Trama

Van Stratten un ambiguo seduttore, avvicina la figlia del ricchissimo Arkadin, con lo scopo di arrivare al padre e ricattarlo con delle false accuse. Arkadin decide di servirsene. Asserisce di non ricordarsi nulla della sua giovinezza e di non sapere quali sono le origini della sua fortuna miliardaria: incarica Van Stratten delle indagini sul suo passato e intanto lo tiene d'occhio nelle sue investigazioni in giro per il mondo. Nel suo piano però è ostacolato dall'amore esclusivo per la figlia.

Note

Un film schiacciato dalla figura immensa di Welles, che imprime su ogni inquadratura e in ogni volto il suo genio barocco e funebre. Costretto, come al solito, a girare con pochissimi mezzi, dopo il fallimento economico di "Quarto potere". Settimo film di Welles.

Commenti (5) vedi tutti

  • “Rapporto confidenziale” non è il migliore o il più famoso film di Welles, ma, nonostante i suoi difetti, è quello in cui le peculiarità del suo stile, come la propensione ad esagerare, il provocatorio anticonformismo, il gusto per la mistificazione, sono più manifeste.

    leggi la recensione completa di vermeverde
  • Film pachidermico quanto Orson Welles.

    commento di movieman
  • Un po' cervellotico, non mi convince in pieno.

    commento di sonicyouth
  • Si fa fatica a descrivere un film così. Scriverei banalità per un Welles a 24 carati. Voto 10/10

    commento di sokurov
  • Capolavoro del maestro Orson Welles, girato con pochi mezzi e con un intreccio di stili e generi: barocco, il romanticismo nero inglese e l'espressionismo tedesco. Indimenticabile la figura di Arkadin con un Orson Welles, imponente e maestoso.

    commento di mise en scene 88
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Marcello del Campo di Marcello del Campo
10 stelle

    UN TENTATIVO FALLITO DI ANNULLARE IL TEMPO.   Nel suo castello in Spagna il potente Arkadin, durante una festa mascherata si presenta ai suoi invitati raccontando l’apologo della rana e dello scorpione: “Uno scorpione chiede alla rana di aiutarlo ad attraversare un guado, ma la rana è riluttante, temendo che questi la punga con la sua coda velenosa.… leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

rebis di rebis
6 stelle

Quasi ribaltando i presupposti di Citizen Kane, qui l’inchiesta affonda nel passato per annientarlo: il presente negato è un vuoto sistematico ricolmo di barocchismi. La dinamica del racconto però, benché trattata con disinvolta rapidità, è ben oscura e capziosa e alla stanca risponde presto il carosello dei comprimari: il rigattiere, il domatore di pulci… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

2020
2020

Recensione

vermeverde di vermeverde
8 stelle

Nell’anniversario della nascita (Kenosha, 6 maggio 1915) di uno dei più grandi registi della storia del cinema  cerco di commemorarlo con queste succinte note sul suo film che (con “L’infernale Quinlan”) rivedo volentieri più di frequente. Orson Welles ha girato nel 1954 questo film il cui soggetto è derivato da un suo romanzo: oltre al…

leggi tutto

Recensione

Antisistema di Antisistema
9 stelle

Van Stratten (Robert Arden) è un Jerry Thompson che ha scoperto l'essenza di Gregory Arkadin (Orson Welles), ovvero la sua Rosebound, riuscendo quindi a scorgere l'unica cosa che contava nella vita dell'uomo a differenza del giornalista che in Quarto Potere (1941) alla fine non riuscì a dissipare il mistero sull'intima essenza di Charles Kane, alla quale solo noi spettatori grazie…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2018
2018
2016
2016
2015
2015

Recensione

hallorann di hallorann
8 stelle

Gregory Arkadin è un miliardario di origini russe con villa a Montecarlo, castello in Spagna, Rolls Royce, yacht e tre passaporti. Ha una figlia, Raina che adora e che tiene all’oscuro del suo passato. L’avventuriero Von Stratten e la fidanzata Lily sono stati testimoni della morte di Bracco a Napoli, il quale ha rivelato un paio di nomi scomodi per Arkadin. Questi viene…

leggi tutto
Recensione
Utile per 11 utenti

Antieroi

coroner di coroner

Eroi dall'anima sporca, criminali dal cuore tenero, perdenti nati, pessimi soggetti e tutti coloro che si distinguono dall'eroe classico, puro, virtuoso e pieno di qualità.

leggi tutto
Playlist
2014
2014
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
2011
2011

Recensione

Marcello del Campo di Marcello del Campo
10 stelle

    UN TENTATIVO FALLITO DI ANNULLARE IL TEMPO.   Nel suo castello in Spagna il potente Arkadin, durante una festa mascherata si presenta ai suoi invitati raccontando l’apologo della rana e dello scorpione: “Uno scorpione chiede alla rana di aiutarlo ad attraversare un guado, ma la rana è riluttante, temendo che questi la punga con la sua coda velenosa.…

leggi tutto
2009
2009

Recensione

rebis di rebis
6 stelle

Quasi ribaltando i presupposti di Citizen Kane, qui l’inchiesta affonda nel passato per annientarlo: il presente negato è un vuoto sistematico ricolmo di barocchismi. La dinamica del racconto però, benché trattata con disinvolta rapidità, è ben oscura e capziosa e alla stanca risponde presto il carosello dei comprimari: il rigattiere, il domatore di pulci…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

Un enigmatico thriller psicologico con espliciti riferimenti a Quarto potere e al personaggio di Charles Foster Kane, di cui Mr. Arkadin riprende la smania di potere, l'egocentrismo e il "titanismo" (caratteristiche di molti personaggi wellesiani). Prodotto in Europa, come il precedente Othello, ebbe le stesse difficoltà produttive di molti altri film wellesiani e l'autore ne fu…

leggi tutto

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Non è fra i titoli fondamentali della collezione di Welles, ma è pur sempre un ottimo lavoro. Il che non è certo strano, considerando il personaggio: regista dotato di uno sguardo curioso e di grande impatto, sempre fortemente soggettivo, nonchè attore di prim'ordine protagonista insostituibile nei suoi stessi film (per motivi di budget ridotto, fra l'altro). Anche questa opera ha una storia…

leggi tutto
2008
2008
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito