Trama

La trentenne Rinko Tatsumi lavora come consulente telefonica a una linea di emergenza di un centro di igiene mentale, suo marito Shigehiko è un importante uomo d'affari. Anche se i due non hanno rapporti sessuali da tempo e non dividono lo stesso letto, la loro vita di coppia procede tranquilla: almeno finché Rinko non viene ricattata da un misterioso individuo, che le invia foto che la ritraggono dedita ad atti di onanismo e le rivela di conoscere episodi segreti del suo passato. Intanto, lo stesso ricattatore trascina Shigehiko in un club di spettacoli porno. Chi è l'uomo che si è inserito nel loro rapporto?

Note

Una pellicola sulla malattia dell'uomo e sul corrispondente cancro della modernità, ma soprattutto un chirurgico e sincero invito a prendere possesso della propria carne: inteso come consapevolezza, coscienza di corpi (e di esistenze) segnati da cicatrici, mancanze e distruzioni; anzi, maggiormente per questo motivo. Ecco perché _A Snake of June_ è un film d'amore: non tanto per i sentimenti tragici e quasi catastrofici che corrono tra i tre personaggi, quanto per la propensione di Tsukamoto verso un'espressione capace di trovare nel pessimismo cosmico uno spiraglio di sopravvivenza, magari attraverso l'ossessione sessuale e dello sguardo.

Commenti (6) vedi tutti

  • Un ricatto subdolo costringe la giovane psicologa a venir coinvolta in situazioni estremamente imbarazzanti, almeno per il carattere schivo e timido che l'ha sempre contraddistinta. Dove vuole arrivare il maniaco? Sarà davvero tutto bello e corretto quello che rientra nella sfera privata, apparentemente irreprensibile, della giovane donna?

    leggi la recensione completa di alan smithee
  • Voto 8 Fenomenale

    commento di luca826
  • Un film sul voyeurismo/esibizionismo come parte malata e nascosta (il tumore al seno della protagonista ne è la metafora) della vita di relazione. Fotografico, estremo e conturbante.

    commento di OGM
  • Un pastrugno riscattato da due o tre scene d'antologia. Tsukamoto ha talento, ma qui non riesce a convogliarlo in una narrazione organica. Un filino sensazionalista nella forma e piuttosto confuso nei contenuti.

    commento di ed wood
  • Capolavoro visionario, Tsukamoto è un poeta dell'immagine.

    commento di Moriss
  • Un film non facile, ma sicuramente interessante. La scena di autoerotismo sotto la pioggia battente è sicuramente di grande impatto, ed in un'altra emerge l'acciaio di Tetsuo.

    commento di bluk
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
7 stelle

Rinko Tatsumi (Asuka Kurosawa) è una trentenne che lavora come consulente in un istituto di igiene mentale e scopre di avere un carcinoma mammario. É sposata con Shigeniko (Yüji Kôtari), un importante uomo d'affari ossessionato dal lavoro e dalla pulizia. La loro vita matrimoniale procede tranquilla anche se non fanno sesso da tempo e dormono in letti separati.… leggi tutto

13 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

joseba di joseba
6 stelle

Un impianto visivo di cocente bellezza messo banalmente al servizio dell'illustrazione di un'idea. Il superbo bianco e nero virato in blu, lo strabiliante talento regisitico di Tsukamoto, la totale padronanza del linguaggio filmico vengono sacrificati da un trattamento grossolanamente dimostrativo della materia narrativa. Si ha l'impressione che l'autarchico cineasta giapponese non indietreggi… leggi tutto

6 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

SONATINE di SONATINE
stelle

rokugatsu no hebi è il film più erotico di shi'nya tsukamoto.eppure questo sesso,questa carne,questa conginuzione-coito-mutazione c'è realmente voluta soltanto nel finale.un film errante,che si cerca nei particolari infinitesimi e nelle forze oscure,nei blu damascati del bianco nero,e nelle ellissi geniali,negli spunti onirico-visionari,nelle ossessioni psicologiche.ma non è un… leggi tutto

1 recensioni negative

2018
2018

Recensione

Utente rimosso (PoorYorick) di Utente rimosso (PoorYorick)
10 stelle

Inquietante, perverso e bizzarro, il giapponese e inquietantemente erotico A Snake of June è un film di Shinya Tsukamoto, il regista di Tetsuo: The Iron Man (1989), che è uno dei più orribili, sfondati, cattivi viaggi SF film di tutti i tempi. Quel film coinvolgeva un uomo che ha iniziato a mutare in un cyborg nel modo più cupo e angosciante che si possa immaginare.…

leggi tutto
2017
2017
2016
2016

I magnifici di wilco

wilco di wilco

Premesso che 179 titoli non basterebbero per elencare tutti i miei film preferiti, provo a sceglierne sette, visto che dei magnifici si parla. Il criterio che adopererò è prenderne uno per decennio, dagli…

leggi tutto
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

alan smithee di alan smithee
7 stelle

“Il serpente è quello che tutte le donne hanno in corpo. Una metafora che mi attrae sempre. Quando penso ad una donna, la immagino con un serpente che le vive dentro” (Shinya Tsukamoto, da Wikipedia)   Durante la stagione estiva delle piogge, giugno in Giappone, la bella ma complessata o troppo timida Rinko è una psicologa addetta ad un call center di primo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
2014
2014
2011
2011
2010
2010
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

Mulligan71 di Mulligan71
8 stelle

Seppure un po' sperduto in certi passaggi che mi sono risultati ostici, il film ha un suo innegabile fascino "malato" che lo rende denso e zuppo come la pioggia che cade incessante. La bellezza e la grazia di Asuka lo rende dolorosamente sensuale mentre attorno si attorcigliano discorsi sulla solitudine, la malattìa, la morte e il ruolo della donna. E sull'amore. Da digerire, lentamente.…

leggi tutto
Recensione

Un corpo, i corpi.

Peppe Comune di Peppe Comune

Corpi che imprigionano e corpi che alienano. Corpi ossessionati e corpi ossessionanti. Corpi in divenire e corpi riflessi. Corpi che recitano e corpi che liberano. Pier Paolo Pasolini pensava che un "corpo è…

leggi tutto

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
7 stelle

Rinko Tatsumi (Asuka Kurosawa) è una trentenne che lavora come consulente in un istituto di igiene mentale e scopre di avere un carcinoma mammario. É sposata con Shigeniko (Yüji Kôtari), un importante uomo d'affari ossessionato dal lavoro e dalla pulizia. La loro vita matrimoniale procede tranquilla anche se non fanno sesso da tempo e dormono in letti separati.…

leggi tutto
2009
2009

Violenza post-moderna!

mise en scene 88 di mise en scene 88

Ormai la violenza dilaga al cinema, o forse credo che sia stata sempre presente, sotto ogni forma. Eppure la violenza per una certa cinematografia non è solo un pretesto o uno schizzo di sangue. La violenza…

leggi tutto
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Segreti di famiglia

Redazione di Redazione

Vite apparentemente normali, persone ordinarie, tutto scorre all'insegna della tranquillità. Ma la macchina da presa indaga, la storia fa il suo corso e appaiono le prime ombre: è il passato che chiama. Scomode…

leggi tutto
2008
2008

Recensione

joe cavana di joe cavana
6 stelle

Film originale, energico e intessante, ma senza dubbo esagerato e dispersivo in più parti, con una conclusione esplosiva e molto discutibile (forse perchè il regista non sapeva più che pesci prendere). Le immagini sono notevoli, grande il direttore della fotografia, per questo suo bianco e nero sgranato. Un film da prendere per quello che è: può piacere o non piacere. Voto: 6.

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito