Espandi menu
cerca
Matrix Reloaded

Regia di Andy Wachowski, Larry Wachowski vedi scheda film

Recensioni

L'autore

CineNihilist

CineNihilist

Iscritto dal 27 marzo 2020 Vai al suo profilo
  • Seguaci 39
  • Post 1
  • Recensioni 79
  • Playlist 5
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Matrix Reloaded

di CineNihilist
10 stelle

Realizzata la Profezia, Neo, l'Eletto, il nuovo uomo del socialismo, l'Über-Mensch di Nietzsche, il Messia giunto dal cielo per liberare l'umanità, deve affrontare la sua seconda prova più grande: interrogarsi sul suo scopo nell'eterno conflitto tra gli esseri umani e le macchine.

 

E come in tutti i secondi capitoli delle saghe che si rispettino e come in tutti i secondi atti delle più grandi opere cinematografiche, la fase d'intermezzo è caratterizzata sempre dall'incertezza, dallo sconvolgimento della realtà, dall'acuirsi degli ostacoli e dalla fallibilità dei protagonisti.

 

Matrix Reloaded pone dunque il quesito sull'effettiva capacità dell'Eletto nel poter cambiare veramente il sistema e se quindi è tutto frutto di una Profezia mal interpretata, se non addirittura inesistente.

 

Pragmatismo o gnosticismo? Relativismo o darwinismo? Sistemi algoritmici o sbilanciamento dell'equazione?

Le sorelle Wachowski decidono quindi di ampliare ed estendere il loro discorso filosofico del primo capitolo ad una dimensione ancora più spirituale ma indistintamente umana.

 

La rappresentazione tecnologica e tribale di Zion, la discesa nel regno degli Inferi del Merovingio retto unicamente sulla base del vero potere secondo la legge della causalità, la sempre più criptica psicanalisi dell'Oracolo, la nuova natura nichilista distruttiva del redivivo Agente Smith, il magistrale dilemma e dialogo filosofico tra l'Architetto e Neo, sono tutti elementi volutamente inseriti dalle registe per far riflettere lo spettatore ed offrirgli un universo sempre più grande ma volto sempre di più verso il collasso definitivo, che necessita irrimediabilmente di un reloading.

 

La scelta finale che compie Neo però, ovvero il salvataggio di Trinity, rappresenta il passaggio catartico e fondamentale per segnare una nuova svolta al perenne conflitto ciclico e distruttivo, eludendo l'ennesimo riavvio di Matrix e procedendo per una completa Rivoluzione.
Il rifiuto sistemico all'equazione algoritmica malthusiana dell'Architetto, creatore di Matrix e massima espressione della razionalità, è l'insieme di tutte quelle caratteristiche imperfette dell'essere umano che lo rendono però allo stesso tempo un individuo libero capace di scegliere le proprie azioni, accettandone dunque anche le conseguenze.
L'irrazionalità rappresentata dall'amore sarà il seme che farà sbocciare la Rivoluzione del terzo capitolo, essendo un sentimento così puro da poter far convivere individualità e collettività all'unisono.

 

La potenza drammaturgica della pellicola ritrova un'altra volta risposta nella spettacolare regia e nella splendida scrittura delle sorelle Wachowski, che sfruttando il consistente budget a disposizione, costruiscono effetti speciali spettacolari per rappresentare l'alta posta in gioco nell'eterno conflitto tra esseri umani e macchine, costruendo scene e scenografie a dir poco sbalorditive come il ballo tribale tecno-disco all'interno di Zion, lo scontro tra Neo e le mille copie dell'Agente Smith, l'inseguimento in autostrada di Trinity, Morpheus e il Fabbricante di Chiavi da parte degli agenti e degli uomini del Merovingio, la costruzione scenica della stanza dell'Architetto e lo scontro di arti marziali tra Neo e Seraph.

 

Le sorelle Wachowski hanno dunque centrato perfettamente un sequel a dir poco superiore contenutisticamente e stilisticamente parlando rispetto al loro primo capitolo, che però ha scomodato ovviamente la fanbase più intransigente e nostalgica.
Ed essendo quest'ultima restia ai cambiamenti, si è ritrovata di fronte ad un'opera maestosa facilmente non assimilabile alla prima visione.

 

Voto: Indescrivibile

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati