Mio zio

Regia di Jacques Tati

Con Jacques Tati, Jean-Pierre Zola, Adrienne Servantie, Alain Bécourt Vedi cast completo

Guardalo su
  • Amazon Prime Video
  • Chili
  • Chili
  • Chili
In STREAMING

Trama

Mentre l'imperturbabile monsieur Hulot continua ad abitare in un pittoresco e caloroso quartiere popolare, sua sorella ha sposato il dirigente di una fabbrica di oggetti in plastica; la coppia ha un figlioletto, Gérard, che cresce in una casa ipertecnologica e zeppa di ogni moderna diavoleria. Gli sforzi dei parenti per adattare Hulot al loro stile di vita hanno esiti fallimentari: anzi, è proprio Gérard a dimostrarsi affascinato dallo scombinato e confusionario zio...

Note

Cinque anni dopo _Le vacanze..._, Tati veste nuovamente i panni del suo alter ego, inaugurando le frecciate satiriche che ispireranno i successivi _Playtime_ e _Trafic_.

Commenti (6) vedi tutti

  • Una unione rara di satira grottesca, leggerezza di stile e dolcezza commovente.

    commento di kotrab
  • Puro ed onesto,sicuramente fuori moda ma con grandi verità;Da far vedere a scuola!

    leggi la recensione completa di Lucaeclettico
  • Tati, per quel che mi riguarda, può anche finire nel dimenticatoio.

    leggi la recensione completa di Carlo Ceruti
  • La cucina stile ospedale è da manuale. Bellissimo film, ricco di atmosfera e di valori.

    commento di sillaba
  • Non sono riuscito ad entrare in sintonia con questo film, che sconsiglio ai più

    commento di sonicyouth
  • Deliziosissimo.Grande Tati.

    commento di gio83
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
9 stelle

Monsieur Hulot (Jacques Tati) vive in un pittoresco e colorato quartiere popolare. La sorella (Adrienne Servantie), invece, sposata con Charles Arpel (Jean-Pierre Zola), un importante dirigente di una fabbrica che produce plastica, vive nella parte moderna della città in un appartamento lussuoso ed ipertecnologizzato. Hanno un figlio, Gerard (Alain Bècourt), che mostra di gradire… leggi tutto

12 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Lucaeclettico di Lucaeclettico
6 stelle

Comicità d'altri tempi,pura ed innocente!Film a tratti spassoso e più "crudele" di quanto non sembri.L'ostentata modernitá della famiglia borghese è snervante e ridicola ed attualissima se si pensa alla nuova robotica domestica che avanza.Lo zio che non vuole assolutamente entrare nella parte dell'"uomo modello",é da esempio simpatico all'annoiato… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
4 stelle

In una casa stramba e piena di diavolerie tecnologiche, vive una tranquilla famiglia borghese che fa discorsi banali. Poi arriva Monsieur Hulot e scombina qualcosa... Mio zio è uno di quei film in cui mi sento 'fuori dal coro'. La verità è che non amo Jacques Tati, non mi diverte, non mi stuzzica affatto il suo personaggio di Monsieur Hulot che non è altro che il… leggi tutto

2 recensioni negative

2017
2017

Recensione

Lucaeclettico di Lucaeclettico
6 stelle

Comicità d'altri tempi,pura ed innocente!Film a tratti spassoso e più "crudele" di quanto non sembri.L'ostentata modernitá della famiglia borghese è snervante e ridicola ed attualissima se si pensa alla nuova robotica domestica che avanza.Lo zio che non vuole assolutamente entrare nella parte dell'"uomo modello",é da esempio simpatico all'annoiato…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2016
2016
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

galaverna di galaverna
9 stelle

A mio parere il miglior lungometraggio di Jacques Tati, non solo per la vena comica molto più surreale che nelle pellicole precedenti, ma soprattutto per la visionarietà nel "leggere" i cambiamenti sociali di una famiglia iper-tecnologica, veramente antesignana in certi frangenti visto l'anno in cui il film venne girato. Tati, con la consueta leggerezza di un pugile che danza ma…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
4 stelle

In una casa stramba e piena di diavolerie tecnologiche, vive una tranquilla famiglia borghese che fa discorsi banali. Poi arriva Monsieur Hulot e scombina qualcosa... Mio zio è uno di quei film in cui mi sento 'fuori dal coro'. La verità è che non amo Jacques Tati, non mi diverte, non mi stuzzica affatto il suo personaggio di Monsieur Hulot che non è altro che il…

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 6 giugno 2016
locandina italiana 2016
Foto
2015
2015

Recensione

steno79 di steno79
9 stelle

Bisognerebbe ricordarsi più spesso che Jacques Tati è stato uno dei massimi comici della cinematografia mondiale,  ma anche un autore completo e un "inventore di forme" degno dei più grandi creatori della settima arte. Dispiace che abbia girato pochissimo  (solo sei lungometraggi), evidentemente a causa di un crescente perfezionismo "alla Kubrick", ma i film che ci…

leggi tutto
2014
2014
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2011
2011
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
9 stelle

Monsieur Hulot (Jacques Tati) vive in un pittoresco e colorato quartiere popolare. La sorella (Adrienne Servantie), invece, sposata con Charles Arpel (Jean-Pierre Zola), un importante dirigente di una fabbrica che produce plastica, vive nella parte moderna della città in un appartamento lussuoso ed ipertecnologizzato. Hanno un figlio, Gerard (Alain Bècourt), che mostra di gradire…

leggi tutto
Recensione
Utile per 18 utenti

Le battaglie di Canne(s).

panflo di panflo

Quando ero giovane il cinema rappresentava l'unico luogo dove portare una ragazza conosciuta da poco e approfondire la "conoscenza" nel buio complice della sala, in genere di pomeriggio con affluenza minima di…

leggi tutto

Recensione

michel di michel
10 stelle

METTETE UN CUORE NEL VOSTRO MOTORE. Il cognato vorrebbe sistemarlo ma Hulot e la fabbrica di materie plastiche sono incompatibili. Tati divide il film (e il mondo) in due regioni: un paese a misura d'uomo, lento, magmatico e vitale regolato dai sentimenti e una città tecnologica, fredda e triste dominata dal lavoro e da una ritualistica insensata. Il confine non è del tutto…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Ti ha fatto ridere?

mariosirio di mariosirio

Un film per piacermi deve avere alcuni elementi quali: sparatorie lunghe e rumorose, amori teneri, gaffe, equivoci giocosi non troppo complicati, tanti morti ammazzati e comunque un lieto fine

leggi tutto
2010
2010

Sicurezza

Frantic di Frantic

Questi sono i film che non mi stanco mai di guardare, che sono sempre come la prima volta, che mi fanno sempre sperare che l'eroe faccia la scelta giusta ed invece..., che riesco a guardare anche se intorno a me…

leggi tutto
Playlist
2009
2009

Recensione

rebis di rebis
4 stelle

L’antico e il moderno secondo Monsieur Hulot... Sarò impopolare, ma si riconoscerà almeno che i serafici, discreti ritratti sociologici di Tati sono bozzettistici e tendenziosi, quando non proprio puntigliosi e prosaici. Le conclusioni cui perviene sono esattamente quelle attese dalle premesse e ciò che mostra allude a se stesso e nulla più: la semplicità…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito