non è da buttare via tutto, però parecchio mi ha deluso, mi aspettavo tutta un altra cosa.

    commento di Utente rimosso (Luke Vacant)
  • Sade e Claudel citati in maniera pretestuosa, a mò di cane di Pavlov… Garrel fà la pipì e la Huppert, baldracca e incestuosa, lo prende in saccoccia… è di facile reperibilità… lo trovate alla sezione "scemotti intellettualotti"

    commento di Il cattivo nullatenente
  • ORRENDO!

    commento di columbiatristar
  • Mi ha molto deluso, però non è un film da buttar via. Riflessivo.

    commento di Utente rimosso (Titanic900)
  • Veramente brutto. Non c'e' che dire, un calcio all'opera letteraria (che amo molto), stravolta in tutti gli aspetti.

    commento di andrealion
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

degoffro di degoffro
2 stelle

Dal film "Guardami Pierre, sono una puttana, una cagna. Nessuno mi rispetta. Se mi ami veramente devi ammettere che sono ripugnante. E voglio che tu mi ami per questo: per la vergogna che ti ispiro!" Di fronte ad operazioni così insulse, volgari, supponenti e pretenziose sorge spontanea una sola domanda: perché? Perché un'attrice del calibro di Isabelle Huppert, qui evidentemente distratta… leggi tutto

6 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

joseba di joseba
6 stelle

Indeciso tra un approccio classicamente tragico ed un abbandono autenticamente vertiginoso alla materia, l'esordiente Cristophe Honoré sfoggia un talento visivo tutt'altro che disprezzabile. L'ambiguità del taglio stilistico nuoce tuttavia ad una vicenda che in alcuni momenti sembra sporgersi sull'orlo dell'abisso ed in altri rifugiarsi in triti cliché sadomasochistici. Irrisolto. leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

Crawford di Crawford
8 stelle

Isabelle Huppert è la madre del buio. Già con altre opere ("La pianista", "Violette Nozière", "Un affare di donne", "Il buio nella mente"...) aveva riempito la sala di tagli (più a se stessa o agli spettatori?), qui forse rende ancora più appuntite le sue esplorazioni negli organi pericolosi dell'oscurità e dà al film lo strazio altero e finale di una tragedia greca. Certo, l'autore… leggi tutto

5 recensioni positive

2018
2018
Trasmesso il 2 agosto 2018 su Cielo
Trasmesso il 29 luglio 2018 su Cielo
2017
2017
Trasmesso il 13 agosto 2017 su Cielo
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso il 28 aprile 2017 su Cielo
Trasmesso il 26 aprile 2017 su Cielo
2011
2011

Recensione

tobanis di tobanis
4 stelle

Questo film mi è parso una discreta stronzata. Tralasciando l'ovvio "Ma andate a lavorare!" che sorge spontaneo più volte, vedendolo, mi è sembrata una scusa per mettere su una roba senza capo nè coda, di finta morbosità, di gente fintemente malata (di mente), una sequenza raramente interrotta di cazzate e personaggi deprimenti, dove ti aspetti, infine, che il…

leggi tutto
Recensione
2008
2008

Recensione

degoffro di degoffro
2 stelle

Dal film "Guardami Pierre, sono una puttana, una cagna. Nessuno mi rispetta. Se mi ami veramente devi ammettere che sono ripugnante. E voglio che tu mi ami per questo: per la vergogna che ti ispiro!" Di fronte ad operazioni così insulse, volgari, supponenti e pretenziose sorge spontanea una sola domanda: perché? Perché un'attrice del calibro di Isabelle Huppert, qui evidentemente distratta…

leggi tutto
2006
2006

Recensione

kappadue83 di kappadue83
8 stelle

Il diciassettenne Pierre raggiunge la madre Helene, della quale ha quasi una venerazione, in un paesino nel deserto. Una volta morto il padre, Pierre conosce realmente la madre per quella che è, una donna trasgressiva amante della perversione che lo inizia ad un gioco d'iniziazione erotica... Tratto da un famoso romanzo, "Ma mere" è un film a mio avviso completamente riuscito. Per una volta,…

leggi tutto
Recensione
2005
2005

CALDE PASSIONI D'ESTATE

boysottoilsole di boysottoilsole

l'estate è vita, caldo e amore.L'estate in cui i sensi scoppiano, brucianti, in cui la pelle appiccicosa odora di sale, sa di sale, cerca altra pelle, viva.La luce e le ombre dell'estate sono come gli estremi degli…

leggi tutto
Playlist

W LA FRANCE

Playlist dedicata a Jeremy che è stato il mio corrispondente nello scambio culturale Lucca-Pamiers fatto con la scuola e che stamattina è andato via. Ciao Jeremy, buon viaggio e grazie di tutto.

leggi tutto
Playlist
2004
2004

Recensione

boysottoilsole di boysottoilsole
8 stelle

è un film denso, amaro come lo sperma, denso come lo sperma, umido di saliva, un urlo di notte al mare in tempesta, un urlo soffocato e non sentito, un corpo che diventa carne e non pensiero, come se le vene che ossigenano il corpo si siano congelate da questa bollente realtà che fa male fino a farsi male, che fa camminare una spanna sopra terra, che cerca ma non trova una via di fuga…

leggi tutto
Recensione

I Film-Tigre.

Huppert di Huppert

Film che attaccano e saltano verso la Visione come farebbe la tigre più carica d' Oro. Dedicato alla splendida Tigre dell' anonimo dipinto giapponese "La tigre nel boschetto di Bambù" del XVII secolo.

leggi tutto
Playlist
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

Tantra elettrico di Tantra elettrico
8 stelle

Credo che chi non abbia amato questo film (probabilmente perché estrae dal madido corpo degli occhi catene di sensazioni difficili da ingerire, difficili da domare, difficili da trasformare in qualcosa di diverso che non sia un uovo di dolore spesso nascosto) dovrebbe riconoscere l' intensa interpretazione della Huppert, la cui sensualità in questo film, a mio parere, viene messa maggiormente…

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito