Trama

Il figlio di un autista viene rapito, ma è il frutto di un errore di persona. Il vero oggetto del desiderio per lo studente protagonista era il figlio di un industriale. Il commissario di polizia indaga in ricerca del rapitore e si addentrerà nei gironi di un inferno senza uscita.

Note

Il maestro giapponese Kurosawa ricorre a un romanzo noir americano per intraprendere un viaggio nel mondo del male e una riflessione sui destini umani.

Commenti (3) vedi tutti

  • Prodotto di un dopoguerra già ampiamente documentato (Una meravigliosa domenica, Cane randagio, L’angelo ubriaco, Bassifondi ) come sempre il cinema d’impegno sociale di Kurosawa guarda alla società partendo dall’individuo.

    leggi la recensione completa di yume
  • Tra noi e quanto presumiamo, tra noi e la nostra nozione del bene e del male, tra noi e quelli che non ci somigliano cala con fragore metallico un sipario di tenebra.

    commento di michel
  • appassionante

    commento di bocchan
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

lorenzodg di lorenzodg
10 stelle

"Tengoku to jigoku" (Anatomia di un rapimento) film del 1963 del cineasta giapponese dove si mescolano ambienti diversi e contrapposti, ricchezza e povertà, alta opulenza e bassa miseria. Il titolo racchiude questo divario netto e preciso 'inferno e paradiso': un luogo senza speranza alcuna mentre altri vogliono investire montagne di soldi per avere la 'società' in pugno. Senza se… leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Thriller cupissimo e metropolitano che ha in sè buona parte dei clichè del poliziesco americano (ed effettivamente è tratto da un romanzo statunitense) e che pertanto fuoriesce con decisione dalla produzione del regista nipponico. Ciononostante il ritmo è sempre tenuto alto, il torbido in cui affondano le indagini è ben reso dal bianco e nero denso della… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

2019
2019

Recensione

Luxmania di Luxmania
8 stelle

Anatomia di un rapimento è una delle rare incursioni di Akira Kurosawa nel thriller, magari un genere che gli apparteneva meno ma che non gli ha impedito di realizzare un film strepitoso. Il maestro giapponese adatta un libro di Ed McBain e propone una pellicola che si può dividere sostanzialmente in due parti.   La prima, all’interno di una casa, si avvantaggia di un…

leggi tutto
2018
2018
Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2017
2017
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 11 voti
vedi tutti
2016
2016
locandina
Foto

Recensione

YuzoAB di YuzoAB
9 stelle

Due ore e mezzo che passano in un battito di ciglia. Il film può essere diviso in tre parti: la prima ambientata nella villa di Gondo, imprenditore calzaturiero, relativa ai primi momenti del rapimento del bambino sbagliato. L'obiettivo è infatti il figlio di Gondo, ma in realtà viene rapito erroneamente il figlio dell'autista di Goto.  Questa prima parte,…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

Corinzio di Corinzio
8 stelle

Anatomia di un rapimento è un percorso che inizia dall'alto di una villa in collina e prosegue verso il basso. Una villa che troneggia su un quartiere degradato che assume un duplice significato: il sogno di di poter stare sopra quel trono in collina o la disperazione di non poterlo mai raggiungere, una sorta di provocazione per coloro che stanno in basso. Si parte quindi dal dilemma di…

leggi tutto
2014
2014

Recensione

ChelaRossa di ChelaRossa
10 stelle

Noir drammatico di altissimo livello, un vero pugno nello stomaco e la cosa più stupefacente/aberrante è quanto possano essere attuali i temi trattati; atti criminali dovuti ad una condizione di vita che ci pone ad essere sempre vessati fino a trasformarci in vessatori e quindi rifiuti della società che essa stessa ci crea. Film da scoprire assolutamente soprattutto per un…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2012
2012

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
8 stelle

Buon film con l'impronta di stile di Kurosawa che assesta il colpo da maestro nella resa polare della sceneggiatura, caratteristica questa che conferisce alla pellicola alcuni connotati tipici del noir. L'inizio è claustrofobico, ci si trova chiusi tra quattro mura senza soluzioni di fuga ma poi la scena si porta fuori e viene totalmente stravolta, passando a scenari molto più distesi ed ampi;…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2011
2011

Recensione

luca826 di luca826
8 stelle

VOTO 8+ ESEMPLARE (Tv 24 Luglio 2011) Kurosawa simbolicamente divide questo film in due parti, due anime, la prima fino alla mezz'ora circa (più corta della seconda a causa di sciagurati tagli nella versione italiana) è un dramma claustrofobico, chiuso in una sola stanza, l'altra è un poliziesco serratissimo, dove il filo conduttore, il legante è Mifune, mattatore…

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti

Recensione

lorenzodg di lorenzodg
10 stelle

"Tengoku to jigoku" (Anatomia di un rapimento) film del 1963 del cineasta giapponese dove si mescolano ambienti diversi e contrapposti, ricchezza e povertà, alta opulenza e bassa miseria. Il titolo racchiude questo divario netto e preciso 'inferno e paradiso': un luogo senza speranza alcuna mentre altri vogliono investire montagne di soldi per avere la 'società' in pugno. Senza se…

leggi tutto
2010
2010

Recensione

Neve Che Vola di Neve Che Vola
10 stelle

Butto lì semplicemente alcune impressioni, non una opinione, sul film che ho appena rivisto per la seconda, doverosa volta. Non tanto perchè la prima fosse stata un successo, quanto perchè la versione italiana ha circa 35-40 minuti di meno dell'originale nipponico. Sembra incredibile che ci si sia potuti permettere un simile taglio, considerando non solo che si tratta…

leggi tutto
Recensione
Utile per 11 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito