Espandi menu
cerca
Elephant

Regia di Gus Van Sant vedi scheda film

Recensioni

L'autore

barabbovich

barabbovich

Iscritto dal 10 maggio 2006 Vai al suo profilo
  • Seguaci 77
  • Post 7
  • Recensioni 3118
  • Playlist 4
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Elephant

di barabbovich
6 stelle

Può succedere che in una società in cui un adolescente qualsiasi ordina un fucile a pompa su un qualsiasi catalogo di vendita per corrispondenza, le carneficine non siano un mero incidente. È quanto accaduto nella scuola di Columbine, nell'Oregon, che ha fornito a Michael Moore il pretesto per raccontare l'amore degli americani per le armi (il titolo, non a caso, era Bowling a Columbine), premiandolo anche con l'Oscar. Due premi (miglior film e miglior regia a Cannes) li incassa anche il film di Gus Van Sant, che racconta con stile algido e piglio semidocumentaristico l'eccidio compiuto da due studenti. Van Sant sceglie la strada più irta, affidandosi a lunghi piani sequenza con i protagonisti - tutti autentici studenti - spesso ripresi di spalle, mentre si aggirano per gli eterni corridoi dell'edificio scolastico al punto che la prima parte del film sembra quasi inerte. Le stesse scene vengono moltiplicate dai punti di vista, grazie ai quali vediamo scorrere un'umanità sordida - ragazzine fanatiche, bulli, un preside meschino, adolescenti annoiati - che non impatta mai col giudizio del regista. Glaciale e asettico, il film non imbocca mai la strada della violenza esplicita, neppure quando i due ragazzini decidono di svuotare i loro caricatori su insegnanti e compagni. Cinema ad altissimo spessore etico, coraggioso, dalle scelte stilistiche estreme, fotografia di una società e una generazione allo sfascio.   

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati