The Dreamers - I sognatori

Regia di Bernardo Bertolucci

Con Michael Pitt, Louis Garrel, Eva Green, Jean-Pierre Kalfon, Jean-Pierre Léaud Vedi cast completo

Guardalo su
  • Infinity
  • RakutenTv
  • RakutenTv
In STREAMING

Trama

Parigi, 1968: rimasti soli mentre i genitori sono in vacanza, Isabelle e Theo invitano a casa loro Matthew, un americano che hanno appena conosciuto. I tre decidono di non uscire e definiscono le regole della loro reclusione. Esplorando emozioni ed erotismo, arriveranno a conoscersi profondamente e a mettersi alla prova per capire fin dove possono arrivare...

Note

I sognatori di Bertolucci sognano al chiuso, nelle prime file della sala cinematografica e in una bella casa vuota: si raccontano le insofferenze della borghesia illuminata francese e della piccola borghesia americana, che con la tolleranza pacifista cerca di ritrovare l'innocenza perduta. Sognano e sanno che non sarà mai più così, più maturi dei loro corpi, più antichi delle immagini del "loro" cinema. Aperto dal dolly che discende dalla Tour Eiffel (e che si ripete in analoghi movimenti fuori dall'ascensore della casa dei ragazzi), accompagnato da una colonna sonora di "etimologica" precisione e di istantaneo calore emotivo (Jimi Hendrix ed Edith Piaf, i Doors e Françoise Hardy, _El paso del Ebro_ e _La mer_), _The Dreamers_ è girato con la leggerezza del cinema che negli anni '60 scopriva il mondo, con le fughe di _Bande à part_ e le ingenuità di _Pierrot le fou_ e di _Partner_, con la voglia di sporcare lo schermo con un pezzo di autobiografia felice, di raccontare che l'unica via di uscita è il suicidio, come per _Mouchette_, ma che a volte, un colpo d'aria, un sogno che per un istante si materializza, ti può fermare. E la voglia di non dimenticare e di non rimpiangere niente.

Commenti (40) vedi tutti

  • Un bellissimo tributo al cinema fatto da uno che ha fatto la storia del cinema, laico, libero, senza tabu e senza censura. Quel regista si chiama Bernardo Bertolucci.

    leggi la recensione completa di VictorAoki
  • Oggi (2021) va bene come documentario d'epoca

    commento di ottobyte
  • Vorrebbe essere un ritorno di fiamma della Nouvelle Vague, ed a tratti ci riesce, puntando però troppo sull'erotismo nel raccontare la nostalgia dell'El Dorado dei sogni che fu il '68, per i giovani borghesi intellettuali. Belli la fotografia, le citazioni filmiche, e soprattutto Eva Green. Voto 7.

    commento di ezzo24
  • I veri sognatori sono quelli che vorrebbero essere al posto dei protagonisti. Più riuscito come film erotico. Ovviamente c'erano anche quei giovani che entravano nei cortei di protesta politica solo per seguire la massa ma non credo proprio che fossero tutti come quelli di Bertolucci.

    commento di Mr Rossi
  • Controverso e particolarissimo film di Bertolucci...può piacere come no!

    commento di Fiesta
  • il genere umano non ha bisogno di questi pseudo-rivoluzionari ultra-borghesi che se/ce la menano in modo esagerato. se questo fosse il messaggio, saremmo tutti d'accordo. ma non è così. purtoppo il film suona suona posticcio ad ogni procedere di fotogramma, senza avere la potenza immaginifica di un Godard d'annata. stanco e falso.

    commento di giovenosta
  • Si tromba come i pazzi

    commento di sticazzi
  • Fa riflettere voto 7

    commento di eros7378
  • film intelligente, e veritiero, sulle implicazioni vaste e profonde della sessualità.

    commento di lamettrie
  • è evidente che il sottoscritto sta al cinema come berlusconi alla saggezza, ma tant'è!, il film? una mezza maialata mal riuscita, intrigante la scena di lei che li sfila i pantaloni per… per il resto chi ne capisce il senso è bravo.

    commento di Utente rimosso (Pandacattivo)
  • Ho sempre detestato i cinefili. E i cineasti snob fino all'imbecillità. Dopo aver visto questo film ristoratevi con Jules et Jim.

    commento di contemalfido
  • Il film mi ha sconvolto per la sfrontatezza che ovvia però ad una sceneggiatura in sé priva di idee. Un collage di citazione e autocompiacimenti, estetismi e voyeurismo.

    commento di carletto86
  • Voto 5. Eccessivo in ogni sua manifestazione. Evitabilissimo.

    commento di Derzu
  • La cinefilia al suo peggio

    commento di critico
  • bellissimo, voto 7

    commento di demetrio73
  • che dire imperfetto ma da vedere per un cinefilo, si muove tra iniziazione, incesto, rivisitazione del maoismo e del 68, cinema tanto cinema. leggendario il dialogo chaplin-keaton. incredibile la bellezza della green.

    commento di sir
  • Grande pellicola, anche se a mio parere un po' troppo lunga. Una visione del '68 dall'interno. Ben riuscito grazie anche ai 3 protagonisti che forniscono un'ottima interpretazione. www.lanoifilm.com

    commento di MondoMarcio
  • L'intenzione non era esprimere un'idea distaccata del '68, da parte di un narratore onniscente, ma fornire la visione di chi il '68 l'ha creato e vissuto con la mente, i pensieri, i sogni… a mio parere ottimo, e perfettamente riuscito

    commento di milo87
  • Ma che bello!

    commento di okkio
  • Voto 5 Menoso

    commento di luca826
  • Si ringrazia Bernardo Bertolucci per averci fornito Eva Green.

    commento di movieman
  • Sarà per l'ambiguità degli sguardi, sarà per i corpi nudi in pose artistiche, sarà per il tema di fondo del film…a me il lavoro di Bertolucci è piaciuto. O forse, semplicemente, è tutto merito della colonna sonora.

    commento di sonicyouth
  • Bello L'omaggio di Bertolucci alla settima arte. Bravi gli interpreti e sprazzi di grande cinema. Per meta' e' un ottimo film…

    commento di CERAUNAVOLTA
  • Sesso, fratelli e politica. Giovane americano iniziato al sesso da fratello e sorella gemelli francesi nel 1968. Masturbatoria vecchiaia di un regista nostalgico

    commento di amalteo
  • Un capolavoro!!!! Il mio film preferito!!! Unico, fantastico e unico!!!! Eva green è bravissima e bellissima. Bertolucci da il meglio di se.

    commento di cinefilo87
  • Film tra l'hardcore e il simil-intellettualoide… noioso, scontato e stupido, senza uno straccio di idea originale o un argomento plausibile che lo regga in piedi… si salvano gli attori… almeno quelli…

    commento di RageAgainstBerlusca
  • I giovani e i loro sogni, idee, paure e limiti sono i protagonisti del film. Il sesso è solo un elemento ma intrascurabile, e il 68' uno sfondo: non c'è età a THE DREAMERS. Bellissimo.

    commento di attore
  • Questo film è stato fatto al solo scopo di compiere un atto d'amore nei confronti del cinema!

    commento di VirginPrune
  • esagerato. bertolucci fissa il film al limite dell'erotismo. non c'era bisogno di incentrarlo così tanto sul sesso.

    commento di carpa
  • il vero film ,per chi ama respira e vive solo di cinema.Il capolavoro di Bertolucci è solo questo uno stupendo manifesto all'amore per il cinema.

    commento di dawsalex
  • Film particolare…manca di una trama precisa,scorre lento e sempre uguale senza colpi di scena,un po' monotono e senza finale.

    commento di Lelly
  • Semplicemente uno splendido film!!!

    commento di florentia viola
  • Buoni gli spunti di partenza e nella regia c'è sempre il tocco del grande maestro. La storia però a un certo punto mi sembra perdersi e diventare poco coinvolgente. Da parte mia non è tra i film più riusciti del regista.

    commento di maro66
  • Mi limito a scrivere che mi ha completamente conquistato, mi è entrato dentro e non vorrei banalizzarlo con una recensione da "profano".

    commento di revoute
  • Bernardo Bertolucci e' partito alla ricerca del tempo perduto, ma non ha trovato niente.

    commento di Regista del Silenzio
  • I fermenti del ’68 “addomesticati” col vezzo del cinefilo in un film di formazione che, pur non rinunziando a qualche eccesso, rende assai godibile omaggio alla fabbrica dei sogni.

    commento di DrFloyd
  • Il miglior film della Mostra di Venezia!

    commento di Xiao
  • bertolucci,per creare interesse attorno a questa non storia, ha dovuto inventarsi scene "provocanti" totalmente fini a se stesse, e di questo film non rimane in tasca niente, a parte la noia e la domanda: e il 68? a me è sembrato più un 69..

    commento di al3x
  • Orribile rappresentazione di adolescenti viziati e perdigiorno, Bertolucci afferma di essersi ispirato alla sua gioventu', mi dispiace quindi x lui.

    commento di orlandorimbaud
  • mi aspetto molto da questo film, vi farò sapere

    commento di coccinella
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

stanley kubrick di stanley kubrick
10 stelle

VIETATO SOGNARE   "Un sogno è roba che funziona. Se volete un consiglio signore buon Dio, quello è il sistema buono. Per salvare qualcuno, nel caso, un sogno." Alessandro Baricco, Oceano Mare   Il cinema di Bernardo Bertolucci è tormentato dai luoghi chiusi, che racchiudono claustrofobicamente i personaggi delle vicende del grande regista italiano,… leggi tutto

72 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Bellociuffo di Bellociuffo
6 stelle

Non ho mai amato troppo Bertolucci, sebbene non sia un suo totale detrattore, ma in lui non ho mai sopportato quell'aurua tutta sua di volontà di sfornare film così detti d'autore à la francese(che poi se il cinema francese è in crisi ci sarà un motivo). The Dreamers segue un pò questa linea guida, rincarando ancora la dosa su fattori sessuali che ora mai ne scandalizzano ne colpiscono… leggi tutto

30 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

valerioexist di valerioexist
4 stelle

Si astengano anacronistici sessantottini e bertolucciani freak pseudo-intellettuali dal leggere questa recensione di “The Dreamers”, film del 2003 di Bernardo Berolucci con Eva Green, Michael Pitt e Louis Garrel che ho avuto modo di riesaminare meglio grazie a Rete 4. Probabilmente la spocchia di chi ama questo genere di insulsaggini farà in modo che chi le critica verrà echitettato a vita… leggi tutto

39 recensioni negative

2021
2021

Recensione

VictorAoki di VictorAoki
10 stelle

Oh ragazzi! Gli anni '60 erano qualcosa. Almeno questo film non è Woodstock. È la Francia, il paese in cui tutto è concesso alla gente. Eva Green è sessualmente intrigante per il suo ruolo di Isabelle. Vivendo con suo fratello e la sua famiglia, Matthew (Michael Pitt) sperimenta per la prima volta uno shock culturale totale. Andare a scuola in un paese straniero…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso il 27 aprile 2021 su Cine34
Trasmesso il 26 aprile 2021 su Cine34
Trasmesso l'11 aprile 2021 su Canale 5
Trasmesso il 1 aprile 2021 su Cine34
Trasmesso il 31 marzo 2021 su Cine34
2020
2020
Trasmesso il 20 settembre 2020 su Cine34
Trasmesso il 19 settembre 2020 su Cine34
2019
2019
2018
2018
Trasmesso il 16 dicembre 2018 su Iris
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Attore. Segno. Corpo.

Attore. Segno. Corpo.

Storia della Messa in Scena. Fino al Settecento, con le eventuali contestualizzazioni, il teatro non aveva ancora subito chissà che evoluzioni… segue

Post
Trasmesso il 9 gennaio 2018 su Iris
Trasmesso il 2 gennaio 2018 su Iris
2017
2017
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito