Trama

Il proprietario di un giornale vuole fare una campagna contro la pena di morte. Per dimostrare l'ingiustizia e l'mmoralità della soluzione penale convince il futuro genero ad autoaccusarsi dell'omicidio di una ballerina rimasto senza colpevole, per dimostrare, portando prove dell'estraneità dello scrittore, la fallibilità del giudizio umano. Una volta in carcere il genero scrittore vi rimarrà perché chi lo doveva scagionare muore.

Note

Parabola tesa e perfetta del maestro Lang all'ultima prova in terra d'America. Sottovalutato dalla critica del tempo scivola in un meccanismo perfetto che mette in crisi la sicurezza di chi crede nella esistenza di una sola verità.

Commenti (1) vedi tutti

  • Capolavoro (e non è il primo) del grande regista. Un bianco e nero da favola per un cinema che purtroppo non c'è più.Nell'olimpo dei supercult.

    commento di tunney
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

OGM di OGM
8 stelle

Intrigante Fritz Lang hitchcockiano, basato sulla provocatoria tesi secondo cui la menzogna costruita ad arte è più credibile della verità. Un film poco suggestivo e molto concettuale,  in cui il linguaggio è particolarmente asciutto, poco spazio è lasciato all’immaginazione, e la ragione è costretta a seguire il filo logico dell’ovvietà. Questo legal thriller gioca a carte scoperte,… leggi tutto

9 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

willkane di willkane
6 stelle

E se lungo l’arco del film quel senso di tradizionale moralità garantista, contro l’avventata e assolutistica pena di morte, cresce per divenire sempre più nobile e alto, lo stesso non si può dire della svolta finale, appiccicata un po’ così, ad issare là libertà di espressione del regista in opposizione alla moralista censura… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

2021
2021

Recensione

willkane di willkane
6 stelle

E se lungo l’arco del film quel senso di tradizionale moralità garantista, contro l’avventata e assolutistica pena di morte, cresce per divenire sempre più nobile e alto, lo stesso non si può dire della svolta finale, appiccicata un po’ così, ad issare là libertà di espressione del regista in opposizione alla moralista censura…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2016
2016
locandina
Foto
2014
2014
Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Introvabili cercasi

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista

"Mi piacerebbe tanto rivederlo, ma non esiste più in commercio..." "Ce l'avevo registrato, ma sarebbe bello se lo pubblicassero finalmente in dvd..." "L'ho visto una volta in televisione quando ero piccolo e…

leggi tutto
2013
2013

Recensione

millertropico di millertropico
8 stelle

"L'alibi era perfetto" resta ancora oggi, a distanza di quasi cinquant'anni dalla sua uscita, un noir affascinante e complesso.  Le inconfondibili geometrie di Lang (qui al suo meglio e mi riferisco ovviamente al suo periodo "americano") impreziosiscono il ritmo serrato e coinvolgente di una pellicola di straordinaria rilevanza e che, oltre ad essere stata in parte modificata nel montaggio…

leggi tutto
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2012
2012

Recensione

zombi di zombi
8 stelle

il film si apre su un uomo morto che cammina che si avvia alla sedia elettrica. l'esecuzione e il pubblico che assiste. alcuni distolgono lo sguardo o si coprono gli occhi, altri impassibili assistono. tra questi tom garrett, seduto a fianco del datore di lavoro nonchè futuro suocero, invitato a vedere proprio da quest'ultimo. austin spencer direttore e proprietario del giornale per cui lavora…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

Baliverna di Baliverna
8 stelle

E' un film complesso, basato più sull'intreccio e su problematiche generali come la colpevolezza, l'omicidio, la giustizia umana, la crudeltà della pena di morte, che sui personaggi in quanto tali. La vicenda è serrata e appassionante, ed ogni scena è ben incastonata dentro di essa, senza momenti di stanca. Il tema centrale (o "movente") è una delle ossessioni di Lang, cioè quello…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti

Recensione

ethan di ethan
8 stelle

L'ultimo film americano di Fritz Lang è un perfetto meccanismo ad orologeria: sceneggiatura di ferro, con clamorosi colpi di scena che ribaltano più volte la vicenda, messa in scena scarna, quasi dreyeriana, nell'eliminare qualsiasi fronzolo per arrivare al sodo della tematica narrata e interpreti aderenti ai propri ruoli. I temi di fondo, tipici del regista, sono il confine sottile tra…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

XANDER di XANDER
6 stelle

Sinceramente da un genio come Fritz Lang e da una trama complessa mi sarei aspettato molto di più. A mio parere il tema è abbastabza superficiale e considerato che dura appena 1ora e 20 sembra durare un'eternità con alcuni punti troppo morti e sentimentali. Anche il finale non è nulla di che.

leggi tutto
Recensione

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
8 stelle

Ennesima opera d'arte di Lang con un meccanismo perfetto sotto ogni punto di vista. Dapprima la costruzione delle prove, precisa e minuziosa, poi la caduta nell'inferno giudiziario nel quale il protagonista sembra inizialmente sguazzare sereno ma alcuni colpi di scena nel finale, toglieranno la sicurezza dal suo volto. Grande finale, bravi interpreti, ottimo Lang come sempre.

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

Intrigante Fritz Lang hitchcockiano, basato sulla provocatoria tesi secondo cui la menzogna costruita ad arte è più credibile della verità. Un film poco suggestivo e molto concettuale,  in cui il linguaggio è particolarmente asciutto, poco spazio è lasciato all’immaginazione, e la ragione è costretta a seguire il filo logico dell’ovvietà. Questo legal thriller gioca a carte scoperte,…

leggi tutto
2009
2009

Processi

Redazione di Redazione

C'è chi li vuole brevi... ma per quanto certi film giudiziari sembrino lunghissimi, in genere lì i processi non durano più di due ore. Potrebbe essere una soluzione! Questa taglist però, suggerita da Silvio (il…

leggi tutto
Playlist

Recensione

jonas di jonas
8 stelle

Il proprietario di un giornale, contrario alla pena di morte, convince il futuro genero a inscenare una macchinazione per farsi sospettare dell’omicidio di una ballerina: al momento giusto lui interverrà a mostrare le prove della sua innocenza (meccanismo simile a quello che poi sarà alla base di The life of David Gale). Poi le cose non vanno come previsto, e il processo…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

spopola di spopola
8 stelle

“L’alibi era perfetto”  è l’ultimo lavoro realizzato durante la prolungata trasferta americana di Fritz Lang dopo la sua “fuga” dal nazismo. Poco compreso alla sua uscita, è stato valutato a lungo da una considerevole fetta  della critica del tempo, come un’opera minore e un po’ stanca, abbastanza lontana dai vertici…

leggi tutto

Giornali

Redazione di Redazione

Redazioni, giornalisti, inviati, titoli, tipografie... il quarto potere su carta è apparso spesso nel cinema. Per vantarne le imprese - spesso -, per fascinazione, per contemporaneità. E perché prima di internet e…

leggi tutto
Playlist

I dimenticati : DANA ANDREWS

fixer di fixer

Una sera di inizio anni Novanta, in un vicolo vicino a Via Veneto, a Roma, viene trovato rannicchiato per terra un vecchio ubriaco. Qualcuno lo riconosce: è Dana Andrews, un ex divo di Hollywood. Poco dopo, muore per…

leggi tutto
2008
2008

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

Qui Lang batte Hitchcock sul suo stesso terreno, anche se l'elemento suspence è solo la superficie del suo discorso - più che sulla macchina della giustizia - sulle responsabilità individuali. Un gran bel film da tutti i punti di vista, in particolare quello dell'impegno civile e quello della tenuta spettacolare.

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito