Espandi menu
cerca
Ipotesi di reato

Regia di Roger Michell vedi scheda film

Recensioni

L'autore

boychick

boychick

Iscritto dal 28 gennaio 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 30
  • Post 23
  • Recensioni 228
  • Playlist 40
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Ipotesi di reato

di boychick
7 stelle

Thriller con grandi attori e con un'ottima trama. Finale che poteva essere diverso...... ma nel complesso un film di lusso.

Ben Affleck, Samuel L. Jackson e Sidney Pollack. Questo basta già per capire che non si tratta di un film qualunque, ma sicuramente di un thriller di lusso.

Premetto che questo film l'ho visto più di una volta... la pellicola è del 2002 ma, costantemente, viene trasmesso in tv e, se ne ho l'opportunità, mi piace rivederne alcune scene.. oppure se si ha tempo anche tutto, perchè no?!?

Il fatto che sia trasmesso così di frequente in tv vuol dire due cose: la prima dimostra che è una pellicola che è stata più che apprezzata dal pubblico, la seconda (e secondo me più preoccupante) è che per vedere un buon thriller, ma più in generale una buona storia di dramma, di suspense, occorre riguardare da anni sempre i soliti film, segno che non c'è un ricambio qualitativo all'altezza.

Beh, nonostante ciò, va detto che mettere in scena una pellicola come "Ipotesi di reato" non è cosa da tutti i giorni, non è cosa da tutti... sennò potresti farlo pure tu boychick, non è vero?

 

A parte tutto, cosa dire del film? Beh credo che molti degli utenti qui su "film.tv" lo abbiano già visto (fatemi sapere nei commenti se così è veramente, in quanto le mie sono solo supposizioni), perciò non dico nulla in merito alla storia e alla trama (che potete leggere quella della scheda del film che è fatta sicuramente meglio di quella che scriverei io), ma espongo le mie personali opinioni.

Inizio con il dire che concordo in pieno con il voto medio di "Ipotesi di reato" dato dagli utenti di "film.tv": il giudizio è 7 e coincide perfettamente anche con la mia di valutazione.

La pellicola non annoia, ti conquista passo dopo passo, e lo scontro tra Ben Affleck e Samuel L. Jackson è dei più avvincenti. Scontro, però, come tipicamente avviene nei finali "happy end" americani (come direbbe l'utente di "film.tv" ezio, che colgo l'occasione di salutare in quanto credo che sia l'unico che abbia avuto il coraggio di leggere tutte le mie recensioni) che alla fine porta a vantaggi per entrambi: grazie ad esso, infatti, ambedue i protagonisti avranno la possibilità di migliorare se stessi e di iniziare una nuova vita. Questa l'unica nota negativa che faccio al film.... vale a dire il finale. Andrà sicuramente a gusti, però (sia per una questione di credibilità, che per una questione di coerenza) personalmente credo che sarebbe stato meglio un finale più "cattivo", meno dunque del solito "vissero felici e contenti". Perchè questa purtroppo è la realtà. Oggi purtroppo viviamo in una società nervosa (come ci mostra giustamente il film), nella quale però, i fatti di cronaca di tutti i giorni, ci riportano notizie di persone che sono morte, o di tragedie scoppiate, senza un motivo logico, ma per una banalità (per un parcheggio, per una precedenza non data).  

E se in questo film mi mostrano un finale felice dopo che uno ha svuotato il conto corrente all'altro, e quest'ultimo di tutto punto gli ha quasi provocato un incidente mortale.... beh... non ci credo. Forse sarebbe stato meglio prendere una decisone per una fine che sì avrebbe lasciato l'amaro in bocca a qualcuno, ma che almeno avrebbe dato al film l'idea di un maggior attaccamento alla realtà.

Naturalmente è solo una mia idea. Qualcuno potrebbe dire che il cinema, in un momento di crisi valoriale come di questi giorni, può essere molto di aiuto in questo senso. Far sognare e far capire alle persone che c'è sempre una soluzione pacifica ai problemi, che nulla è definitivo, che è meglio confrontarsi prima di "passare alle mani" o lasciar spazio a insidiosi tranelli.

Perchè, come disse il Professor Keating in "L'attimo fuggente" (interpretato da Robin Williams): "- solo nei sogni gli uomini sono veramente liberi, è sempre stato così e così sarà per sempre -".

E d'altronde, caro boychick, devi ammettere che il cinema serve anche a questo: far sognare e far vedere il tutto con un'altra prospettiva, far vedere che tutto si può risolvere.

 

Ora, mi piacerebbe sapere, qual è la vostra opinione in merito al film e in merito al finale. Vi è piaciuto o preferivate una fine diversa?............. Agli utenti di film.tv l'ardua sentenza......

 

Buon cinema e buon proseguimento a tutti!

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati