Espandi menu
cerca
L'amore a vent'anni

Regia di Registi vari vedi scheda film

Recensioni

L'autore

tafo

tafo

Iscritto dal 26 febbraio 2009 Vai al suo profilo
  • Seguaci 28
  • Post 1
  • Recensioni 426
  • Playlist 1
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi
Questo testo contiene anticipazioni sulla trama.

La recensione su L'amore a vent'anni

di tafo
6 stelle

L’amore a vent’anni può essere folle, crudele, romantico, violento, normale. L’amore a vent’anni può essere non ricambiato, ti fa fare le cose più strane, non ti fa ragionare e quando ti accorgi di essere rifiutato è difficile accettarlo. L’amore a vent’anni può essere un gioco per ragazzi, per una gioventù più che bruciata annoiata, senza valori cattiva nel metter in mostra il proprio cinismo. L’amore a vent’anni è la scoperta di chi è veramente il proprio innamorato, la dura realtà che si scontra con la favola dei due cuori che difficilmente si accontenteranno di vivere nella propria capanna. L’amore a vent’anni ti fa impazzire per una ragazza che non hai il coraggio di conoscere e per un’altra che tu non vorresti conoscere per alla fine rifiutare quella che puoi avere e quella che credi di non poter raggiungere. L’amore a vent’anni può essere l’avventura di una notte che vorresti superare occupandoti delle incombenze economiche dimenticando quelle morali, il piacere di un momento può costringere un ragazzo a fare il padre se si accetta come importante il rapporto con la madre di suo figlio. Nel primo episodio il regista francese dirige il suo alter-ego nel ciclo temporale-filmico più importante della storia del cinema. Truffaut segue la crescita fisica e i turbamenti amorosi di Antoine Doinel senza trucchi invecchianti ma facendo crescere naturalmente Jean-Pierre Léaud. Antoine ama Colette che non lo ricambia vuole solo la compagnia di un amico è già una donna più emancipata dell’uomo che la corteggia. Nel secondo episodio Andrzej Waida narra la storia di un ragazzo che salva una bambina caduta nella gabbia degli orsi allo zoo diventando suo malgrado un eroe riceve le strane attenzioni di una ragazza sconosciuta che se lo porta a casa facendogli credere di essere attratta da lui. L’eroe viene lasciato in pasto agli amici della ragazza frivoli e interessati solo al divertimento, mentre racconta le sue vicende belliche, trattano il ragazzo come un passatempo curioso. Nel terzo episodio Renzo Rossellini narra la breve storia di un amore che sembra perfetto di un uomo che nasconde il suo passato alla sua giovane amata che lo scoprirà dalla donna che lo mantiene rovinando l’immagine pulita e bella che si era fatta di lui. Nel quarto episodio Shintaro Ishihara fa esplodere l’apparente tranquillità di un operaio che decide di uccidere la donna che lo ama e quella che lui ama, scegliendo l’estrema soluzione per un sentimento estremo. Nel quinto episodio Marcel Ophuls chiude il cerchio con un rapporto casuale che viene consolidato nella consapevolezza che l’amore può crescere nel tempo dopo la passione di un momento e può diventare il legame di una vita. L’amore a vent’anni visto attraverso vari punti di vista rimane qualcosa di imprendibile, inspiegabile e irrazionale.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati