Espandi menu
cerca
Old Boy

Regia di Chan-wook Park vedi scheda film

Recensioni

L'autore

GIMON 82

GIMON 82

Iscritto dal 7 marzo 2012 Vai al suo profilo
  • Seguaci 109
  • Post -
  • Recensioni 462
  • Playlist 23
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Old Boy

di GIMON 82
10 stelle

Quant'è labile  il confine  diviso da un amore perverso ed impossibile, e un'atroce e disperata sete di vendetta pronta a trascinarti nell'abisso? il regista Park-Chan-Wook riporta sullo schermo la questione,in un film dalle tinte apocalittiche. Girato in modo esemplare con  inquadrature eccelse, valorizzate dalla fotografia angosciosa,ed un'approfondimento psicologico da far impallidire qualunque autore con la A maiuscola.Le scene di inaudita  violenza non sono mai gratuite, ma orientate a simbologie dal significato filosofico e morale, che qui  assumono dimensioni parossistiche.L'autore coreano e' stato accostato a Tarantino per le scene dal taglio splatter e d'exploitation,ma il regista americano piu' che sull'approfondire i personaggi tende piu' al rimpasto citazionistico  dei gloriosi B-movie del passato, offrendo un cinema potente,e  puramente 'intrattenitivo.,Old Boy  e' un film dal taglio molto autoriale,dove la figurazione danza con gli abissi dell'anima.Magnificamente interpretato dal protagonista,l'attore Choi-Min-Sik che dona una prova carnale,( che molti attori Holywoodiani si sognano) ha come antagonista il gelido calcolatore Lee Woo-jin, che pianifica  un sentimento di vendetta covato per anni.Tutto cio' avviene nei confronti  del suo vecchio compagno di scuola Dae-su. Dae-Su è colpevole di sbandierare  la relazione incestuosa che Lee-Woo-Jin intrattiene con la sorella,scatenando cosi' nella ragazza una vergogna cosi' grande da condurla al suicidio.Dae-Su paghera' a caro prezzo per la sua "parlantina" ,nel  modo impensabile per ogni mente umana, rinchiuso per quindici anni in un'appartamento, senza  possibilita' di evasione nonostante i  tentativi di suicidio.Dopo 15 anni viene liberato dal  carnefice,  lanciandosi  alla ricerca d'una verita' che trascinera' tutti nel vortice dell'abisso.La voglia di vendetta  lo portera' sul percorso  di segreti atroci  da sopportare,dove l'incesto non-voluto con la figlia straziera' le anime.Tutto è parte d' un piano di vendetta lunga una vita,dell' odio mai sopito che fa risorgere demoni interiori da entrambe le parti. Nessuno puo' cancellare il male, la vendetta avra' fatto la sua parte ma cosa rimane? Un dolore piu' lacerante che mai,una ferita mai rimarginata, con cui fare i conti,   solo la fine puo' cancellare tutto,....L'epilogo è uno dei piu' ambigui mai visti, dove il  sentimento malato e  inconsapevole  manterra' in vita chi e' morto dentro.....

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati