Trama

Anni 30, provincia francese. Un giornalista rimasto vedovo non accetta la morte della moglie e restaura una vecchia cappella diroccata per onorare la memoria della donna e di tutti gli amici defunti. Neanche l'amore di una giovane riuscirà a distrarlo dalla sua ossessione.

Note

Il film è liberamente ispirato a tre racconti di Henry James: "L'altare dei morti", "Gli amici degli amici" e "La tigre nella giungla". A proposito delle tematiche affrontate, Truffaut dichiarò: "Io sono contro l'oblio che è una frivolezza enorme, la frivolezza dell'attualità è una cosa che non sopporto.. La forza del ricordo, della fedeltà e delle idee fisse è più potente. Io rifiuto di dimenticare".

Commenti (1) vedi tutti

  • Voto 5. [08.07.2011]

    commento di PP
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
8 stelle

VOTO : 6/7. Pellicola criptica e semplicemente lineare allo stesso tempo che ruota attorno ad un personaggio che da un peso fondamentale alla memoria dei morti, tanto da non riuscire più ad afferrare quello che le persone vive possono ancora offrirgli. Ma poi il messaggio si può leggere su più livelli, ovvero che il ricordo in generale è un bene prezioso che non va mai accantonato (magari… leggi tutto

10 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

La follia del protagonista della Camera verde è totale. E questo ne dimostra la sincerità e l'ingenuità; la lucidità nel vantarsi di valori discutibili e nell'ostentare le proprie fissazioni preoccupanti è esattamente folle. E questo non è un folle per cui parteggiare, decisamente. Eppure quella di Truffaut, che si assume (caso raro e dal risultato fortunato) pure la responsabilità… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

barabbovich di barabbovich
4 stelle

Sconvolto per aver visto morire molti suoi amici sul campo di battaglia durante la prima guerra mondiale e rimasto precocemente vedovo, Julien Davenne (Truffaut) manifesta una vera e propria ossessione nel rapportarsi con i defunti. Decide così di investire tutto ciò che ha messo da parte nel recupero di una cappella abbandonata e fatiscente, che diventa una perenne camera… leggi tutto

2 recensioni negative

2017
2017
2014
2014

Recensione

zombi di zombi
9 stelle

fine anni venti in una cittadina di provincia francese. julien davenne lavora in un piccolo giornale destinato a chiudere. oramai sono più i resi, a causa degli abbonati morti che i giornali venduti. il direttore cerca di fargli accettare un lavoro di responsabilità a parigi ma lui rifiuta categoricamente. julien vive in una grande casa con una governante e un bambino muto. julien…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

È probabilmente il film più religioso di Truffaut, ma ovviamente di una religione che non ha niente di "cristiano" in senso tradizionale. Anzi, le soluzioni che propone il cattolicesimo a consolazione della perdita dei cari sono considerate illusorie e inutili dal protagonista, un giornalista di una cittadina dell'est della Francia, rimasto vedovo da qualche anno dell'amatissima…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
2013
2013

Farewell.

montelaura di montelaura

Cinque anni fa era domenica, come oggi. E te ne andavi per sempre. L'ultima cosa di cui abbiamo parlato, la sera prima, era un film: "Eyes wide shut". L'ironia della sorte è che la prima cosa di cui parlammo quando…

leggi tutto
2012
2012

Visioni d'insieme

VeniceKrystel di VeniceKrystel

“Vedere” sarà comprendere. La condanna sarà il disgusto della delusione, sarà la sospensione della mente, sarà il dipendere dalla propria indipendenza. Vite segrete di sistemi stranieri, individualisti. Forse…

leggi tutto

Recensione

supadany di supadany
8 stelle

VOTO : 6/7. Pellicola criptica e semplicemente lineare allo stesso tempo che ruota attorno ad un personaggio che da un peso fondamentale alla memoria dei morti, tanto da non riuscire più ad afferrare quello che le persone vive possono ancora offrirgli. Ma poi il messaggio si può leggere su più livelli, ovvero che il ricordo in generale è un bene prezioso che non va mai accantonato (magari…

leggi tutto
Recensione
Utile per 11 utenti
2011
2011

Recensione

barabbovich di barabbovich
4 stelle

Sconvolto per aver visto morire molti suoi amici sul campo di battaglia durante la prima guerra mondiale e rimasto precocemente vedovo, Julien Davenne (Truffaut) manifesta una vera e propria ossessione nel rapportarsi con i defunti. Decide così di investire tutto ciò che ha messo da parte nel recupero di una cappella abbandonata e fatiscente, che diventa una perenne camera…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2010
2010

Avitudine

fixer di fixer

Avitudine come culto per i nostri avi o mera abitudine come quella di mettere dei fiori sulla tomba di un nostro caro e poi scordarlo per un anno? Abitudine: abito è una forma intensiva di "Habere", avere. Una…

leggi tutto
2009
2009

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

L'Amore,la Morte e la Memoria.Julien ha perso l'amatissima moglie e tutti i suoi amici nella Grande Guerra.A lei e a tutti i suoi amici persi tragicamente dedica l'ossessione del suo ricordo che viene simboleggiato da una candela accesa per ogni defunto in una cappella al cimitero,dopo che la sua casa è stata danneggiata da un fulmine .E anche quando incontra una giovane donna che…

leggi tutto

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

Complessa e austera riflessione sulla Morte e sui suoi molteplici significati. Morte come rinuncia alla vita; Morte come culto feticista e necrofilo; Morte come immagine "immortalata" (per l'appunto) in una fotografia (il tema dell'immagine, quindi anche del cinema come espediente per "uccidere" le cose reali o, da un'opposta prospettiva, farle rivivere). Un compendio di diversi binomi…

leggi tutto

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

Il film narra la storia di Julien Davenne, un uomo austero e solitario che, in seguito alla scomparsa della moglie e dopo aver vissuto sulla propria pelle gli orrori della Prima guerra mondiale, decide di consacrare la propria vita al culto dei morti. Quando incontra la giovane e attraente Cecilia, con cui ha molte affinità caratteriali, cerca di coinvolgerla nella sua personale ossessione, ma…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Cimiteri

montelaura di montelaura

Celebrazione di un non-luogo. Il cimitero è la rappresentazione per eccellenza di un luogo che raccoglie persone che non esistono più e di conseguenza che non ha ragione di esistere se non per i…

leggi tutto

Recensione

LorCio di LorCio
10 stelle

La morte è un tema fondamentale nel cinema di François Truffuat sin dai tempi di Tirate sul pianista (e come dimenticare l’importanza della morte in Jules e Jim, La calda amante, La sposa in nero e, successivamente, ne La signora della porta accanto?). La vita senza la parti noiose, disse Hitchcock in un’intervista all’autore. Questa idea è diventata…

leggi tutto

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

La follia del protagonista della Camera verde è totale. E questo ne dimostra la sincerità e l'ingenuità; la lucidità nel vantarsi di valori discutibili e nell'ostentare le proprie fissazioni preoccupanti è esattamente folle. E questo non è un folle per cui parteggiare, decisamente. Eppure quella di Truffaut, che si assume (caso raro e dal risultato fortunato) pure la responsabilità…

leggi tutto
Recensione
2008
2008

La mia selezione

CharlotteB di CharlotteB

Questi film hanno segnato in un modo o nell'altro la mia esperienza cinefila. Ho un legame particolare con ognuno di loro e a chiunque fosse interessato consiglio la presa visione di ciascuno di questi gioielli del…

leggi tutto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito